Consigli per mamme

La culla per neonati e bambini: quale scegliere

Confortevole ed elegante, romantica o di tendenza ancora oggi la culla si conferma primo nido per eccellenza del neonato. Un viaggio tra i brand e i prezzi

Si fa presto a dire culla. Dopo che per 9 mesi si è sentito dolcemente dondolato nella pancia della mamma, per un neonato è fondamentale, anzi naturale, continuare a provare quelle stesse sensazioni: protetto, al sicuro, in dolce e armonioso movimento. È per questo motivo che tanti genitori, ancor prima dell’arrivo del principe o della principessa di casa, già acquistano la culla, preferendola alla carrozzina come primo lettino del piccolo. L’acquisto deve essere oculato per quanto riguarda comfort e sicurezza, praticità negli spostamenti e materiali il più possibile naturali. Senza dimenticare la magia della culla, capace di rievocare i tempi andati quando erano fatte quasi sempre di vimini, ornate di pizzi e trini, con veli che dovevano difendere il sonno del neonato da qualsiasi fattore esterno, fosse stato anche solo un moscerino.

I pizzi e i merletti delle culle Picci

È il caso delle culle del marchio Picci, azienda toscana presente da circa quarant’anni sul mercato dedicato ai bebè. Tra i tanti e deliziosi  modelli proposti, ce ne sono alcuni che rievocano proprio quelle immagini lontane, dove la culla era essenzialmente un nido ovattato di pizzi e trini. La culla Tresor è una bomboniera dove l’effetto eleganza è assicurato dalle staffe di legno dove viene inserito il velo mentre le grandi ruote sono il tocco finale. Ma Picci propone anche rivisitazioni delle culle antiche, più essenziali nella “confezione” ma sempre con la cesta di vimini.

Culla Picci Tresor rettangolare con ruote gradi e velo con sostegno per il velo

La culla Chicco che si aggancia al lettone

L’ideale è avere la culla attaccata al lettone, soprattutto per i frequenti risvegli notturni e le poppate. A questa esigenza ha pensato per esempio Chicco con la culla Co-sleeping Next2me che può essere agganciata direttamente al letto di mamma e papà, rendendo così più agevoli i movimenti.

Culla Chicco Co-sleeping Next2Me ideale fino ai 6 mesi. Si aggancia al lettone

Culle di ogni tipo e prezzo

Ce ne sono davvero a centinaia in commercio a confermare come, ancora oggi, quella della culla sia una scelta fatta da molti genitori. Si va da quelle con prezzi più abbordabili con la struttura in legno o giunco, il cui costo si aggira intorno ai 100/150 euro al massimo, a quelle più costose dove il design dice la sua e in questo caso il prezzo sale anche parecchio. D’altronde le culle sono state oggetto di un’esposizione e di un concorso durante il Salone del Mobile 2014 di Milano.
I lettini Ikea sono una soluzione economica, con una struttura molto essenziale, al bando pizzi e merletti ma soltanto sicurezza e praticità: si va dai 40 euro circa del modello Sniglar ai 169 euro del modello Gonatt (ovviamente escluso materasso e corredo). Per la romanticissima culla Tresor di Picci, completa di tutto, l’orgoglioso papà dovrà pagare circa 1.600 euro. Si aggira, invece, sui 500 euro la spesa per la culla Erbesi della collezione Oplà: design essenziale ma elegante, diventa seggiolone e sedia man mano che il bimbo cresce.

Lettino Ikea Sniglar in faggio

L’affare on line

Per trovare un compromesso tra una bella culla e un prezzo abbordabile, ci si può sempre rivolgere a canali quali Ebay e Amazon, veri e propri negozi online dove, mettendoci sempre la giusta cautela, si può concludere anche un vero affare.
Un consiglio per tutti: acquistate una culla che sia davvero accogliente per il vostro bebè affinché non preferisca il lettone di mamma e papà perché in quel caso non lo lascerà mai più.

Picci

Chicco

Erbesi

Ikea



Tabelle peso altezza per bambini
Consigli per mamme

Tabelle peso altezza per bambini

Corredo estivo neonato
Consigli per mamme

Corredo estivo neonato

Vacanze studio per minorenni soggiorni linguistici consigliati
Consigli per mamme

Vacanze studio per minorenni: soggiorni linguistici consigliati

Svezzamento come passare dal biberon al bicchiere
Consigli per mamme

Svezzamento: come passare dal biberon al bicchiere

Bambini e mascherine le cose più importanti da sapere
Consigli per mamme

Bambini e mascherine: le cose più importanti da sapere

Mal di denti nei bambini, cause e rimedi naturali
Consigli per mamme

Mal di denti nei bambini, cause e rimedi naturali

Crema solare per neonato ogni quanto metterla
Consigli per mamme

Crema solare per neonato: ogni quanto metterla

Cotte adolescenziali come imparare a gestirle
Consigli per mamme

Cotte adolescenziali: come imparare a gestirle

Quando torna il ciclo dopo il parto
Parto

Quando torna il ciclo dopo il parto      

Il capoparto è tecnicamente il ritorno del ciclo dopo il parto e coincide con la fine della fase del puerperio. Varia da donna a donna a seconda che si allatti al seno o meno. Come si manifesta? Come si distingue dalle lochiazioni? Quando occorre consultare un medico?

Leggi di più