Concepimento e luna piena: tutte le curiosità

Ci sono leggende davvero affascinanti sulla luna e i suoi influssi sul concepimento. Non solo, dalla luna dipenderebbe anche il sesso del bambino.

Luna concepimento
Quanto ne sappiamo sulla Luna? Quanto sulle leggende secondo cui la Luna influenzerebbe il concepimento e il sesso del bambino?

Sul concepimento e la fertilità, una fitta rete di credenze e dicerie, molte propagatesi oralmente da nonna in nipote. Quante di queste leggende hanno a che fare con la luna? Scopriamolo insieme!

Luna e concepimento

A: “Guardo le stelle”
B: “Perché?”

Questa è un’ipotetica conversazione tra due amiche, A e B: una ha l’app per annotare l’ultimo appuntamento rosso e ricavare da lì informazioni utili circa i giorni fertili; l’altra ricorre a Frate Indovino, il calendario più conosciuto e diffuso in Italia, ed ha imparato dalla nonna ad osservare la luna e capire quando è crescente e quando calante.

Attenzione! La dimensione popolare e leggendaria che avvolge la luna e la sua influenza sul concepimento, in realtà, non è propriamente un falso storico.

Anche le ostetriche tengono conto della luna per stilare una sorta di quadro previsionale sulle contrazioni e il parto: la luna piena si dice sia propizia a stimolare il travaglio.

Va, però, aggiunto e ribadito un fatto: si concepisce soprattutto nei giorni dell’ovulazione, questo il dato “scientifico” condiviso da tutti.

Chi ha un ciclo regolare, potrà effettuare un calcolo pressoché aritmetico (14 giorni prima della mestruazione), per chi invece non ha cicli regolari saranno utili i test per l’ovulazione.

Interrogazioni alla Luna: sarà una femmina o un maschio?

Secondo alcune teorie, le fasi lunari influenzerebbero anche il sesso del nascituro oltre alla possibilità di restare incinta.

Come funzionano le fasi lunari? Le fasi lunari si alternano ogni 29 giorni e mezzo dando vita al cosiddetto mese sinodico.

La prima fase è quella di Luna Nuova, quando la Luna non è visibile; segue la fase della Luna Crescente, quando la parte illuminata e visibile si trova a destra; poi è il momento del Plenilunio, con la Luna tutta illuminata e, infine, la Luna Calante dove il quarto visibile è quello di sinistra.

Esiste una tecnica di concepimento basata sulle fasi lunari, secondo la quale le donne dovranno considerare se il giorno dell’ovulazione è in Luna calante.

Inoltre, se l’ovulazione cade nei giorni di luna piena è molto probabile che nascerà una bambina; se l’ovulazione cade in prossimità della luna nuova è molto probabile che nascerà maschio.

Nelle fasi calanti o crescenti o fasi di transizione il metodo è piuttosto fallibile, mentre sembrerebbe più certa l’influenza lunare se si ovula proprio nel giorno di luna nuova o nel giorno di luna piena.

Riassumendo:

Luna piena: femmina (più probabile)
Luna nuova: maschio (più probabile)
Luna Crescente (gobba a ponente, si va verso la luna piena): femmina
Luna Calante ( gobba a levante, si va verso la luna  nuova): maschio

Su calendario (non solo quello di Frate Indovino! ndr) la Luna Nuova è rappresentata in grigio, quindi in ombra. La Luna Piena è, invece, bianca, un cerchio luminoso, ed è tutta completa; per riconoscere le fasi di transizione (crescente e calante) si guarderà la forma della parte in bianco: se è a forma di D è crescente; se ha la forma di C va verso la luna nuova ed è, quindi, calante.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme |

Commenti