Stretching a casa

L’importanza dello stretching: perché farlo tutti i giorni

Bastano dieci minuti al giorno per mantenere il proprio corpo flessibile, agile e giovane. Lo stretching è la pratica quotidiana che fa davvero bene a tutti.

È ormai chiara l’importanza dello stretching come disciplina autonoma, non solo quindi come fase finale di una sessione di allenamento ad alta frequenza. Praticare stretching regolarmente è basilare per il mantenimento di uno stato fisico flessibile, non contratto e agile.

Lo stretching è una fondamentale disciplina da acquisire come abitudine quotidiana per garantire nel tempo la mobilità corporea utile per svolgere i movimenti quotidiani. Non servono ore di allenamento ed è possibile praticarlo a casa, ritagliandosi dieci minuti al giorno. Non ci credi? Leggi qui.

Quali sono i benefici dello stretching quotidiano?

I benefici non sono solo relativi alla maggiore flessibilità acquisita a livello muscolo-scheletrico ma anche a livello tendineo, garantendo un miglioramento complessivo delle capacità di movimento. Nello specifico, l’allenamento è in grado di prevenire la formazione di contratture muscolari e per questo è necessario praticarlo quotidianamente.

Gli esercizi di allungamento, inoltre, diminuiscono la pressione arteriosa favorendo una migliore circolazione del sangue e contribuendo al rilassamento fisico e mentale. La vita di ogni giorno ci mette nella condizione di assumere spesso posizioni scorrette, che creano contratture muscolari dovute all’accorciamento dei muscoli. Questi, quando sono in posizione innaturale, ostacolano il riallineamento dei segmenti ossei, favorendo la comparsa di dolori anche cronici (come la cervicale). Ottenere il riallineamento del corpo attraverso esercizi di allungamento mirati permette quindi di riacquisire una postura corretta e imparare a mantenerla nel tempo.

Come fare a praticare stretching tutti i giorni?

Non è necessario, anche se sicuramente utile, iscriversi a corsi di yoga o pilates per poter praticare con costanza gli esercizi di allungamento. Se si comincia a pensare che bastano 5-10 minuti al giorno ben fatti, si può identificare il momento della giornata più adatto a questa pratica. L’importante è non fare gli esercizi a muscoli freddi, quindi è bene eseguirli dopo uno sforzo fisico o anche solo dopo una doccia o bagno caldo: grazie all’azione dell’acqua calda infatti, si rilassa la muscolatura, permettendo una maggiore e temporanea possibilità di allungamento.

Ultimo step è individuare la serie di esercizi più adatti alle proprie esigenze: dai più classici acquisiti in qualche allenamento in palestra a quelli che possono essere scoperti tramite video tutorial su internet o durante corsi di yoga e pilates.

Non bisogna forzare troppo le posizioni di allungamento durante lo stretching, è importante infatti mantenere posture confortevoli che andranno a migliorarsi col tempo continuando la pratica. In pratica, non si deve sentire dolore, ma solo una sensazione di “muscolo che tira”, altrimenti si rischia che, per reazione, il muscolo si contragga di nuovo.

È bene inoltre non tenere le posizioni per più di 30 secondi; un allungamento maggiore rischia di sovraccaricare sia i legamenti sia i muscoli. Altro importante elemento da tenere a mente: guidare il respiro durante la pratica di stretching. Espirare mentre si esegue l’allungamento consente di rilassare maggiormente tutto il corpo e distendere con più facilità la fascia muscolare interessata.



Carboidrati sani
Vivere bene

Carboidrati sani: quali sono quelli da mangiare e quali da eliminare

Uova di pidocchi
Vivere bene

Uova di pidocchi: riconoscerli ed eliminarli

ashtanga yoga
Vivere bene

Ashtanga yoga: sequenza corretta delle serie

Oli da cucina
Vivere bene

Oli da cucina: quali sono i 5 migliori per cucinare e come usarli

Tisana rilassante quali sono le erbe rilassanti da infuso
Vivere bene

Tisana rilassante: quali sono le erbe rilassanti da infuso

Cristalloterapia
Vivere bene

Cristalloterapia: elenco di alcune pietre utilizzate

Miso
Vivere bene

Miso: proprietà e benefici del miso

Come smettere di mangiarsi le unghie
Vivere bene

Come smettere di mangiarsi le unghie