luce led blu per dimagrire

Dimagrire con la dieta blu

Avreste mai immaginato che un semplice colore potesse aiutare a perdere peso mentre si mangia? E’ possibile!

Non parliamo di fantascienza e quello che abbiamo letto non sembra esserlo affatto poiché si tratta di uno studio avallato da “esperimenti” a cui diversi soggetti adulti sono stati sottoposti.

L’esito di questa ricerca del Dipartimento di Scienze Alimentari dell’Università dell’Arkansas – coordinati da Han-Seok Seo – è stato reso pubblico alla folta schiera di lettori ed appassionati di sana alimentazione sulla rivista scientifica francese Appetite specializzata in nutrizione e “cultura del cibo”.

Il colore che sembra svolgere una straordinaria influenza sull’appetito e sul desiderio di mangiare è il blu, una tinta seriosa, se vogliamo impersonale, che evoca un po’ di tristezza e ci fa venire in mente il freddo, l’inverno …

Nulla di positivo insomma, ma è proprio la sensazione che il blu comunica ai neurotrasmettitori umani a far scattare un processo di “apatia” e scarso desiderio di mangiare.

L’esperimento è stato condotto introducendo le “cavie”, in numero uguale tra uomini e donne adulti, all’interno di tre distinte cabine, una illuminata di led gialli, la seconda illuminata con led bianchi e la terza interamente illuminata con led blu e senza altre fonti di luce e colori.

Il risultato è stato che solo una parte di queste persone introdotte nella cabina a led blu, nonostante avessero trascorso ore a digiuno (quindi dovevano essere potenzialmente affamate..) non ha toccato cibo mentre le altre hanno mangiato senza problemi. Scontato dire che invece le persone introdotte nelle altre cabine, quelle con illuminazione a led gialla e bianca, hanno mangiato tutto.

Ma dove si nasconde il trucco di questo esperimento? Qual è la ragione che non invoglia a mangiare se ci si circonda di luce blu?
Tutto si basa su un meccanismo semplicissimo a cui, va precisato, hanno ceduto solo i soggetti di sesso maschile! In pratica il colore blu rende i cibi poco attraenti, in quanto in natura non esiste un alimento blu e questa vista di un cibo “strano” lo fa apparire pericoloso e non commestibile.
Quindi il colore blu farebbe scattare una sorta di difesa nel cervello umano, ribadiamo…soltanto quello maschile, pensando che il cibo di quel colore non sia sicuro e naturale.
Le donne in questo esperimento invece hanno abbassato le difese e si sono nutrite senza alcun problema..Perché? Le femmine hanno una maggiore sensibilità, scaltrezza ed acutezza nell’analizzare le situazioni di pericolo, sono maggiormente razionali e, sfruttando l’olfatto, possono riconoscere e distinguere i cibi sicuri e gradevoli da quelli che non lo sono.  Quindi le donne si farebbero guidare molto di più dall’olfatto e dalla ragione piuttosto che dalla vista ed in base a ciò decidono se mangiare o meno qualcosa.
Purtroppo questa tecnica olfattiva a noi donne non aiuta a perdere peso come farebbe la luce blu negli uomini…per cui dobbiamo continuare a sottoporci alla cara vecchia amica dieta se vogliamo essere splendide ed in forma…oppure aspettare che un’altra ricerca trovi anche per noi un colore magico che ci faccia perdere l’appetito e quindi dimagrire!

 



cibi ad alto contenuto proteico
Vivere bene

5 cibi ad alto contenuto proteico (altro che uova)

Alimenti antiossidanti naturali
Vivere bene

Alimenti antiossidanti naturali, quali sono e i benefici

Fare jogging con il cane
Vivere bene

Fare jogging con il cane: consigli su come fare e dove andare

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti
Vivere bene

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti

5 tips per mangiare in modo più sano
Vivere bene

5 tips per mangiare in modo più sano

prova costume
Vivere bene

Perché ci siamo stufate di sentire ancora parlare della “prova costume”

esercizi di stretching
Vivere bene

10 esercizi di stretching per iniziare la giornata

Vivere bene

Rimedi naturali per prevenire le doppie punte