Apnea notturna: 5 rimedi naturali che ti aiuteranno

Apnea notturna: 5 rimedi naturali che ti aiuteranno

L’apnea notturna è una sindrome che colpisce molte persone e che comporta dei rischi da non sottovalutare. Scopriamo insieme i 5 rimedi naturali che ti aiuteranno contro l’apnea notturna. 

03/02/2022

L’apnea notturna consiste in un’interruzione della respirazione durante il sonno che ha una durata di minimo 10 secondi o superiore. Questa sindrome può essere di due tipi diversi: ostruttiva o centrale. La prima è quella più comune e si presenta quando ci sono dei blocchi nell’entrata dell’aria oppure delle ostruzioni. Mentre quella centrale è più rara ed è collegata al sistema nervoso centrale, cioè al cervello.

Sognare treni

Le cause dell’apnea notturna possono essere molteplici, da obesità, depressione a problemi cardiovascolari o ipertensione. Le cure per questa patologia sono spesso mediche o chirurgiche, esistono però anche diversi rimedi naturali che ti aiuteranno a vivere dei sonni più tranquilli ed a diminuire le conseguenze dell’apnea notturna. 

I sintomi dell’apnea notturna 

Ricordare i sogni come fare


Leggi anche: Consulente del sonno infantile, chi è e come lavora

Entrambe le tipologie di apnea notturna portano a dei sintomi decisamente non piacevoli. Per quello che riguarda l’apnea ostruttiva (quella più diffusa) i sintomi sono spesso:

  • mal di testa,
  • stanchezza
  • onnolenza,
  • infezioni alle vie respiratorie
  • affaticamento.

Ovviamente queste conseguenze derivano dal fatto che il sonno non è mai regolare, si interrompe e le vie respiratorie ne soffrono.

Mentre i sintomi dell’apnea centrale possono essere:

  • disturbi nell’apprendimento,
  • respirazione irregolare dalla bocca e
  • poco rendimento nelle attività di tutti i giorni.

Questo succede perché non sono le vie respiratorie ad essere ostruite, ma è proprio il sistema nervoso che le blocca durante il sonno. La mancanza di ossigenazione al cervello può avere delle ripercussioni molto gravi, soprattutto se non ce se ne rende conto.

Quando possiamo iniziare a sospettare di soffrire di apnea notturna? Innanzitutto uno dei primi segni è il russare molto frequente e forte. Inoltre, se soffriamo di sonni agitati e chi dorme con noi si accorge che facciamo pause nel respiro e poi riprendiamo con sbuffi o lamenti, è molto probabile che soffriamo di apnea notturna. Per accorgersi di questo disturbo è fondamentale tenere controllata la qualità del sonno ma anche della vita in generale. Chi soffre di apnea notturna è frequentemente irritabile, perde la concentrazione durante il giorno ed è sempre affaticato. 

La terapia medica

Sognare di essere incinta in menopausa

Una delle terapie più utilizzate per curare l’apnea notturna è quella che prevede l’utilizzo di una maschera collegata ad un dispositivo che insuffla aria e che leghiamo intorno alla testa con delle cinghie. Può sembrare un pochino drastico, ma in realtà con il tempo ci si abitua a questo nuovo “accessorio” e se ne traggono molti benefici. Chi utilizza questo metodo inizia a notare dei miglioramenti già dopo poche notti in quanto la qualità del sonno migliora e ci si sente molto più riposati. 


Potrebbe interessarti: Mani secche e screpolate, come curarle: rimedi naturali e segreti

Se il problema persiste, si possono intraprendere anche delle terapie chirurgiche. In questo caso si va ad operare la parte che crea maggiore ostruzione, potrebbe essere la lingua, il naso, le tonsille o le adenoidi. Ovviamente sarà una scelta del medico in base alla situazione del singolo paziente e potrebbe non risolvere completamente il problema. Infatti, per curare l’apnea notturna bisogna seguire anche una dieta adeguata ed effettuare dei cambiamenti nel proprio stile di vita.  

Prima di arrivare a questo tipo di terapia, però, possiamo anche prevenire il presentarsi di questo disturbo. I medici consigliano una dieta sana per evitare il sovrappeso ed il dimagrimento nel caso in cui sia necessario. Cerchiamo di mangiare più leggero e sano a cena in quanto è il pasto che dovremo digerire durante la notte e, potrebbe, influire sul nostro sonno. Inoltre, meglio evitare brutti vizi come sigarette ed alcol che peggiorano la sanità delle vie respiratorie. Oltre alla terapia medica e chirurgica esistono dei rimedi naturali che possono aiutare a stare meglio.

5 rimedi naturali per stare meglio

Sognare animali significato di sognare tanti animali

Prendersi cura del proprio sonno con rimedi naturali è una scelta molto saggia. Sentiamo spesso di quanto siano forti le pillole per dormire e di come, spesso, ne si diventi dipendenti. Soprattutto per chi soffre di apnea notturna non è indicato utilizzare farmaci troppo potenti, in quanto non ci si accorge facilmente di soffrire di questo disturbo quando si è imbottiti di pastiglie.

La camomilla

Camomilla

Sappiamo tutti che la camomilla viene spesso utilizzata per dormire sonni tranquilli. Le sue proprietà rilassano i nervi e sedano leggermente l’organismo così da favorire la sonnolenza. Inoltre la sua azione anti infiammatoria aiuta a liberare le vie respiratorie ostruite che causano spesso il russare ed il sonno disturbato. Possiamo assumere la camomilla sotto forma di tisana, infuso oppure anche spalmarla come unguento o olio sul petto prima di andare a dormire. 

La lavanda

Lavanda

Oltre al suo buonissimo profumo, la lavanda ha un’azione lenitiva ed anti infiammatoria. La possiamo utilizzare come olio essenziale oppure sotto forma di unguento o crema. Un’altra buona idea è anche quella di applicare qualche goccia di olio di lavanda sul cuscino prima di andare a dormire, così che la respireremo per tutta la notte e la sua azione calmante ci farà bene.  

La valeriana

Valeriana

Molto spesso utilizzata come alternativi ai farmaci per dormire, l’estratto di valeriana è un potente calmante naturale. Come rimedio derivante dalla natura ha delle capacità spettacolari e porta velocemente alla sonnolenza dandoci un senso di stanchezza e torpore. Esistono moltissimi infusi, integratori alimentari e pastiglie alla valeriana che possiamo prendere per contrastare l’apnea notturna. 

L’aglio

Aglio

Fin dai tempi antichi l’aglio è stato utilizzato come anti infiammatorio e viene ancora largamente impiegato nei rimedi naturali. Il modo migliore per assorbire le sue proprietà sarebbe quello di mangiare un paio di spicchi a crudo, ma sappiamo che ha un odore e sapore molto forte. Per questo motivo spesso viene consigliato sotto forma di integratore alimentare. L’aglio ridurrà le infiammazioni a livello delle vie respiratorie, facilitando un sonno più tranquillo e aiutandoci a combattere l’apnea.  

Menta e miele

Miele

La menta con la sua azione anti infiammatoria ed il miele con la sua capacità lenitiva, sono un rimedio naturale combinato molto indicato prima di andare a dormire. Se abbiamo della menta fresca possiamo creare il nostro infuso home made, altrimenti esistono in commercio molte tisane alla menta pronte da essere bevute. Aggiungiamo uno o due cucchiaini di miele e l’effetto rilassante sarà completo.  

Questi rimedi naturali e molti altri, ti aiuteranno contro l’odiata apnea notturna. Facendo un po’ di prevenzione e cambiando il nostro stile di vita, saremo già a metà dell’opera, ma non è facile sconfiggere l’apnea completamente. Per questo motivo oltre ai 5 rimedi naturali che abbiamo visto, vi consigliamo di consultare il vostro medico per indicarvi la cura giusta per voi.