Allenati con lo zaino, il rucking è super trendy

01/12/2023

Rucking è il termine inglese che indica l’attività di camminare con uno zaino carico, tipica degli allenamenti militari. Si tratta di un esercizio semplice ma efficace, che può portare numerosi benefici per la salute fisica e mentale. Vediamo quali sono i vantaggi del rucking e come praticarlo in modo sicuro.

I benefici del rucking per il fisico

Il rucking è una forma di allenamento cardiovascolare, che aumenta la frequenza cardiaca e il consumo di ossigeno. Camminare con uno zaino pesante richiede infatti uno sforzo maggiore rispetto a camminare normalmente, e coinvolge diversi gruppi muscolari, come quelli delle gambe, dei glutei, della schiena e delle spalle. In questo modo, il rucking aiuta a bruciare calorie, a tonificare i muscoli e a migliorare la postura.

Un’attività contro lo stress

Il rucking ha anche dei benefici per la salute mentale, poiché favorisce la produzione di endorfine, gli ormoni del benessere. Camminare all’aria aperta, inoltre, aiuta a ridurre lo stress, a migliorare l’umore e a stimolare la creatività. Il rucking può essere anche un’occasione per socializzare con altre persone che condividono la stessa passione, o per esplorare nuovi luoghi e paesaggi.

rucking (ph. Pixabay)
rucking (ph. Pixabay)

Lo zaino adatto per allenarsi

Per praticare il rucking in modo sicuro, è importante seguire alcune precauzioni. Innanzitutto, bisogna scegliere uno zaino adatto, che sia comodo, resistente e che distribuisca il peso in modo uniforme sulle spalle. Il peso dello zaino non deve superare il 10-15% del proprio peso corporeo, per evitare di sovraccaricare le articolazioni e la colonna vertebrale. Inoltre, bisogna regolare le cinghie dello zaino in modo che sia ben aderente al corpo e non si muova troppo durante la camminata.


Leggi anche: Zaini per la scuola, modelli e prezzi

Calibrare gli allenamenti

Per quanto riguarda la durata e l’intensità delle sessioni, si consiglia di iniziare gradualmente e di ascoltare il proprio corpo. Si può partire da una camminata di 30 minuti a passo moderato, con uno zaino leggero, e poi aumentare progressivamente il tempo, il peso e la velocità. Si può anche variare il percorso, scegliendo strade più o meno pianeggianti o con salite e discese. L’importante è mantenere una respirazione regolare e una postura corretta.

Abbigliamento adeguato e occhio all’idratazione

Il rucking è un’attività adatta a tutti, purché non ci siano controindicazioni mediche specifiche. Prima di iniziare, è bene consultare il proprio medico di fiducia e fare un controllo del proprio stato di salute. Questa attività può essere praticata in qualsiasi stagione dell’anno, ma è bene vestirsi in modo adeguato al clima e all’ambiente. Infine, non dimenticate di portare con voi una bottiglia d’acqua per idratarvi durante la camminata.

Foto copertina: Credit Pixabay