Un assaggio d’Irlanda in autunno

Che siate amanti della natura, delle bellezze storiche e culturali o delle tradizioni locali, l’Irlanda è il posto giusto per voi. Anche in autunno!

Che si tratti di un long weekend o di una settimana di break, programmare un tour in autunno in Irlanda è l’occasione giusta. L’occasione per scoprire un Paese ricco di tradizioni popolari e leggende risalenti alle popolazioni celtiche. Nonché patria di rinomati scrittori. Tra antichi castelli, paesaggi dal foliage multicolore accarezzati dai venti, immense distese di prati, dolci colline e alte scogliere, l’Irlanda è un paese da scoprire.

Irlanda, un’idea di tour

I viaggi in Irlanda, tra vicende storiche, antichi eroi e miti, permettono di vivere esperienze indimenticabili anche grazie alla vivacità che anima le città principali. E all’ospitalità degli irlandesi, fortemente legati alle tradizioni, che celebrano con feste e momenti di folclore.

Ovviamente sarà difficile visitare tutto in pochi giorni, per questo vogliamo suggerirvi alcune mete imprescindibili e altre meno scontate per accontentare tutti. Coloro che amano scoprire più gli aspetti storici e culturali del paese che visitano, chi preferisce dedicarsi alla scoperta delle bellezza naturali e chi, ancora, vuole entrare nel vivo delle tradizioni locali. Pronti a partire? Iniziamo il viaggio…


Tintern-Abbey-Co-Wexford @Ireland.com

Dublino

Una visita in Irlanda, definita anche la terra delle “40 sfumature di verde”, non può prescindere da Dublino, capitale dell’isola e centro nevralgico di cultura, architettura e storia. Per scoprire il patrimonio culturale e artistico della città il Trinity College è sicuramente uno dei suoi luoghi iconici. L’affascinate campus che risale al 1592 e in cui hanno studiato le menti più eccelse della città come Bram Stoker, Oscar Wilde e Jonathan Swift. Nella sua spettacolare biblioteca contiene il Book of Kells, il manoscritto più antico, e la Long Room, il lungo corridoio con ampi archi che custodisce circa 200.000 libri.

Trinity College ©Pixabay

A pochi passi dal Trinity College, si trova la National Gallery of Ireland che ospita oltre 2.500 dipinti europei e irlandesi. Tra cui un’acclamata collezione di opere del pittore irlandese Jack B. Yeats, di suo padre John Butler e di altri membri della famiglia. Nei pressi non può mancare una visita alla statua di Molly Malone, protagonista, insieme alla sua carriola, del canto popolare “Cockles and Mussels”. Diventato una specie di inno non ufficiale della città di Dublino e che l’ha resa uno dei simboli più familiari della capitale.

Da non perdere poi, sempre a Dublino, EPIC, il museo dedicato all’emigrazione irlandese, situato nel quartiere Docklands e incoronato come attrazione turistica leader in Europa 2019. Il museo ha ottenuto l’ambito riconoscimento ai prestigiosi World Travel Awards – gli Oscar del settore dei viaggi – davanti a 14 candidati selezionati.

EPIC è il primo museo al mondo interamente digitale che racchiude 1.500 anni di storia irlandese. È una presentazione eccellente, interattiva e visivamente spettacolare su come, dove e perché gli irlandesi sono emigrati. Non si tratta di un tipico museo. EPIC è una vera esperienza museale distribuita su 20 gallerie interattive che rivelano il vasto impatto che la storia irlandese ha avuto sul mondo, grazie a 10 milioni di uomini e donne irlandesi che hanno lasciato l’Irlanda.

Per gli amanti della storia

Castelli mozzafiato, tombe a corridoio più antiche delle piramidi, manieri aristocratici e rigogliosi paesaggi verdeggianti. È l’Ancient Est che racchiude 5.000 anni di storia in 17 contee.

Si può cominciare questo affascinante tour da Newgrange (Contea di Meath), a una cinquantina di chilometri a nord di Dublino. Qui sorge uno dei più grandi tesori del mondo antico. Costruita nel 3200 a.C., Newgrange è una tomba a corridoio più antica delle piramidi e altrettanto misteriosa: il segreto che rivela ogni anno al solstizio d’inverno è qualcosa di straordinario.

Potete poi proseguire per Rock of Cashel (Contea di Tipperary), con la sua posizione su un’altissima roccia. La leggenda narra essere caduta direttamente dalla bocca del diavolo. Qui, Santi convertirono Re e si svolsero brutali massacri. Luogo sacro, capolavoro medievale ed eterna icona. Non si tratta di una roccia come le altre e vale la pena di essere vista.

Rock of Cashel ©Ireland.com

Da non perdere poi Castletown House (Contea di Kildare), il primo e il più grande maniero palladiano d’Irlanda. Questa residenza di ispirazione rinascimentale è situata in una tenuta con graziose passeggiate lungo il fiume e un parco aperto. Un altro castello da visitare è Trim Castle (Contea di Meath). Costruito nel XII secolo da Hugh de Lacy, Lord of Meath, è il più grande castello anglo-normanno d’Irlanda e uno dei meglio conservati nelle isole britanniche. Questa imponente fortezza fece anche da sfondo al film del 1995 di Mel Gibson, Braveheart.

Trim Castle ©Ireland.com

Anche i fari sono luoghi molto affascinanti e uno dei più caratteristici dell’isola è il Faro di Hook Head (Contea Waterford), il più antico e originale ancora in funzione del mondo. I monaci furono i primi a tenere acceso questo faro bianco e nero 800 anni fa quando il conte di Pembroke lo costruì per avvisare i marinai del rischio di naufragio.

Curiosità: alcuni ritengono che si debba ringraziare il faro medievale di Hook Head per la frase “By hook or by crook” (che significa “con ogni mezzo necessario”).

Per gli amanti dei festival e delle tradizioni

Quest’autunno l’isola d’Irlanda si prepara a mettere in mostra il suo incredibile repertorio gastronomico grazie ad un nuovo grande evento. Taste the Island, una celebrazione dei cibi e delle bevande irlandesi.

Taste the Island si terrà in molteplici località di tutta l’isola, per mostrare e soprattutto far assaggiare prodotti gastronomici e bevande che si producono in Irlanda. L’iniziativa è la prima del suo genere nell’isola e si terrà dal 6 settembre al 30 novembre, cominciando con il festival A Taste of West Cork con i suoi oltre 250 eventi.

Produttori artigianali e chef di fama mondiale, si ritroveranno nelle cucine di tutta l’isola. Con oltre 500 esperienze legate alla gastronomia, come visite a distillerie e birrifici, workshop pratici, mercati contadini e centinaia di opportunità di incontrare i produttori e coloro che utilizzano i freschissimi ingredienti locali per trasformarli in sapori incredibili.

Alcuni degli eventi più attesi sono: Taste Causeway, una serie di tour lungo la costa della Contea di Antrim, lo Slow Food Festival, a Derry-Londonderry il 12 e 13 ottobre, esperienze di Wild Food Foraging, in cui i partecipanti raccolgono in natura e poi cucinano i loro ingredienti, e campionati di apertura delle ostriche.

Per gli amanti del brivido

È tempo di rispolverare il costume da fantasma e dirigersi verso Derry~Londonderry per vivere il lato oscuro dei festeggiamenti di Halloween più famosi al mondo.
Il famosissimo Hallowe’en festival di Derry, che quest’anno si tiene dal 26 ottobre al 1 novembre nella suggestiva città cinta da mura, offre un cartellone eccezionale di eventi.

Per celebrare le radici di Halloween, che affonda nella tradizione celtica di Samhain (pronunciato ‘Sow-in’), quando si riteneva che il confine tra questo mondo terreno e l’altro – quello ultraterreno – fosse più sottile, il tema del festival di quest’anno è The Other World Awakens – il risveglio dell’Altro Mondo.

Il programma comprende la magica installazione Museum of the Moon in esposizione presso la storica Guildhall, musica d’eccellenza con le Samhain Sessions, e ogni tipo di divertimento per famiglie con gli eventi del Little Horrors.

E anche quest’anno il popolarissimo evento Awakening the Walls tornerà ad illuminare per tre notti le seicentesche mura di Derry~Londonderry. Più di 40 installazioni e performance da parte di artisti internazionali e locali riporteranno in vita i fantasmi della città grazie a un percorso animato da entità sovrannaturali lungo i monumenti storici della città.

Il 31 ottobre il festival culminerà poi con la coloratissima Hallowe’en Carnival Parade, con performance di ballerini e circensi vestiti e accessoriati nei modi più spaventosi.

Hallowe’en Carnival Parade ©Ireland.com

Sia prima che durante e dopo i festeggiamenti da brivido di questo festival di Halloween, l’accogliente città di Derry~Londonderry offre tantissimo da fare: una visita alle famose mura, un tour dei musei, un selfie davanti al murale Derry Girls e un tuffo nella vitalità dei suoi bar e ristoranti.

E se resta un po’ di tempo, non dimenticate che Derry~Londonderry è la porta di accesso alla celebrata Causeway Coastal Route verso est e alla mozzafiato Wild Atlantic Way verso ovest.

Ti potrebbe interessare anche

Viaggi

11 mete alternative per viaggiatori temerari

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili
Viaggi

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili

Destinazioni consigliate a Ottobre: Giordania e Messico
Viaggi

Destinazioni consigliate a ottobre: Giordania e Messico

Formentera: cosa fare in caso di pioggia
Viaggi

Formentera: cosa fare in caso di pioggia

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Cammini in Italia con vista sul mare
Viaggi

Cammini in Italia con vista sul mare

Quando andare a New York: il periodo migliore
Viaggi

Quando andare a New York: il periodo migliore

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking
Viaggi

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking

Jet lag: come combatterlo efficacemente
Viaggi

Jet lag: come combatterlo efficacemente

Durante il vostro viaggio avete cambiato diversi fusi orari e avete mal di testa e sonnolenza? Ci sono diversi modi per combattere il jet lag, scopriamoli.

Leggi di più