Sapporo Giappone: cosa vedere nel capoluogo di Hokkaido

Sapporo Giappone: cosa vedere nel capoluogo di Hokkaido

Sapporo è il capoluogo dell’isola di Hokkaido, è la quinta città più grande del Giappone per numero di abitanti. Ecco cosa vedere.

-
02/11/2021

Il Giappone è un Paese affascinante, ricco di cultura e tradizioni millenarie. Oltre gli itinerari classici, che comprendono città come Tokyo, Kyoto e Osaka, il Giappone ha molto da offrire. Nell’estremo nord si trova, per esempio, l’isola di Hokkaido, con il suo capoluogo, Sapporo. Si tratta di un luogo ideale per gli amanti della natura selvaggia. Questa regione, infatti, è coperta da foreste, montagne, parchi nazionale, ma anche vulcani e sorgenti termali. Inoltre, è possibile visitare piccoli villaggi, dove scoprire le tradizioni della regione. Non mancano città moderne e ricche di attrazioni, come Sapporo. In estate, sull’isola fioriscono tanti tipi di fiori e nel mese di luglio lo spettacolo dei campi di lavanda trasforma Hokkaido in una piccola Provenza.

Sapporo: la quinta città del Giappone

Il capoluogo dell’isola di Hokkaido, Sapporo, è la quinta città più grande del Giappone per numero di abitanti. Una crescita sorprendente, se si pensa che nel 1857 in città vivevano soltanto sette persone. Lo sviluppo di Sapporo è legato alla colonizzazione dell’isola da parte del governo giapponese, che fece della città il centro amministrativo della regione. Per costruirla, si seguì il modello di Kyoto. Ancora oggi è possibile notare una certa somiglianza tra le due città, soprattutto per la rete stradale principale, a forma di scacchiera. Sapporo, pur trovandosi in una posizione remota e distante dalle città principali, è un centro dinamico. I visitatori troveranno cibo tradizionale, attrazioni culturali, ma anche negozi moderni e una vita notturna piuttosto movimentata. C’è chi usa la città come base prima di addentrarsi tra le montagne e le bellezze naturali della regione, ma Sapporo in realtà offre diverse attrazioni che vale la pena visitare.


Leggi anche: Come fare la birra senza glutine, la ricetta

Quando visitare Sapporo

L’inverno non è la stagione migliore per visitare Sapporo. Il clima, nei mesi invernali, è molto rigido e le temperature, che di media si aggirano sui -10°, possono scendere anche fino a -20°. Inoltre, può nevicare anche per due mesi consecutivi. In estate, invece, il termometro non supera mai i 25°. Ma al di là delle temperature, ogni stagione offre particolari attrazioni. Se non temete il freddo, il paesaggio innevato attrae migliaia di turisti ogni anno. A febbraio si tiene lo Snow Festival, un evento che attira così tanti visitatori che la popolazione della città, in quei giorni, raddoppia. In estate, grazie al clima mite, si svolgono molti festival, tra cui diverse feste della birra.

Cosa vedere a Sapporo: Torre dell’Orologio e il Parco Odori

La Torre dell’Orologio è uno dei simboli della città di Sapporo. Costruita nel 1878, oggi ospita un museo sulla storia della città e dell’edificio. A pochi passi dalla Clock Tower, nella parte orientale del Parco Odori, si trova la Torre della Tv. La Sapporo Tower è nata come torre per le radiocomunicazioni, ma oggi è un’attrazione turistica: dalla sua vetta (che si trova a circa 90 metri) si possono ammirare il Parco Odori e le montagne che incorniciano la città. Di sera, la torre è illuminata. Il Parco Odori, invece, è il polmone verde della città e la taglia in due. Il luogo, amatissimo dagli abitanti, è l’ideale per stare a contatto con la natura, organizzare un picnic o una lunga passeggiata, e prendere parte ai numerosi festival che si animano quest’area verde.


Potrebbe interessarti: Come conservare il lievito di birra

Cosa vedere a Sapporo: il villaggio storico

Una delle principali attrazioni di Sapporo è il villaggio storico dell’Hokkaido. Questo museo a cielo aperto ospita circa sessanta edifici, tutti ricostruiti nello stile dell’antico Hokkaido. Lo scopo è quello di far scoprire ai visitatori lo stile di vita che le città di questa regione avevano molti anni fa, a partire dal 1800 fino al 1930 circa. Il villaggio è suddiviso in quattro sezioni. In ognuna si trovano riproduzioni particolari: un villaggio agricolo, un antico centro urbano, un villaggio di pescatori e uno di montagna. Potrete ammirare gli interni delle case, arredate nello stile dell’epoca, e potrete spostarvi usando i mezzi del passato (carri trainati da cavalli e, in inverno, slitte). A pochi minuti dal villaggio si trova il Museo dell’Hokkaido, dove scoprirete la storia e le bellezze naturali della regione.

Il mercato e la Sapporo Factory

Uno dei mercati più grandi della città è il mercato Nijo, dove troverete circa 80 bancarelle di pesce. Ci sono poi diversi punti ristoro, dove gustare le specialità dell’Hokkaido, come uova di salmone, granchi e ricci di mare, o il donburi, tradizionale ciotola di riso condita con un mix di pesce fresco. Oltre al pesce, alcune bancarelle vendono frutta e verdura a ottimi prezzi. Per lo shopping, invece, c’è la Sapporo Factory, un grande complesso commerciale a cinque piani aperto nel 1993. Conta circa 160 negozi, tra negozi di abbigliamento, souvenir, bar e ristoranti.

Il quartiere notturno

Susukino è il quartiere notturno della città di Sapporo. Dopo il tramonto si accendono le insegne colorate e i cartelloni pubblicitari e le vie si affollano di gente del posto e turisti. Come ogni metropoli giapponese, anche Sapporo infatti ha il suo quartiere dedicato al divertimento serale: si tratta del più grande a nord di Tokyo. Qui troverete bar e ristoranti adatti a tutti i gusti ed esigenze, oltre a locali dove trascorrere il dopocena, come karaoke, pub, ma anche locali per adulti con spettacoli a luci rosse. Uno dei piatti tradizionali da guastare in questo quartiere è il ramen, a cui è dedicato un intero vicolo: Ganso Ramen Yokocho.

La fabbrica della birra

Tra le principali attrazioni c’è la fabbrica della birra. Il Giappone, com’è noto, è un importante produttore di birra e tra le qualità più famose di questa bevanda ci sono la Asahi, la Kirin e la Sapporo appunto. Quest’ultima prende il nome dalla città in cui viene prodotta ed è una delle più antiche del Paese. Lo stabilimento di produzione della città di Sapporo risale al 1877 e oggi è il primo e unico museo giapponese dedicato alla birra. Visitando questo edificio, con i classici mattoni rossi, potrete scoprire la storia della fabbrica, il processo di produzione della birra e lo sviluppo e diffusione di questa bevanda in Giappone. Per visitare al meglio la fabbrica, potete optare per un tour guidato, alla fine del quale potrete fare una degustazione delle diverse tipologie di birra. Accanto al museo c’è il Beer Garden, un’area dove troverete locali e ristoranti di ogni tipo.

Francesca Ceriani
  • Scrittore e Blogger