Quando andare a Bali: il periodo migliore

Quando andare a Bali: il periodo migliore

Bali è un’isola magnifica dalla natura incontaminata che ogni anno richiama migliaia di turisti. Scoprite qual è il periodo migliore per andare a Bali e cosa portare.

Bali è un’isola dell’Indonesia piccola, piccola. Poco più di 5 mila chilometri quadrati di superficie e una natura praticamente incontaminata. Sorge indiscreta in una striscia di terra a intermittenza, che si stende sinuosa in mezzo al mare. La sua dolce particolarità è di essere situata poco a Sud dell’equatore, fattore che la rende un’isola calda e accogliente. Il suo clima tropicale fa tutto il resto. Ma non è solo caldo e fantasia, perché anche qui capitano periodi non praticabili. Quando andare a Bali, quindi? Prima di partire per quest’isola meravigliosa, è necessario capire perfettamente qual è il periodo migliore in cui avventurarsi.

Bali e il turismo

Fin dalla notte dei tempi, e così fino agli anni Settanta, l’economia di Bali si è basata principalmente sull’agricoltura. Un’attività che resiste ancora oggi, tanto che sull’isola si producono ottimi cacao e caffè, riso in abbondanza, ma anche tè, spezie, caucciù. Oggi, però, in questa piccola provincia dell’Indonesia il turismo rappresenta il settore dal maggior indotto. I suoi visitatori provengono soprattutto dal resto dell’Asia e dall’Europa, ma anche tantissimi americani adorano il profumo fresco di questa terra, i mari limpidi e il cibo che passa dai campi alle tavole senza troppi fronzoli.

Costi e viaggio per Bali

Bali si trova, da un punto di vista orario, sei ore avanti rispetto all’Italia. Siamo praticamente dall’altra parte del mondo, lontani da tutto e tutti, a vivere una vacanza indimenticabile. E poco cara! I costi per il viaggio possono variare, ma, in media, in albergo si spendono circa 15 euro a notte, mentre un pranzo o una cena costano poco più di 3 euro. Quindi diciamo che le 15-20 di viaggio, qui, senza tormenti e con zero pensieri, si smaltiscono in fretta. Per entrare nel Paese, non serve alcuna vaccinazione. Son richiesti solo passaporto, biglietto aereo di andata e ritorno e un visto turistico che non superi i trenta giorni.

Una geografia

I turisti arrivano a frotte a Bali soprattutto per godere del suo mare e delle sue spiagge. Ma queste non sono le uniche caratteristiche dell’isola a forma di rombo, a metà strada tra Asia e Oceania. Infatti, la costa orientale e il centro dell’isola sono montagnose. Qui, infatti, si trova il monte più alto dell’isola (oltre 3 mila metri sul livello del mare), l’Agung, che è anche un vulcano attivo, anche se ha eruttato l’ultima volta nel 1963. A Sud, invece, il terreno si dissolve in una piana alluvionale, solcata da fiumi. Questi diventano secchi nella stagione secca, appunto, mentre esondano nel periodo delle piogge. Anche se piccola, quindi, a Bali c’è una fantastica concentrazione di natura variegata.

Il clima a Bali

A Bali il clima -che è anche il fattore da prendere in considerazione per capire quando andare a Bali e quale sia il periodo migliore- è, come anticipato, tropicale. In quella che per noi è la primavera o l’estate, a Bali si vive un periodo di grande siccità, perché piove poco o niente. Le grandi piogge, invece, arrivano in autunno, un po’ come da noi. Ad ogni modo le temperature rimangono stabili per tutto l’anno. Si aggirano, durante il giorno, sui 30 gradi e scendono a 23 di notte. I mesi più piovosi, tuttavia, restano quelli invernali: gennaio, febbraio e marzo in modo particolare.

Quando andare a Bali

Considerate queste premesse, il periodo migliore per andare a Bali è indubbiamente quello che va da giugno a settembre. Non c’è da sbagliarsi perché coincide perfettamente con la nostra estate. Bali, così, diventa una meta ideale per tutti coloro che, ad esempio, hanno le ferie ad agosto. In questi mesi le piogge sono praticamente assenti e le temperature oscillano tra i 23 e i 30 gradi. Anche l’umidità in questo periodo dell’anno a Bali è davvero ai suoi minimi, e l’aria dolce e respirabile. Solo l’acqua è più fresca in questo lasso di tempo: a differenza del periodo delle piogge, la sua temperatura è di 27 gradi, giusto due gradi in meno.

Il periodo peggiore per andare a Bali

Se vale da un lato -quando andare a Bali-, vale anche dall’altro: quando non andare a Bali. La stagione delle piogge a Bali è abbastanza lunga. Più temibile nei mesi invernali, non scherza nemmeno in autunno, con precipitazioni previste che vanno dai 90 mm di ottobre ai 290 di dicembre. Ma all’interno di questo lungo momento annuale di piogge, da novembre a maggio, si può identificare anche il periodo dei cicloni tropicali. Generalmente non toccano l’isola, ma, sfiorandola, contribuiscono ad aumentarne le piogge. E l’umidità, quindi. Motivo per cui possiamo considerare Bali impraticabile da ottobre a maggio.

Cosa portare

Una volta individuato il periodo migliore per andare a Bali, non resta che capire cosa portare con sé per affrontare le avventure che quest’isola presenta. Sicuramente serviranno vestiti estivi, comodi e leggeri. Meglio anche se sono larghi, in modo da evitare la sensazione di appiccicoso. Ovviamente, nonostante le temperature favorevoli, è bene avere con sé almeno uno o due capi pesanti, per proteggersi dalla leggera brezza della sera. Per la spiaggia, sono necessari, oltre ai costumi trendy, cappellino, occhiali da sole e crema solare. E, che siate amanti dell’avventura o meno, portate con voi un po’ di attrezzatura da trekking: non ve ne pentirete.

Cosa fare a Bali nel suo periodo migliore

A Bali non c’è solo da spaparanzarsi in spiaggia. È meraviglioso anche scoprire tutto ciò che c’è attorno, dalla natura alla cultura del luogo. Bali, infatti, ha una storia molto antica, con testimonianze archeologiche che risalgono anche al 3000 a.C. Cosa vedere? Sicuramente non si deve perdere il sito archeologico di Goa Gajan: circondato da antichissimi templi Indù, ha una caverna il cui ingresso raffigura la bocca del Dio Bhoma. Ma c’è anche la foresta delle scimmie, a Ubud, dove vivono ben 748 esemplari di scimmia. E, per sorprendervi ancora, c’è anche il parco delle farfalle, dove volano colori e fantasia.

Mangia, prega, ama

Bali è il luogo ideale in cui ritrovare il proprio centro secondo la formula magica recitata anche da un film: mangia, prega, ama. Il cibo di Bali, diverso da quello indonesiano, è freschissimo e leggero, ma molto saporito. La maggior parte degli alimenti si fanno marinare in pesti di curcuma, zenzero, peperoncino. E il risultato è pura magia, sia che si mangi in un tipico warung, sia che ci si conceda un ristorante di lusso. Tra questi, c’è anche il famoso Room 4 Dessert, dello chef Will Goldarb. Poteva aprire ovunque e ha aperto a Bali: questa è un’isola davvero magica.



Vacanze 2020 in barca a vela itinerari e organizzazione
Viaggi

Vacanze 2020 in barca a vela: itinerari e organizzazione

10 Covid Safe Hotel dove trascorrere vacanze sicure
Viaggi

10 Covid Safe Hotel dove trascorrere vacanze sicure

Noleggiare un'auto come si fa e consigli per risparmiare
Viaggi

Noleggiare un’auto: come si fa e consigli per risparmiare

Come risparmiare sui voli trucchi e dove prenotare
Viaggi

Come risparmiare sui voli: trucchi e dove prenotare

Estate 2020 scopri come risparmiare sugli alberghi
Viaggi

Estate 2020: scopri come risparmiare sugli alberghi

Le spiagge più belle della puglia
Viaggi

Le spiagge più belle della Puglia

Degustazioni vini le 10 migliori cantine in Italia
Viaggi

Degustazioni vini: le 10 migliori cantine in Italia

Dove andremo in vacanza quest'estate
Viaggi

Dove andremo in vacanza quest’estate

Avengers trama e protagonisti dei film della saga
TV

Avengers: trama e protagonisti dei film della saga

I protagonisti, gli attori e la trama della serie di film degli Avengers.

Leggi di più