Idee Weekend: Val di Magra, una gita tra borghi antichi e Vermentino

La meta ideale per due giorni tra il mare l'entroterra fatto di colline, in cui due culture regionali si fondono tra enogastronomia e tradizioni.

Val di Magra
Val di Magra
  • Val di Magra
  • Panorama del borgo di Castelnuovo Magra
  • Le vigne di vermentino della Val di Magra
  • L'uva del Vermentino ligure
  • foto aerea Castelnuovo Magra
  • enoteca pubblica Castelnuovo Magra
  • Castello dei Vescovi di Luni
  • Veduta della Val di Magra
  • Le degustazioni durante l'evento Benvenuto Vermentino si tengono begli atri dei palazzi settecenteschi di Castelnuovo Magra

La meta del nostro week end è la Val di Magra terra di confine tra Liguria e Toscana in provincia di La Spezia, luogo di borghi medievali, mare e…Vermentino. La particolare qualità di vino bianco coltivata in questa zona produttiva, una delle più antiche, acquista un sapore particolarmente sapido, grazie alla presenza delle vigne nella zona costiera.

Benvenuto Vermentino! Dal 23 al 25 maggio

Nel mese di maggio la visita a questa regione costiera si arricchisce anche di un evento per bongustai: Benvenuto Vermentino, dal 23 al 25 maggio, un week end dedicato a degustazioni libere di più di 100 etichette dei quattro territori di produzione d’eccellenza (Liguria, Sardegna, Corsica e Toscana) e delle cantine storiche di produzione di Castelnuovo Magra. Una buona occasione per conoscere i sapori dell’annata 2015 di Vermentino e accompagnarli con piatti tipici locali tra cui la prosciutta castelnovese da assaggiare con gli imperdibili sgabei, strisce di pasta fritta. Le degustazioni si terranno negli atri dei palazzi settecenteschi del borgo, occasione questa quindi anche per godere di architetture non sempre aperte al pubblico. Centro della manifestazione sarà in particolare via Dante, la via centrale lastricata in Arenaria. Altra eccellenza del territorio è l’olio d’oliva e dal 31 maggio al 1 giugno lo si celebra con la “XXVII Rassegna dell’olio di oliva e dei prodotti di qualità” .

Tra borghi medievali e valli

Castelnuovo Magra è un borgo di crinale suggestivo, in posizione panoramica sul monte Bastione, che consente una splendida visuale sulla costa ligure e sulla Val di Vara. In una visita al suo centro storico non si può mancare di  vedere il palazzo Amati -Ingolotti- Cornelio del XVIII secolo, sede del Comune che offre un giardino pensile del ‘700 con un panorama mozzafiato tra vallata e uno scorcio di mare.  Il giardino pensile è una caratteristica delle abitazioni di questa zona, poter godere di una vista del panorama dall’alto permetterà di osservare questa peculiarità. Vicino al Municipio proprio nel mese di maggio riaprirà dopo i restauri la torre medievale chiusa pubblico da circa un secolo. Per gli amanti della letteratura questo borgo ha un significato speciale in quanto è stato il luogo dove Dante Alighieri, giunto qui in veste politica, fu mediatore di una stipula di pace. La sede di quest’azione diplomatica fu il Castello dei Vescovi Conti di Luni nel 1306.

Purtroppo una delle più belle attrazioni del borgo, la storica enoteca pubblica della Liguria e della Lunigiana, dove sono ancora presenti le vasche in marmo usate fin dal XVIII secolo per conservare l’olio d’oliva. A causa di una scossa di terremoto non è agibile da tempo e non è possibile visitarla.

Proseguendo la gita nella Val di Magra

Da Castelnuovo Magra, la visita della Val di Magra prosegue verso Sarzana, sulle orme dell’antica via Fracigena che collegava in nord Europa con la città di Roma. Percorrendo una strada panoramica fuori dalle mura della città, si raggiunge il suggestivo Castello di Sarzanello circondato da un grande fossato.Una visita la meritano i sotterranei che come un labirinto si snodano a zig zag sotto la fortezza. Si può proseguire per la Toscana e raggiungere il borgo di Fonsdinovo, dominato anch’esso da un castello in collina, che offre ai suoi visitatori il Museo della Resistenza. Questi luoghi dai borghi medievali incantati sono infatti stati teatro di scontri significativi durante la Seconda Guerra Mondiale.

La città sommersa

Per chi vuole spingersi in entroterra consigliamo un luogo magico: la città sommersa nel Lago di Vagli, in provincia di Lucca, a un’ora e mezza circa da qui. Il Lago artificiale di Vagli è stato realizzato in seguito alla costruzione di una diga che ha costretto ad allagare in valle la città di Fabbriche di Careggine spostando gli abitanti nella vicina Vagli Sotto. Questa Atlantide italiana ogni dieci anni dovrebbe essere riportata alla luce per lavori di manutenzione ed è possibile visitarla.  Purtroppo l’ultimo reale svuotamento è stato nel 1994, ma portò con sé un flusso turistico incredibile da tutto il mondo che fece comprendere alle autorità locali il potenziale di questo luogo. Ad oggi si aspetta l’evento e si stanno studiando delle tecnologie per rendere visibile questo tesoro sommerso ai turisti tutto l’anno. Restiamo in attesa dunque di buone nuove sperando di poter passeggiare presto tra i resti ben conservati di questo paese.

Là dove mare e fiume si incontrano

A una mezzora di strada da Fonsdinovo, si può raggiungere la costa e la suggestiva cittadina di Bocca di Magra, dove fiume Magra e mare si incontrano. Qui vicino, nella località di Ameglia si può passeggiare lungo il fiume, godersi le spiagge tra cui quella di Punta Corvo, inserita da Legambiente tra le undici più belle d’Italia. A solo mezz’ora di strada dal borgo del Vermentino si giunge alla città di La Spezia, sul mare. Una passeggiata sul lungo mare è consigliata insieme a un pranzo a base di pesce, ma non bisogna perdere una visita al Castello di San Giorgio, dove è bello anche solo passeggiare sulle scalinate esterne e godersi il panorama.


Vedi altri articoli su: Viaggi |