Dove vedere gli elefanti: i migliori posti al mondo

Dove vedere gli elefanti: i migliori posti al mondo

Gli elefanti sono gli animali terrestri più grandi e, naturalmente, i più pesanti. In alcuni Paesi dell’Asia e dell’Africa è possibile vedere gli elefanti dal vivo

Chi non ha mai sognato di vedere dal vivo, nel loro habitat naturale, gli elefanti? L’elefante africano è l’animale terrestre più grande e, naturalmente, il più pesante. Un esemplare adulto può arrivare a pesare fino a 7 tonnellate e ha bisogno di ingerire circa 200 chili di cibo (vegetale) al giorno. Per questo motivo, dedica circa 16 ore della sua giornata alla ricerca di cibo. Questi mammiferi sono noti anche per la loro intelligenza e per la loro indole pacifica. In alcuni posti del mondo è possibile osservarli in natura, e non dentro a una gabbia, come succede negli zoo. Con qualche accortezza, potete quindi organizzare un viaggio che vi consentirà di ammirare questi splendidi animali in contesti naturali meravigliosi.

Dove vedere gli elefanti: qualche consiglio preliminare

Prima di organizzare la vostra vacanza, dovete raccogliere alcune informazioni sui luoghi in cui è possibile ammirare gli elefanti. Assicuratevi innanzitutto che nella riserva naturale che intendete visitare gli animali non vengano sottoposti ad atti di crudeltà o vivano in condizioni inadatte. Optate quindi per riserve e santuari che offrono un modo naturale ed etico per osservare queste incredibili creature. Naturalmente il modo ideale per osservare gli elefanti dovrebbe essere allo stato brado, ma questo spesso è impossibile. Alcuni centri si occupano del recupero di elefanti tratti in salvo da attrazioni (zoo, circhi, templi) o animali rimasti orfani o feriti. Questi santuari e centri di salvataggio e riabilitazione, spesso sopperiscono ai costi delle cure aprendo le loro porte ai turisti. Tuttavia non tutti questi centri sono davvero etici come sostengono. Evitate quelli in cui si promuovono cavalcate, spettacoli, esibizioni e qualunque altro comportamento innaturale.

Santuari e centri etici dove vedere gli elefanti

Optate quindi per la visita in santuari e centri di salvataggio etici, che ospitano quegli elefanti non ancora pronti per tornare allo stato brado. La Thailandia è il Paese più consigliato per osservare queste meravigliose creature del mondo animale. Qui l’elefante è venerato ed è considerato un simbolo nazionale: il 13 marzo è stata istituita una giornata nazionale dedicata all’elefante. In questa occasione si organizzano feste ed eventi in tutte le città della Thailandia. Non risulta quindi strano che il Paese sia ricco di santuari dove è data la possibilità ai turisti di avvicinare queste creature e godere della loro bellezza. Anche l’Africa, dove vive l’elefante africano, è l’ideale per osservare questo mammifero. Vediamo quindi i posti migliori dove osservare da vicino e in modo etico il pachiderma terrestre più grande al mondo.

Progetto ‘Elephant Valley’ in Cambogia

Questa ONG cambogiana certificata ha i più elevati standard etici di benessere degli animali nel sud-est asiatico. Si mette al primo posto la salute degli elefanti e l’unica esperienza che offrono ai visitatori è quella dell’osservazione. Gli animali, dunque, continueranno a comportarsi in modo naturale, senza poter essere avvicinati o importunati dai turisti.

Elephant Nature Park, Thailandia

Dato che in Thailandia, alcuni servizi turistici legati agli incontri con gli elefanti possono essere spesso legati all’abuso degli animali stessi, vi consigliamo di visitare la provincia di Chiang Mai, nel nord del Paese, come scelta sicura ed etica. Qui si trova l’Elephant Nature Park: questo santuario funge da rifugio per gli elefanti salvati. Non potrete cavalcare gli animali, come accade in altri parchi, e non si organizzano esibizioni per turisti. È però permesso ai visitatori di camminare con gli elefanti, di giocare con loro e persino di fargli il bagno. Un’esperienza davvero unica, all’insegna del rispetto dell’ambiente naturale e dei suoi abitanti.

Phuket Elephant Sanctuary

Il santuario di Phuket è uno dei migliori della Thailandia sia per le esperienze che offre sia per il trattamento etico degli animali che ospita. Gli elefanti, infatti, vagano liberi nel loro habitat naturale. Possono anche fare il bagno liberamente, senza essere disturbati dai turisti. L’unica interazione concessa ai visitatori è durante il momento dell’alimentazione. Questo parco è così famoso e riconosciuto come tra i migliori del mondo, che altre riserve copiano il suo nome sugli opuscoli per attrarre visitatori. Ma va sottolineato che questo santuario non è affiliato con nessun altro parco dell’isola. Assicuratevi quindi di finire nel posto giusto.

Friends of the Asian Elephant Hospital, Lampang, Thailandia

Un posto unico nel suo genere: l’ospedale Friends of the Asian Elephant apre la strada a nuovi metodi e tecnologie per curare gli elefanti malati o feriti. Si tratta del primo ospedale di questo tipo in Thailandia. Fate attenzione a non confondervi con il Thai Elephant Conservation Centre, sempre a Lampang, dove gli elefanti vengono fatti esibire in spettacoli preparati appositamente per i turisti.

Parco Nazionale del Tarangire, Tanzania

Il Parco Nazionale del Tarangire è sicuramente un luogo da non perdere se state viaggiando in Tanzania. È famoso per i suoi imponenti alberi di baobab e per il suo impegno nel sostentamento di una vasta popolazione di elefanti africani. Durante la stagione secca, gli elefanti si fanno strada verso l’unica risorsa d’acqua presente, il fiume Tarangire, dove appunto le probabilità di poterli incontrare diventa molto alta. In questo parco si organizzano dei safari che vi consentiranno di osservare da vicino i gruppi di elefanti, ma anche altri animali, come kudu, maggiori e minori, struzzi, facoceri, impale, leoni, leopardi, ghepardi e bufali. In questo parco è possibile ammirare tra i 500 e i 1.000 esemplari di elefanti al giorno.

MandaLao Sanctuary, Laos

Sede di un piccolo numero di elefanti salvati dall’industria forestale, qui non troverete giostre o intrattenimenti forzati. I visitatori possono camminare attraverso la foresta assieme agli elefanti, guardarli fare il bagno e dar loro da mangiare (anche se gli elefanti foraggiano oltre il 50% del loro cibo quotidiano). Il lavoro che stanno svolgendo in questo santuario del Laos è quello di preparare gli animali per essere reintrodotti in natura.

Parco Nazionale Hwange, Zimbabwe

Il bracconaggio è una vera e propria minaccia che sta decimando la popolazione degli elefanti in tutto il continente africano. Ma fortunatamente esistono delle bellissime realtà dove si cerca di salvare gli esemplari di elefanti e proteggerli. Il Parco Nazionale Hwange è il più grande dello Zimbawe. Non è recintato e, nonostante sia stato oggetto di alcuni attacchi da parte dei bracconieri, negli ultimi 75 anni la sua popolazione di 44.000 elefanti sta crescendo costantemente. Oltre agli elefanti, durante il vostro safari potrete ammirare altre 100 specie di mammiferi e una grande varietà di volatili (circa 400). Inoltre, il Parco si trova a soli 100 chilometri dalle Cascate Vittoria: uno spettacolo imperdibile.



Casablanca Marocco
Viaggi

Casablanca Marocco: dove si trova e cosa vedere

i castelli più belli in Francia
Viaggi

Castelli francesi: i castelli più belli in Francia

Posti romantici Toscana
Viaggi

Posti romantici Toscana: luoghi per una fuga romantica

Viaggi

Dove fare Forest Bathing e rigenerarsi

Mete da evitare a settembre
Viaggi

Mete da evitare a settembre

Destinazioni consigliate a settembre
Viaggi

Destinazioni consigliate a settembre: Africa e Medio Oriente

Perché il Mar Rosso si chiama così
Viaggi

Perché il Mar Rosso si chiama così

Piatti tipici da mangiare a Capo Verde
Viaggi

Piatti tipici da mangiare a Capo Verde