Il video-messaggio di Marina per il capo: mi licenzio!

Come licenziarsi dal lavoro e ritrovare la propria vita con simpatia, creatività e ironia. Lo ha fatto Marina, venticinquenne americana che lavorava a Taiwan

Marina Shifrin

Nel 1980 fece un grande successo il film Nine to five, che in italiano fu distribuito come Dalle 9 alle 5 orario continuato e che raccontava le vicende lavorative di tre segretarie di una multinazionale – Jane Fonda, Dolly Parton e Lily Tomlin – stressate dal loro capufficio e dalla rigida routine del loro lavoro. Ne nacque anche un fortunato sequel televisivo a testimonianza di come l’argomento fosse sentito dal pubblico come estremamente vicino alla propria quotidianità.

Trent’anni dopo sembra proprio che poco o nulla sia cambiato. Infatti, quante tra voi hanno un capo insopportabile, un lavoro che le opprime o un compito da svolgere che non rende giustizia alla propria creatività e capacità? Quante di voi vorrebbero andarsene dal tran tran lavorativo magari con un gesto eclatante e spettacolare? Un sogno? Forse. Però c’è qualcuno che lo ha fatto sul serio. Si chiama Marina ed è una “emigrante” statunitense che lavora – o meglio, lavorava – in una multinazionale di Taiwan. Si occupava di video. E ha comunicato al suo capo le sue dimissioni in maniera decisamente originale!

17 ore di lavoro al giorno? Basta!

Come? Beh, è presto detto. Marina Shifrin ha 25 anni e da due lavora per il colosso Taiwanese della comunicazione Next Media Animation. La sua specialità? Rimanere per ore e ore davanti al web e ai social network per monitorare il traffico della rete e individuare e diffondere i video virali sul web. Un’occupazione che, è lei stessa a confessarlo, l’ha costretta a sacrificare la sua vita extra-lavorativa, gli amici, gli affetti, la famiglia. E in più il suo capo non faceva altro che misurarla in base al numero di click che raccoglieva con i suoi video. Il tutto per una media di 17 ore al giorno. Ebbene, oppresse dal lavoro di tutto il mondo, udite: Marina ha detto basta e ha deciso di tornare a casa negli Stati Uniti ritrovando la sua vita. Ma come dirlo al proprio capo, preoccupato solo della popolarità delle sue clip sul web? Ma con un video, ovviamente. Che è diventato subito virale. Godetevelo!

Marina e le sue seguaci

“Lavoro per una terribile azienda che produce video news. Per quasi due anni ho sacrificato il mio tempo, la mia energia e le mie relazioni per questo lavoro e il mio capo si preoccupa solo di quante visite ottiene ogni video. Così ho pensato: vorrei fare un video tutto mio, concentrandomi per una volta sul suo contenuto anziché preoccuparsi se e quanti lo guardano! Ah, e per far sapere al mio capo che mi licenzio”. Ha aspettato le 4 e 30 del mattino e, sola in ufficio, Marina ha comunicato la sua decisione cantando e ballando in mezzo alle scrivanie vuote e disordinate di un tipico ufficio openspace sulle note di Gone, la canzone di Kanye West. Il risultato è senza dubbio divertente e originale ed essendo diventato in breve popolarissimo sul web e condiviso in numerosi network, avrà fatto contento anche il capo di Marina!

La risposta dell’azienda infatti non si è fatta attendere. Alle dimissioni della dipendente è seguito prontamente un video in cui boss e colleghi ballano annunciando che “se lei va via, noi assumiamo!”. Semplice scimmiottamento o strategia vincente per sfruttare la visibilità offerta?

Non solo molti milioni di persone hanno visto il video di Marina, ma come potete apprezzare di seguito, non sono mancati nemmeno i proseliti… Un vero e proprio fenomeno virale!


Vedi altri articoli su: Attualità | Lavoro |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *