Primavera sulla neve

3 attività da fare assolutamente prima del disgelo: sleddog ciaspole e slittino. Siete pronte?

La ciaspolata di primavera è una delle attività più divertenti da fare in montagna approfittando delle ultime nevicate.
La ciaspolata di primavera è una delle attività più divertenti da fare in montagna approfittando delle ultime nevicate.
  • La ciaspolata di primavera è una delle attività più divertenti da fare in montagna approfittando delle ultime nevicate.
  • Con le ciaspe si esce dai soliti percorsi sciistici e si scoprono paesaggi meravigliosi.
  • Un centro per lo sleddog a Passo Coe (Folgaria).
  • La muta aspetta un piccolo musher che la guidi.
  • Lo sleddog arriva anche sulle Alpi.
  • Lo sleddog è perfetto per i bambini.
  • Gioco e riposo in un momento di pausa.
  • In linea perfetta attendendo gli ordini del musher.
  • I cani sono generalmente Alaskan Husky, Siberian Husky, Alaskan Malamute, Samoiedo o incroci di queste razze .
  • Alto Adige: le ciaspole per godersi il panorama.
  • Le ciaspole come diversivo alle piste.

La primavera, soprattutto negli ultimi anni, è uno dei momenti di maggior soddisfazione per gli amanti della neve. Purtroppo, nonostante le migliori nevicate cadano dopo il consueto periodo delle vacanze invernali, gli impianti sciistici hanno quasi sempre delle date di chiusura impianti da rispettare, lasciando con un palmo di naso chi continuerebbe a scivolare sui pendii con qualsiasi genere di strumento ai piedi (se invece non avete ancora imparato a sciare ma vorreste farlo non è mai troppo tardi, seguite tutti i consigli di UnaDonna sulla Neve per principianti).

Come godersi allora la primavera sulla neve? Con i bambini ho scoperto lo sleddog, uno sport d’origine nordica – in Alaska è sport nazionale – che si sta diffondendo lentamente anche sul nostro arco alpino. Si tratta di padroneggiare l’arte del mushing, ovvero la capacità di gestire una slitta trainata da una muta di cani.

L’impatto è molto emozionante: i cani sono generalmente Alaskan Husky, Siberian Husky, Alaskan Malamute, Samoiedo o incroci di queste razze particolarmente vocate al tiro della slitta, perché forti, resistenti e con un carattere particolare. I cani sono molto più importanti dell’uomo e, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non sono maltrattati e non vedono l’ora di correre. È proprio il musher, l’uomo che sta sopra la slitta, a fare attenzione che siano ben allenati, nutriti e che non si affatichino troppo, creando un “team” in cui ciascun elemento ha una posizione specifica in base a età, forza e temperamento.

Tante le guide sulla montagna e le Dolomiti pubblicate da Morellini Editore.
Nonostante lo sleddog sia adattissimo ai bambini – che sono sicuramente i più colpiti dall’esperienza di entrare in contatto contemporaneamente con la natura e una delle sue forze – per un adulto è molto faticoso perché la slitta non ti trasporta placidamente. Per guidare una slitta devi correre, spingere, camminare nella neve alta e riuscire a mantenere l’equilibrio, per non parlare della fatica mentale di imparare i comandi e farli eseguire.
Partendo dal presupposto che un amante della montagna e della natura dovrebbe regalarsi questa esperienza, dove trovare un centro per lo sleddog? In Trentino, sull’Alpe Cimbra (Folgaria Lavarone Luserna), in Val di Sole e Andalo, in Valtellina, Adamello-Tonale e in Valle d’Aosta.

La neve primaverile benedice anche le Dolomiti. In questo caso vi consiglio due piccole guide molto divertenti, entrambe edite da Morellini: Escursioni con le ciaspole in Alto Adige, Guida ai 60 itinerari più belli (di Oswald Stimpfl e Georg Oberrauch) e Le più belle piste da slittino dell’Alto Adige (di Ariane Löbert e Willy Tschager) in cui sono censite 64 discese per tutti i livelli di abilità, in posti mozzafiato. Per scoprire la montagna e allontanandosi dalla confusione di impianti e piste da sci, avere una guida in tasca è una buona idea, sia se si vuole affrontare una giornata da sportivi sia se si desidera semplicemente attraversare un paesaggio incantato, godersi il panorama e le piacevoli soste in baita, o scivolare per piste naturali e battute da pochi.


Vedi altri articoli su: Sport Femminili |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *