Natale a Napoli: i mercatini di San Gregorio Armeno

L’atmosfera natalizia si avvicina e la città di Napoli già da tempo si colora di mercatini e botteghe dove si respira un’aria suggestiva e ricca di emozioni

un negozio tipico del mercatino allestito in Via San Gregorio Armeno

Napoli e la sua bellissima Via San Gregorio Armeno vive tutto l’anno, 365 giorni su 365, la magia del Natale grazie alle pittoresche botteghe artigiane che lungo la strada si aprono ai visitatori che vi si recano con entusiasmo e tanta curiosità per ammirare l’arte presepiale più antica d’Italia.
Colori, luci, musiche e tanta allegria caratterizzano il mercatino del Natale più rinomato e conosciuto che ogni anno conta migliaia di persone provenienti anche dall’estero. Una vera e propria attrazione turistica la deliziosa Via San Gregorio Armeno, a cui si unisce la particolarità di essere un luogo in cui primeggia da protagonista la manifattura e la bravura manuale degli artigiani locali, maestri dell’arte ceramica e non solo.

Una visita alla vivace Via San Gregorio Armeno a Spaccanapoli è una tappa obbligatoria per chi si accinge a preparare il presepe e che crede fortemente nel valore simbolico e religioso di questa tradizione. Nei mesi più affollati, novembre e dicembre, per raggiungere Spaccanapoli ed i mercatini, occorre seguire le indicazioni specifiche che il Comune di Napoli mette a disposizione dei visitatori per agevolare il transito, privilegiando i percorsi pedonali indicati nelle vie del centro e gli autobus che fanno da spola dai capolinea principali all’inizio della Via San Gregorio Armeno.

Esposizioni di vere opere d’arte

La via è interamente animata da piccole botteghe, negozi e bancarelle che offrono al visitatore una miriade di manufatti in cartone e sughero, oggetti di ogni genere, accessori e statuine in terracotta dipinte a mano, tutti elementi indispensabili per colmare il presepe come tradizione detta oramai da secoli.
Sono divenute protagoniste di queste bancarelle anche le statuine raffiguranti personaggi politici o vip che spiccano nell’attualità nostrana e che “meritano” un posto rilevante nella moltitudine di personaggi che popolano Via San Gregorio Armeno accanto ai Magi, alla Sacra Famiglia ed ai pastori.

L’aspetto più interessante di questi mercatini è che i maestri artigiani che realizzano le statuine in terracotta dispensano consigli ai clienti su cosa scegliere, come posizionarli nel presepe e svelano il loro significati. Infatti ogni personaggio del presepe, escluse le presenze importanti come la Sacra Famiglia, i Magi, il bue e l’asinello,  ha una valenza simbolica specifica, come il monaco questuante o gli scrivani, la zingara pagana o i mendicanti in ginocchio…Senza queste presenze tipiche, seppur moderne, il presepe napoletano perderebbe ogni sua valenza e basti pensare che per popolare in maniera completa una scenografia presepiale secondo i canoni moderni ci sarebbero circa 10mila personaggi da posizionare per dare vita ad un presepe suggestivo!


Vedi altri articoli su: Vacanze Natale | Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *