Misao Okawa: la donna più vecchia del mondo compie 117 anni

Misao Okawa, nonostante una vita a cavallo di tre secoli, assicura di non sentire affatto il peso dell'età. Nata a Osaka nel 1898 racconta che "il riposo e la dieta variegata" sono il segreto della sua longevità.

117 candeline: è giapponese la donna più vecchia del mondo secondo il Guinness dei Primati. Misao Okawa, nonostante una vita a cavallo di tre secoli, assicura di non sentire affatto il peso dell’età. Se non fosse per qualche piccolo problema di udito di deambulazione, che la costringe a muoversi grazie a una sedia a rotelle.

Avvolta in un kimono rosa decorato con le stampe della ormai prossima fioritura del ciliegio, il sakura, e i capelli raccolti un fermacapelli a forma di margherita rosa, la signora ha spento le candeline nella casa di riposo di Osaka, dove vive da qualche tempo, circondata da amici e parenti, tra cui i quattro nipoti e i sei pronipoti. In prima fila il maggiore dei suoi tre figli, Hiroshi, che a 92 anni sembra aver ereditato dalla mamma i geni della longevità. In occasione del suo compleanno il sindaco della municipalità locale ha voluto farle personalmente gli auguri e offrirle dei fiori.

Nata a Osaka il 5 marzo del 1898 in una famiglia di sarti di kimono, la donna si è sposata quasi un secolo fa, nel 1919. Un’unione da cui sono nati due femmine e un maschio. Suo marito, Yukio, è morto nel 1931. Il segreto di una vita così lunga? “Me lo chiedo anche io ha risposto la donna ai giornalisti di una tv nipponica. L’anno scorso Misao aveva attribuito la responsabilità all'”abbondante riposo e a una dieta variegata”. Una spiegazione su cui sembrano concordare anche gli esperti che si interrogano sul fenomeno. Alle tv ha detto che mangia tre pasti al giorno, in particolare ramen e stufato sono i suoi piatti preferiti, e dorme mediamente 15 ore per notte.

Nel suo paese Misao è in buona compagnia: secondo i dati ufficiali riportati dal quotidiano nipponico Asahi Shimbum, il Giappone conta tra la sua popolazione oltre 58mila ultracentenari, l’87% dei quali sono donne. Grazie anche a un sistema sanitario eccellente e a una pensione generosa, sostengono gli analisti, nel 2013 l’aspettativa di vita per le donne giapponesi si è attestata a 86,6 anni, la più alta al mondo, mentre per gli uomini si sono dovuti accontentare di toccare in media gli 80,2 anni. Vive nel Sol Levante anche l’uomo più vecchio del mondo, Sakari Momoi, 112 anni, di Tokyo: ex professore di chimica agraria di liceo, vive in un istituto di assistenza sanitaria, mangia in autonomia e partecipa alle attività sociali come il lancia della palla o la calligrafia.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *