Le dieci spiagge da non perdere

Una selezione di Tripadvisor diventa un viaggio virtuale in dieci luoghi incredibili che almeno una volta è necessario visitare…

Hidden Beach, Isole Marieta, Mexico
Hidden Beach, Isole Marieta, Mexico
  • Hidden Beach, Isole Marieta, Mexico
  • Liao Hé Beach, Manciuria, Cina
  • Liao Hé Beach, Manciuria, Cina
  • Zlatni Rat, Isola di Brac, Croazia
  • Zlatni Rat, Isola di Brac, Croazia
  • Jökulsárlón Lagoon, Islanda
  • Jökulsárlón Lagoon, Islanda
  • Horseshoe Bay Beach, Bermuda
  • Horseshoe Bay Beach, Bermuda
  • Glass Beach, Fort Bragg, California
  • Glass Beach, Fort Bragg, California
  • Driftwood Beach, Georgia, Stati Uniti
  • Hidden Beach, Isole Marieta, Mexico
  • Hidden Beach, Isole Marieta, Mexico
  • The Baths, Virgin Gorda, Isole Vergini Britanniche
  • The Baths, Virgin Gorda, Isole Vergini Britanniche
  • Maho Beach, Saint Marteen, Antille Olandesi
  • Maho Beach, Saint Marteen, Antille Olandesi
  • Boulder Bay Beach, Cape Town, Sudafrica
  • Boulder Bay Beach, Cape Town, Sudafrica
  • Horseshoe Bay Beach, Bermuda
Tempo d’estate e tempo di spiagge. E tempo di Hit Parade in casa Tripadvisor, l’osservatorio mondiale sul turismo dalla notorietà ormai planetaria che grazie all’immensa mole di dati che è in grado di elaborare e raccogliere, ci delizia di tanto in tanto con “selezioni” e classifiche sempre di grande fascino e interesse. Questa volta, al centro dell’analisi degli esperti Tripadvisor, sono le dieci spiagge paradisiache che meritano, almeno una volta nella vita, una visita. Aprite quindi il cassetto dei sogni e salite sull’otto volante che vi condurrà, purtroppo solo virtualmente, lungo questo incredibile viaggio. E non si sa mai, magari un giorno, il sogno potrà diventare realtà…

Piscine nascoste e Boeing sulla testa

Il nostro viaggio inizia in quella che la tradizione vorrebbe chiamarsi Playa de Amor, ma che per le sue incredibili caratteristiche è diventata per tutti The Hidden Beach, la spiaggia nascosta. Siamo in Messico, nelle Isole Marieta ad ovest di Puerto Vaillarta, dove i fortunati turisti possono inoltrarsi nel Parco Nazionale delle Isole dove solo nuoto e canoa sono permessi e, attraverso un tunnel nella roccia percorribile solo a forza di bracciate, arrivare in questa incredibile spiaggia scavata in un grosso buco nella roccia stessa. Sembra che la sua origine sia tutt’altro che naturale, derivando probabilmente da una bomba fatta scoppiare per esercitazione militare dai messicani all’inizio del ‘900, ma tant’è: l’effetto è senza dubbio di grande fascino… Spostiamoci ora nelle Isole Vergini Britanniche, territorio d’oltremare del Regno Unito al largo di Porto Rico nel Mar delle Antille. Fra le 40 isole che compongono l’arcipelago c’è Virgin Gorda, nota per le sue grotte marine e soprattutto per “The Bath“, un incredibile unicum geologico che forma una piscina naturale nascosta ed incastonata al centro di enormi rocce. Se amate le emozioni forti, invece, il vostro posto è Maho Beach sull’isola di Saint Maarten nelle Antille Olandesi: questa surreale spiaggia è stretta tra il mare e la pista dell’aeroporto Principessa Juliana e gli aerei, compresi enormi Boeing, passano in fase di atterraggio a pochi metri dalle teste dei bagnanti, costantemente aggiornati su orari e voli dai bar strategicamente posti sulla spiaggia e collegati con i tabelloni dell’aeroporto…

Dai pinguini alle alghe rosse, dagli iceberg alla sabbia rosa

Anche dopo la “top three” della classifica ce n’è comunque per tutti i gusti: si va dalla dall’incredibile spiaggia di Boulder Beach in Sudafrica abitualmente frequentata da colonie di pinguini al paesaggio post-moderno di Driftwood Beach, in Georgia, dove gli scorci dell’oceano si fondono con gli incredibili cumuli di legname sulla sabbia. E ancora dalla sorprendente distesa di ciottoli di vetro colorato di Glass Beach a Fort Bragg in California alle altrettanto stupefacenti spiagge sul delta del fiume Liao in Manciuria, Cina, rese di un intenso e surreale rosso dalle alghe che le ricoprono. L’Europa appare in classifica grazie al “Corno d’Oro”, Zlatni Rat in croato, sull’Isola di Brac che si distende nel mare per 350 metri e a Jokulsarlon Lagoon, il più grande e visitato lago di origini glaciale dell’Islanda con i suo iceberg che si staccano dal ghiacciaio Vatnajökull e che con gradazioni di colore che vanno dal turchese al blu notte, dal giallo zolfo al nero cenere derivano fino al mare per uno spettacolo davvero unico al mondo. Chiudiamo poi tornando nei Caraibi e precisamente nelle isole Bermuda dove si trova Horseshoe Bay Beach, un indimenticabile caletta dall’acqua cristallina e dalla spiaggia intensamente rosa.

Photo Credit: Henry A-W, Todd Neville, Dewet, Charles J. Sharp, Jeff Poskanzer, Bultro, Molechaser


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *