Ladurée, una storia dolcissima

Che sono deliziosi oltre che bellissimi lo sappiamo: ma alzi la mano chi conosce tutta la storia della maison Ladurée e dei suoi macarons!

Oggi si parla dei macarons di Ladurée. Perché? Perché ci sono persone che non sanno di cosa si tratta: mia mamma, delle mie amiche strane che non li hanno mai assaggiati, e l’intera sfera maschile. Quindi un approfondimento sul tema mi sembra dovuto. I macarons sono dei dolcetti fatti da due piccole meringhe alla mandorla, come due amaretti, uniti da una morbida farcitura. Appurato di cosa stiamo parlando quando parliamo di macarons, cerchiamo di capire perché sono diventati un fenomeno davvero internazionale.

Com’è nato il macaron Ladurée

La storia della famiglia Ladurée è legata a doppio filo con quella dei salon de thé parigini. Tutto è iniziato nel 1862, quando Louis Ernest Ladurée aprì un panificio al 16 di rue Royale a Parigi, periodo e quartiere giusto per la movida parigina, frenetica, elegante e aperta all’intrattenimento. All’inizio del XX secolo la moglie di Ladurée, Jeanne Souchard, ha l’idea di mescolare le carte in tavola e creare uno spazio alternativo, oggi si direbbe fusion: dal caffè parigino e la pasticceria nasce uno dei primi salon de thé della capitale. Il vantaggio di queste sale da tè era che le donne di quell’epoca, più emancipate e con la voglia di fare nuove conoscenze, potevano entrare liberamente, a differenza dei saloni e dei circoli letterari che non erano più di moda.

Passato, presente e futuro di Ladurée

Nel 1930 il negozio di Rue Royale viene rinnovato e allargato, e questo è il primissimo passo di quell’espansione senza fine delle pasticcerie, e del marchio, Ladurée: nel 1993 l’istituzione, parigina viene comprata dal gruppo Holder con l’intenzione di espandersi a livello mondiale. Vengono aperti così altri punti vendita: nel settembre 1997, un nuovo prestigioso indirizzo Ladurée è stato inaugurato sugli Champs-Elysées, con sala da tè ma anche ristorante,  nel 2002 in rue Bonaparte, e poi dal 2005 nel resto d’Europa e del mondo. Oggi i negozi Ladurée, sparsi in 23 paesi, sono 53, tre dei quali si trovano in Italia, due a Milano e uno a Roma.

I macarons

Questi piccoli dolci rotondi, croccanti all’esterno, lisci e morbidi in mezzo, sono la creazione più famosa di Ladurée. La storia del macaron Ladurée inizia con Pierre Desfontaines, cugino di secondo grado di Louis Ernest Ladurée, che all’inizio del ventesimo secolo ha avuto per primo la brillante idea di prendere due gusci di macaron e unirli con una deliziosa crema ganache come riempimento. Da allora, la ricetta non è più cambiata.

Quello che cambia invece, sono alcuni dei gusti dei pasticcini: la collezione dei macarons è fatta di dieci sapori differenti, che vanno dal lampone al limone, dal petalo di rosa ai fiori d’arancio, dal pistacchio al caffè. In aggiunta si possono trovare, ogni mese, altri sei gusti, les macarons di stagione, appunto, che si affiancano alla collezione, e per il mese di giugno che è ormai agli sgoccioli ci sono l’“incredibile cioccolata cocco”, la “frangola mentolata”, i frutti rossi e lo “zenzero Yuzu”.

Variazioni sul tema

Ma i mirabolanti progetti di Monsieur Holder e degli insuperabili maitre pâtissier non si fermano ai soli macarons, e nemmeno noi possiamo fermarci qui! Come non parlare di quei capolavori di pasticceria che vengono sfornati quotidianamente? Cioccolato, frutta fresca, fragole e lamponi, i dolci firmati Ladurée sono tanto favolosi quanto i famosi macarons. Le occasioni speciali possono essere un’ottima scusa per fare un salto a controllare le vetrine e scoprire le singolari creazioni, per non parlare delle specialità di stagione.

Fiore all’occhiello e marchio di fabbrica sono le scatole in cui i macarons vengono riposti con cura: accanto alle classiche coffrets, ogni mese ne viene creata una diversa, ispirata alla stagione. Nel 2012 si è celebrato il 150° anniversario dall’apertura del primissimo negozio, e per tutto l’anno è stato proprio quello il tema ricorrente, declinato in colori e design differenti. Lunghissima è anche la lista delle collaborazioni con stilisti e designer, come lo stravagante Alber Elbaz di Lanvin e l’inglese Matthew Williams.

Il successo mondiale di Ladurée

Ladurée è stato incaricato di preparare tutti i prodotti di pasticceria presenti nel film di Sofia Coppola Marie Antoinette: sono tantissimi i party nel film sulla vita dell’ultima regina di Francia, e niente di meglio dei bellissimi dolci, e soprattutto dei macarons Ladurée, per festeggiare. Anche il piccolo schermo è stato stregato dai dolcetti francesi: la serie tv Gossip Girl celebra i macarons, i dolci preferiti di uno dei personaggi principali, Blair Waldorf, interpretata dall’attrice americana Leighton Meester.

photo credits: Margherita Visentini


Vedi altri articoli su: Cultura |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *