James Garner morto: addio al Maverick “originale”

Il popolare attore, notissimo anche in Italia per Agenzia Rockford e La Grande Fuga è morto il 19 luglio ad 86 anni nella sua casa di Los Angeles.

James Garner

E’ entrato in milioni di case negli Stati Uniti fra il 1957 ed il 1960 interpretando il genio del poker Brett Maverick nell’omonimo telefilm che divenne rapidamente un cult e lo lanciò definitivamente nel mondo del cinema. In Italia, molti lo ricorderanno protagonista nel serial Agenzia Rockford dove girava le scene di azione senza l’aiuto degli stuntman grazie alle sue straordinarie doti atletiche, nonostante un fisico provato dalla Guerra di Corea cui partecipò e nella quale fu anche decorato come eroe di guerra. E’ morto nella sua casa di Los Angeles il popolare attore James Garner: aveva 86 anni, essendo nato a Norman, un medio centro dell’Oklahoma, il 7 aprile 1928. Notissimo volto televisivo, vincitore di due Emmy Award e di due Golden Globe, Gardner ha un lunghissimo curriculum anche sul grande schermo, dove è diventato un volto assai noto del genere western e ha lavorato con le più grandi star: da Doris Day in Fammi posto Tesoro del 1963 e Tempo di guerra, tempo d’amore con Julie Andrews (1964) e La Grande fuga, kolossal bellico dove si affiancò Steve McQueen, James Coburn e Charles Bronson. Fu protagonista con Yves Montand di Grand Prix nel 1966, interpretò l’Investigatore Marlow nel 1969 e ricevette una nomination all’Oscar nel 1985 per L’amore di Murphy, dove recitava con Sally Field. Da vero cult la sua performance nuovamente nei panni di Brett Maverick, questa volta “senior” ,nel remake del telefilm che lo ha reso famoso del 1994, diretto da Richard Donner e che vedeva Mel Gibson e Jodie Foster come co-protagonisti. Una delle sue ultime apparizioni fu nei panni del reverendo-astronauta Sullivan in Space Cowboys, film di Clint Eastwood del 2000. Se ne va così uno dei volti più noti, anche al pubblico italiano, della stagione d’oro delle american-series anni ’70.

James Garner sul set di
James Garner sul set di "Grand Prix" (1966)


Vedi altri articoli su: Attualità | Spettacoli |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *