Concerto del Primo Maggio a Roma: tutto sulla venticinquesima edizione

Nello scenario ormai tradizionale di Piazza San Giovanni si terrà l’edizione 2015 del concerto organizzato dalle sigle sindacali per celebrare la Festa dei Lavoratori.

E’ ormai un appuntamento tradizionale della festa che ricorda ed onora tutti i lavoratori del mondo e simboleggia la dignità ed il diritto al lavoro. Si tratta, lo avrete capito, del Concerto del Primo Maggio, giunto quest’anno alla venticinquesima edizione, che come ormai consolidata consuetudine, si celebrerà in Piazza San Giovanni a Roma. L’inizio della kermesse della canzone è fissata come sempre alle ore 15 e sul palco allestito nella splendida cornice romana si alterneranno grandi nomi della canzone italiana ed internazionale, in una commistione multietnica e multigenere che non lascerà spazio alla noia e che si annuncia ricca di sorprese. A presentare la rassegna musicale promossa dai sindacati confederati italiani CGIL, CISL e UIL davanti alle migliaia di presenti che ogni anno affollano la piazza, sarà Camilla Raznovich, volto ormai noto della televisione italiana che ha iniziato la sua avventura nel nostro paese proprio grazie alla musica, come conduttrice a MTV. Il concerto, oltre  sarà visibile anche su Rai 3 e su Rai HD, oltre che ascoltabile in radio sulle frequenze di Rai Radio 2.

Da J-Ax ai Bluvertigo

Un appuntamento iconico entrato ormai di diritto fra i più attesi ed importanti punti fermi della nostra musica, nobilitato in passato da grandissimi artisti italiani ma anche internazionali, come Bob Geldof, Miriam Makeba, B.B. King, Lou Reed, Sting, Robert Plant, i Simple Minds o, più recentemente, gli Oasis. E l’ultimo artista che ha confermato la sua presenza, è anche forse l’ospite più atteso dell’intera manifestazione: si tratta di J-Ax, reduce dal grande sucesso raccolto con il suo tour Il bello di essere brutti e giunto ormai ad un grado elevatissimo di poplarità grazie anche alla sua impagabile partecipazione come giudice a The Voice.  Accanto al rapper milanese, il concerto darà la possibilità di toccare molti generi musicali con diverse tradizioni e contaminazioni: come la musica “balcanica” di Goran Bregovic, le sonorità africane dell’ivoriano Aplha Blondie, o quelle veramente planetarie dell’artista francese giramondo Sandro Joyeux. Artisti e gruppi emergenti come Otto Ohm, i Ku Tso, Levante, Ylenia Lucisano si alterneranno a grandi firme della musica italiana come la Premiata Forneria Marconi, Paola Turci, Teresa De Sio, Mario Venuti, Enzo Avitabile, Nesli, Enrico Ruggeri, Irene Grandi, Alex Britti, Emis Killa, Noemi e i Bluvertigo.

Novità e contaminazioni musicali

Musica di ogni genere e con digressioni davvero interessanti. Come quelle proposte dei Lacuna Coil, gruppo milanese considerato il precursore del gothic-metal, la musica groove ed impegnata dei bolognesi Lo Stato Sociale, il sax sospeso a metà fra la musica nera e Napoli di James Senese, la musica popolare e napoletana riletta dai Almamegretta, la musica elettronica di Alessio Bertallot, la sofisticata allegria di Lello Analfino e dei Tinturia, gli ambasciatori della musica e della cultura lucana Tarantolati di Tricarico o l’ensembre multietnico romano Med Free Orkestra. Insomma, musica per tutti i gusti per celebrare la Festa dei Lavoratori.

 


Vedi altri articoli su: Eventi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *