Giorgia Meloni è la quarta donna più potente al mondo: la classifica di Forbes

07/12/2023

Giorgia Meloni è la quarta donna più potente al mondo. A stabilirlo è Forbes nella sua annuale classifica, giunta alla ventesima edizione, sulle cento donne più potenti del mondo. La rivista americana di economia ha posto la nostra presidente del Consiglio ai piedi del podio, dietro ad altre autorità di spessore.

Il podio di Forbes

La medaglia d’oro è stata assegnata alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Seconda posizione per la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde. Al terzo posto la vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. Al quinto posto, appena dietro Giorgia Meloni, la popstar miliardaria Taylor Swift.

I parametri della classifica

Quattro i parametri principali presi in considerazione da Forbes per stilare la Top 100 delle donne più potenti al mondo del 2023: denaro, influenza media, impatto e ambito di riferimento, in base all’influenza socio-politica, culturale ed economica delle donne.

Il primato di Giorgia Meloni

Giorgia Meloni è la prima italiana a occupare una posizione di rilievo di questa classifica. “Il 22 ottobre 2022 Meloni ha assunto il ruolo di primo ministro italiano, diventando la prima donna nella storia a ricoprire questo ruolo – ha scritto Forbes -. La premier è anche il presidente del partito di destra Fratelli d’Italia da marzo 2014. Durante un discorso tenuto a giugno 2022 ha assunto chiare posizioni sulla famiglia: ‘sì alle famiglie naturali, no alla lobby LGBT, sì all’identità sessuale, no all’ideologia di genere’, ha detto. Oggi, Giorgia Meloni è l’unica donna alla guida di un paese del G20“.


Leggi anche: L’oroscopo della settimana 14-20 marzo

Oltre a Giorgia Meloni un’altra italiana nella classifica

Un’altra italiana nella Top 100 è Margherita della Valle, ceo di Vodafone, che si posiziona al 42esimo posto. Romana, 58 anni, una laurea in discipline economiche e sociali, Della Valle ha iniziato la sua carriera in Montedison per poi, nel 1994, entrare in Omnitel, successivamente acquisita da Vodafone, società nella quale scalerà le gerarchie fino alla cima.

(Foto copertina: credit agenzia Fotogramma)