Gerry Scotti ha sbagliato tutto sul lavoro? Il grande rimpianto

24/11/2022

Gerry Scotti ha concesso un’intervista al Corriere della Sera, dove ha svelato importanti dettagli sulla sua lunga carriera. Ha però ammesso che il conduttore non era ciò che voleva fare, ma che sognava di lavorare alla radio.

Intervistato dal Corriere della Sera Gerry Scotti ha rivelato che non era il suo sogno fare il conduttore televisivo:

Non ho mai desiderato diventare chi sono: non era il mio obiettivo. Semplicemente sono successe molte cose che sembravano perfino a me al di là della mia portata.

A lanciarlo però nel mondo dello spettacolo è stato Claudio Cecchetto:

Si è preso la briga per primo di dirmi che quello che facevo in radio potevo farlo, allo stesso modo, in tv: aveva inventato la radio visione con Deejay television.

Gerry Scotti ha poi spiegato com’è iniziata la sua lunga carriera a Mediaset:

In tv conducevo programmi musicali. Un giorno, nel parcheggio di Mediaset incontro Fatma Ruffini, la signora della tv. Mi guarda e mi dice: “Ti devo parlare; domani alle 11 in ufficio da me. Tu sei adatto per essere formato famiglia: l’anno prossimo condurrai Il gioco dei Nove. Per me era una notizia ferale: non mi sentivo all’altezza, non mi sentivo nel ruolo. Non avevo idea, quando sono entrato in quello studio, che per 35 anni sarebbe diventato il mio lavoro, la mia vita e il modo in cui tutti gli italiani mi hanno conosciuto.

Gerry Scotti e il rimpianto della recitazione

foto_gerry_scotti_piero_sonaglia_lacrime

Il noto conduttore Mediaset ha poi rivelato che a poco più di 40 anni ha vissuto un momento molto buio: ha perso i suoi genitori e ha dovuto superare un divorzio. Ma ha trovato la forza nella sua nuova compagna Gabriella:

assieme ai miei amici, a mio figlio e alla famiglia che ho ricostruito con Gabriella e i suoi figli, sono riuscito a portare avanti i valori in cui credo. A gennaio Edoardo mi renderà di nuovo nonno e sono riconosciuto come figura paterna anche dai figli della mia compagna: sono il rompiscatole che dice di spegnere la luce o non far scorrere l’acqua in casa.

Poi spiega perché ha deciso di non sposarsi con la sua compagna:

Ci stiamo studiando. Non so quante sarebbero riuscite a stare tanti anni con un uomo nazionalpopolare come me, io so che avevo assolutamente bisogno di una donna come lei. Non ama il clamore, quasi la infastidisce.