Emma Marrone risponde agli haters: “quanta ignoranza”

20/11/2022

Emma Marrone in questi giorni è stata al centro di numerose discussioni per via di alcune sue  dichiarazioni. La nota cantante italiana ha infatti affermato spesso di voler avere un figlio pur essendo single e si è lamentata poichè in Italia ciò è assai complicato.

 

Emma Marrone già da tempo ha rivelato che vorrebbe avere un figlio pur non avendo un compagno al suo fianco e di non sentirne il bisogno. In un’intervista rilasciata a Vanity Fair la cantante ha spiegato quanto a suo dire sarebbe importante che le donne lottassero per questo diritto:

Il fatto di non avere libertà sulla gestione del proprio corpo a me sembra una violenza. Qui in Italia se una ragazza vuole un figlio deve andare in altri stati dove le fecondazione assistita è autorizzata. Nemmeno quando sei più grande ha il diritto di andare a chiedere il seme di un donatore. Anche quando hai 40 anni e sai che il grande amore non è proprio dietro l’angolo, pure in quel caso non puoi. Mi chiedo perché io debba andare in Spagna a fare una cosa del genere e non possa farla qui in Italia. Purtroppo conosco molte donne che sono state costrette a trasferirsi all’estero per poter avere un figlio. Perché qui bisogna essere costrette a fare un figlio solo con un uomo?

Emma attacca un hater sui social e risponde alle critiche ricevute

emma marrone x factor

Le parole di Emma Marrone nel corso della sua intervista a Vanity Fair hanno portato a una lunga serie di critiche tra cui quelle di una donna su Twitter che ha attaccato l’artista:


Leggi anche: Emma Marrone: tenero messaggio per Stefano De Martino

Perché in Italia puoi fare figli solo con un uomo? Prova con un cavallo.

Emma ha quindi risposto al commento con una storia su Instagram:

Devo dire che il tweet di questa donna è davvero vomitevole. I commenti sotto anche peggio. Mi dispiace e mi vergogno per voi. Quanta ignoranza. Povera umanità.

Insomma Emma Marrone ha sollevato tante polemiche semplicemente esprimendo il suo desiderio personale, ma soprattutto ribadendo quanto la maternità sia un diritto che non dovrebbe mai essere negato a nessuno, indipendentemente dalla propria vita sentimentale.