royalbaby

Charlotte Elizabeth Diana: perché la royal baby ha ricevuto questi tre nomi

Dietro alla scelta del nome per un royal baby ci sono tante motivazioni, a volte più strategiche di quanto si possa immaginare. Ecco i perché di questi nomi voluti da William e Kate

Sorpresa o delusione? Ai sudditi l’ardua sentenza. La figlia di William e Kate, che ha visto la luce sabato 2 maggio 2015, ha ricevuto ben tre nomi: Charlotte, Elizabeth e Diana. Ma quali sono le origini di questa scelta?

 

Lady Diana
Lady Diana
In molti avevano scommesso che il primo (ed unico?) nome della royal baby sarebbe stato Diana, in omaggio alla compianta Lady D, che oggi sarebbe stata una splendida nonna per i piccoli George (2 anni) e Charlotte.

Se lo aspettavano in particolar modo i sudditi della famiglia reale, eternamente nostalgici nei confronti della figura speciale che Diana ha rappresentato per loro. Dopo tutto il tempo trascorso dalla sua morte sono in molti ad affermare di sentire ancora il vuoto dovuto alla sua mancanza.

Alla fine il nome dedicato a lei è arrivato, ma è ‘solo’ il terzo in ordine di importanza.

Carlo, principe di Galles
Carlo, principe di Galles
Charlotte è invece un omaggio al principe di Galles e nonno della piccola, Carlo; oltre che essere un nome particolarmente amato dalla popolazione inglese negli ultimi anni.

Si vocifera che attraverso questa scelta William e la moglie Kate abbiano voluto trasmettere un messaggio di vicinanza alla gente comune, ponendo in evidenza il fatto che in fin dei conti loro sarebbero una coppia di giovani ‘normali’. Diciamo che nell’apprendere questa parte ci si alza un sopracciglio dubbioso…

Elisabetta II
Elisabetta II. Photo Credit: NASA/Bill Ingalls

 

Infine non poteva mancare Elizabeth, l’omaggio dedicato alla bisnonna. La regina Elisabetta d’Inghilterra si è mostrata radiosa al fianco della piccola Charlotte e pare davvero felice di vedere crescere la famiglia del nipote. In occasione del matrimonio di William e Kate aveva già donato alla coppia la residenza di campagna di Anmer Hall, in Norfolk e proprio qui la famiglia ha scelto di trasferirsi a breve. Un luogo tranquillo in mezzo al verde dove il piccolo George (2 anni) avrà tanto spazio per giocare con la sorellina tra le campagne inglesi.

I tre nomi della bimba di William e Kate sembrano evocare una sola parola: pace. Mettono infatti a tacere tutti i gossip sulla famiglia reale, dando il giusto spazio a tutte le personalità che hanno scritto la storia svoltasi tra le mura reali negli ultimi cento anni.

La scelta è poi stata approvata dalla regina (per questo è stato necessario qualche giorno prima della sua ufficializzazione) e suona quasi come una mossa che restituisce dignità alla figura di Lady D, tanto messa in discussione anche dopo la sua morte.

Ci viene spontanea una sola domanda in riferimento a tutto ciò: come l’avrà presa Camilla? Si sarà sentita ancora una volta messa da parte dalla famiglia di Carlo?

Una cosa è certa: la piccola Charlotte, a soli pochi giorni di vita, si pone già come ambasciatrice di pace e serenità.

 



5 cose che non sai su Ariana Grande
Celebrity

5 cose che non sai su Ariana Grande

Gli animali da compagnia Gli animali da compagnia più strani dei vippiù strani dei vip
Celebrity

Gli animali da compagnia più strani dei vip

Fidanzato Antonella Elia tutto quello che sappiamo
Celebrity

Fidanzato Antonella Elia: tutto quello che sappiamo

Simonluca
Celebrity

Un omaggio alla “Libertà”, ecco il nuovo singolo di Simonluca

Adele e la dieta sirt, ecco com'è dimagrita
Celebrity

Adele e la dieta sirt, ecco com’è dimagrita

Chi è Matteo Giunta, fidanzato di Federica Pellegrini
Celebrity

Chi è Matteo Giunta, fidanzato di Federica Pellegrini

Valentina Sampaio
Celebrity

Valentina Sampaio: chi è la modella trans di Victoria’s Secret

Vip malati le star affette da malattie
Celebrity

Vip malati: le star affette da malattie

Tell me more Olivia
Cultura

Estratto del libro “Tell me more Olivia” di Francesca Lualdi

Una raccolta di 100 storie di donne che hanno rivoluzionato le proprie vite.

Leggi di più