Angelina Jolie incontra Papa Francesco

La Signora Pitt ha incontrato questa mattina Papa Francesco, in occasione della presentazione della pellicola dedicata a Louis Zamperini

Angelina Jolie Papa Francesco

E’ atterrata a Roma ieri, 7 Gennaio 2015, insieme a Zahara e Siloh, due dei suoi figli. Angelina Jolie è venuta in Italia per presentare il suo Unbroken, film dedicato alla vita di Louis Zamperini, morto a 97 anni lo scorso anno.

Il ricordo di una vita ricca ed incredibile

Louis Zamperini
Ammirato da Hitler alle Olimpiadi di Berlino per le sue imprese da mezzofondista (fu ribattezzato dagli americani “Torrance Tornado”), Zamperini è sopravvissuto agli squali quando il suo areo precipitò nelle acque del Pacifico e perfino alle torture, una volta catturato dai giapponesi durante la Seconda Guerra Mondiale, fu dato per disperso prima, considerato morto poi e invece tornò a casa salvo per sposare l’amore della sua vita: Cynthia. Un uomo dalla vita difficile e un grande esempio umano per la sua capacità di perdono nei confronti del prossimo.

Angelina si è appassionata alla sua storia, ha avuto modo di stringere amicizia con Louis quando era ancora in vita e ha deciso di vestire per la seconda volta i panni di regista per raccontare il suo percorso, trasformando in sceneggiatura il libro scritto da Laura Hillenbrand Sono ancora un uomo. Una storia epica di resistenza e coraggio.

L’incontro in Vaticano

Si è incontrata ieri con il figlio di Zamperini, Luke e travolta dall’emozione è stata ricevuta anche da Papa Francesco. Insieme hanno guardato la pellicola e Angelina, commossa, ha commentato così l’incontro con il Pontefice: ‘Essere invitata con il mio film in Vaticano è un onore oltre che un grande tributo per la storia che ho raccontato in Unbroken, la vicenda dell’eroe “Louie” è un grande esempio di forza e perdono“.

Angelina Jolie alla conferenza contro la violenza sulle donne congolesi a Londra, 2014
Angelina Jolie alla conferenza contro la violenza sulle donne congolesi a Londra, 2014

Per la Signora Pitt, già nota per il suo impegno umanitario come ambasciatrice per L ‘Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR)  si è trattato dell’ennesima occasione per dimostrare la sua sensibilità e la profondità dei suoi valori, chiudendo in un cassetto i ricordi di un’ Angelina ribelle, che sembra essere parte di un passato lontano e ormai dimenticato.


Vedi altri articoli su: Angelina Jolie | Celebrity |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *