Come far durare un amore: l’eros, la fedeltà, il triangolo e Steve Jobs

Come far durare un amore: l’eros, la fedeltà, il triangolo e Steve Jobs

La fedeltà, Eros, un triangolo equilatero e Steve Jobs. Forse non ci crederete, ma parliamo di amore, e di come farlo durare

28/06/2013

Amore eterno: quante volte ci è capitato di chiederci se esista, se sia possibile, se con il lui che abbiamo a fianco sia finalmente la volta buona, o se si tratti piuttosto di un sogno e di un’illusione destinati a spegnersi, come sempre? Soprattutto perché i dati relativi a unioni e matrimoni falliti aumentano vertiginosamente di anno in anno, e così il numero di separazioni e divorzi.


[dup_immagine align=”alignright” id=”28834″]

L’amore è eterno… finché dura

La famiglia come istituzione, all’interno della società moderna, è vicina al fallimento quando non crolla, è talvolta in vita per pura convenienza economica o psicologica, o per motivi estranei all’amore in sé. E, senza stare a fare troppi ragionamenti di ordine sociale o culturale, tutte noi riceviamo confessioni da parte di amiche o amici, o veniamo a conoscenza di gossip, su X che ha tradito Y, che in ogni caso lo/la tradiva già con Z.


Leggi anche: Taglie americane e taglie italiane: convertitore e come districarsi

Alta fedeltà

E ci troviamo spesso ad augurarci di non essere X o Y. Eppure la poligamia, anche se non dichiarata, simultanea o in successione, con molte relazioni che si susseguono a vicenda, è piuttosto diffusa. E, signore e signori, è sempre esistita. Ma allora, perché ci chiediamo a vicenda di essere fedeli?

[dup_immagine align=”alignleft” id=”28833″]L’idea di una rapporto esclusivo stabile risponde al bisogno innato di sicurezza – anche se rischia di scontrarsi con un altro bisogno, quello della ricerca del piacere sessuale, inteso anche come necessità di esplorazione e di nuove esperienze.

Il triangolo no, non l’avevo considerato

E allora? Allora si tratta di un triangolo. Ferme, ferme: non quello che si potrebbe pensare. Il triangolo teorizzato da Sternberg nel 1986: perché l’amore raggiunga una dimensione adeguatamente profonda e durevole, tre aspetti devono essere presenti nelle stesse quantità: intimità, progettualità, passione.

Eros non deve morire

[dup_immagine align=”alignright” id=”28831″]Eh, hai detto niente. Ma se si tratta di una quadratura difficile da ottenere, il bilanciamento non è impossibile. Dobbiamo però imparare a coltivare l’amore – e la passione prima di tutto: la seduzione non deve finire con il calo fisiologico dello slancio iniziale, dettato dall’innamoramento. Stabilità, insomma, ma non noia: giochiamo, seduciamo, invitiamo a esplorare lati meno noti di noi, ed esploriamoli nel nostro partner. Condividiamo. Teniamo vivo Eros.

[dup_immagine align=”alignleft” id=”28932″]Steve Jobs come guru d’amore

Come? Con la tensione. Verso un progetto. Verso un futuro. Verso qualcosa che non abbiamo ancora raggiunto.


Potrebbe interessarti: Guida alle taglie di abbigliamento dei neonati

Per dirla alla Steve Jobs, stay hungry, stay foolish. Rimaniamo affamati, rimaniamo folli.