Aiuto, mi manca il mio ex!

La nostalgia del nostro ex non è necessariamente un sintomo preoccupante.

mi-manca-ex

Sappiamo che la storia con il nostro ex è finita, eppure non possiamo fare a meno di pensare a lui. La sua presenza invadente potrebbe essere un sintomo poco sano oppure dobbiamo saper aspettare che le nostre emozioni ritrovino il giusto equilibrio, per vivere appieno il presente o per godere della nostra libertà attuale. Questo vale sia se siamo state lasciate, anche se qui il ricordo sarà più prepotente, sia che la famigerata decisione sia giunta proprio da noi. Il ricordo però non deve essere una eccessiva nostalgia che rovina ciò che stiamo vivendo, perché in questo caso dovremo metterci l’anima in pace o correre ai ripari cercando di “recuperare il salvabile“. Cerchiamo di sviscerare le possibili implicazioni di questa presenza, premettendo però che, come sempre negli affari di cuore, ogni singola situazione segue regole tutte particolari che magari per altri non valgono.

Il padrone dei nostri sogni

Se il fastidioso ex ci perseguita nei sogni notturni e spesso fa capolino in quello che ci immaginiamo dormendo, non è detto che sia dovuto al fatto che lo amiamo ancora. Potrebbe infatti rappresentare un aspetto di noi stesse legato a situazioni condivise con lui o potrebbe essere il simbolo del mondo maschile in genere, di cui è stato per noi il rappresentante più significativo per tutto il tempo in cui lo abbiamo amato.

nostalgia dell'ex
Il protagonista delle nostre giornate

Spesso pensiamo a lui durante il giorno e non possiamo fare a meno di seguire ogni suo movimento su Facebook? Al di là delle motivazioni di questo atteggiamento, c’è da dire che non aiuta mai nel processo di assimilazione della fine di un rapporto e che in un processo di separazione dovrebbe un distacco concreto, che implica qualsiasi canale di comunicazione, eccezion fatta per il pensiero che vola libero e non può essere controllato. Se vogliamo davvero dimenticare il nostro ex, dobbiamo dare un taglio netto al rapporto con lui, perché la regola dell’amico vale ma deve seguire il suo giusto tempo. Cercare di non spezzare i fili con lui, anche se indirettamente, potrebbe però anche essere un semplice indizio del desiderio di riprovare emozioni forti in un momento di stasi e allora quello che forse ci manca non è la presenza fisica  ma le sensazioni belle condivise insieme. Quando raggiungeremo l’equilibrio o incontreremo un altro uomo che ci faccia palpitare allora tutto questo ricordo troverà il suo posto e invece del turbamento proveremo un dolce affetto e sapremo sorridere di ciò che in questo momento ci fa preoccupare.


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *