Giardino fiorito: qualche consiglio

Cosa piantare nel proprio giardino? Ecco qualche consiglio

Giardino fiorito
Giardino fiorito.

Fioriture a ciclo continuo, ricerca e sviluppo vocati a perfezionare ciò che di magistrale la natura può regalarci.

Alzi la mano, chi almeno una volta non si è imbattuto in uno splendido catalogo ricco di ogni ben di dio per giardini, orti, balconi e terrazze. Bulbi, fiori, piante, sistemi per giardino, idee per trasformare anche un piccolo spazio anonimo, in un mirabile gioiello naturale.

Tutti coloro che conoscono e apprezzano il mondo del giardinaggio, sicuramente avranno sentito parlare di specifici negozi online dove è possibile acquistare piante e accessori per il proprio giardino o semplicemente da mettere in bella mostra nelle proprie case.

Attraverso i cataloghi online, i clienti rimangono costantemente aggiornati sulle novità e sui prodotti: completamente rinnovati per renderli più attuali e accattivanti, con un design contemporaneo, un’impaginazione più chiara e colori freschi e vivaci. Grazie alle immagini di grande impatto emozionale e ai consigli personali di giardinieri esperti, i cataloghi invitano i lettori a dedicarsi al piacere del giardinaggio e a rendere il proprio angolo verde un vero “giardino dei sogni”.

Il giardino dei sogni, deve essere ricco e composto da piante e fiori che non si trovano nel giardino dei vicini, un pò di invidia non guasta mai! Ecco quindi qualche consiglio sull’acquisto:

– il giglio nero “Queen of the night”: l’eccezionale colore di questo giglio è talmente scuro da risultare nero, una tonalità che raramente si ritrova in natura e nei giardini. Gli sgargianti stami arancioni di questo fiore spiccano elegantemente sui petali.

Il giglio nero è perfetto sia nelle aiuole in giardino che in vasi e fioriere su terrazzi e balconi, ma è ideale anche da recidere per i vasi in casa.

– l’ortensia a fiore doppio: si distingue per la particolare forma floreale e l’incantevole tonalità delle infiorescenze: una vera rarità.

Sono perfette per aggiungere un tocco raffinato al terrazzo, ma anche al giardino.
Le ortensie sono molto popolari e diffuse, sono bellissime nelle bordure o come siepi o nei vasi sul terrazzo, con la loro fioritura creano macchie di colore molto decorative. I fiori dell’ortensia sbocciano in estate per poi cambiare colore nel corso dell’autunno. Una gioia per gli occhi in ogni stagione!

– la fucsia: originaria della Nuova Zelanda e del sud America è caratterizzata da inusuali fiori lunghissimi.

Questa pianta di un tono così vivace è perfetta sui balconi, in quanto alcune specie hanno un portamento ricadente, quindi adatta ad essere coltivata in vasi o in cestini appesi. Essa, se posta in vasi grossi, è perfetta anche in un giardino, per dare quel tocco in più di colore.

Bakker, uno dei siti online più gettonati, ha realizzato un sondaggio online, per analizzare le differenze nelle abitudini di giardinaggio tra i diversi paesi europei e conoscere meglio il comportamento e le esigenze dei clienti. La partecipazione degli italiani al sondaggio è stata particolarmente elevata, con oltre 4.000 rispondenti.

“I risultati sono allo stesso tempo interessanti e curiosi” – commenta Elena Taiana, Marketing Manager Bakker Italia“Ad esempio, nei principali paesi europei la maggior parte degli intervistati dichiara di dedicare almeno 3-5 ore alla settimana alla cura del verde. In Italia, la percentuale di chi pratica assiduamente il giardinaggio raggiunge il 61%, più o meno in linea con la media europea, mentre i tedeschi sono i più attivi: in Germania il dato sale addirittura al 73%”.

Ma cosa vogliono avere assolutamente gli europei nei loro giardini? Francesi e italiani sono concordi nel desiderare un roseto e un orto, mentre tedeschi e soprattutto inglesi invece pensano di non poter fare a meno di una serra.

Per la maggior parte degli italiani non possono mancare le erbe aromatiche, gli olandesi mettono al primo posto le fragole, mentre francesi, tedeschi e inglesi preferiscono i pomodori.

Interessanti i risultati sul bulbo da fiore preferito: quasi tutti indicano il tulipano, con una percentuale del 20% circa; solo gli inglesi si discostano e scelgono il narciso come ‘must have’. Dalie e gigli, seppur con percentuali inferiori (circa l’11%), sono molto apprezzati in tutti i paesi. L’Italia, insieme all’Olanda, indica tra i bulbi preferiti anche l’amaryllis (11%).

Alla richiesta di indicare il colore preferito nel proprio giardino, oltre il 20% dei partecipanti al sondaggio sceglie il rosso. Rispetto alla media, spicca poi la preferenza dei francesi per il verde (20%), degli olandesi per il viola (18%) e degli inglesi per il giallo (16%). Italia, Francia, Germania e Inghilterra non amano invece il bianco, mentre curiosamente il colore meno votato dagli olandesi è proprio l’arancione.

Singolari i risultati relativi all’attività preferita in giardino: per tutti è in assoluto piantare bulbi, piantine, talee, e in questo gli italiani si distinguono con un 47% rispetto alla media del 30%. Per il 30% dei francesi è piacevole anche raccogliere, mentre i tedeschi amano curare il prato, tagliando e diserbando (17% rispetto alla media europea del 9%). A ben il 19% degli inglesi piace dar da mangiare agli uccellini.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa | Giardinaggio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *