Estrattore di frutta, i migliori sul mercato

Estrattore di frutta, i migliori sul mercato

Quali sono i criteri per scegliere l’estrattore più adatto alle nostre esigenze? Scopriamoli insieme.

L’estrattore di succo è uno degli elettrodomestici più in voga nelle abitazioni degli Italiani negli ultimi anni.

Ha letteralmente spopolato nelle nostre cucine, perché si è dimostrata come una delle strategie migliori per poter introdurre giornalmente frutta e verdura, anche quando si ha meno tempo a disposizione.

Le Autorità Sanitarie (OMS; Ministero della Salute) consigliano di consumare almeno cinque porzioni tra verdura e frutta al giorno, per l’apporto di vitamine, di sali minerali, di fibra e di antiossidanti, indispensabili per la prevenzione dal rischio di malattie croniche.


Questa raccomandazione non è sempre facilmente attuabile da coloro che lavorano tutto il giorno ed hanno poco tempo a disposizione, sia per preparare e/o consumare i pasti, sia per poter fare la spesa.

Gli estratti rappresentano, quindi, una valida strategia per riuscire ad introdurre vitamine e sali minerali, oltre che essere alimenti facilmente digeribili (circa 15 minuti) e facilmente assorbibili.

Per ottenere un buon estratto è fondamentale scegliere un estrattore di qualità.

Nella scelta bisogna considerare quattro parametri fondamentali: capacità estrattiva, manutenzione, design e assistenza.

La capacità estrattiva rappresenta la quantità e la qualità del succo estratto, confrontato con gli estrattori disponibili sul mercato.

La manutenzione riguarda la pulizia necessaria e la facilità di assemblaggio dei vari componenti.

Il design è collegato alla rumorosità, all’ingombro e alla maneggevolezza. Infine, l’assistenza clienti è un aspetto che non deve mai mancare.

Vediamo ora quali sono gli estrattori più gettonati:

–       Philips HR1883/31: è in grado di produrre fino a 1 litro e mezzo di estratto. Tutte le parti rimovibili possono esser lavate in lavastoviglie a temperatura non superiore ai 60°C. Si rivela ottimo per estrarre i succhi da frutti ed ortaggi duri, meno efficiente con quelli molli (ad esempio il kiwi).

–       Philips HR1947/30 MicroJuicer: rispetto agli altri modelli di Philips ha una apertura più grande per l’inserimento di frutta e verdura, che vengono tagliate in pezzi molto piccoli e poi spremuti, quasi fosse una masticazione. In questo modo vengono conservate più fibre nei succhi, aiutando maggiormente la funzionalità intestinale. È un macchinario molto semplice da pulire.

–       Panasonic MJ-L500 RXE: è facile e veloce da montare e pulire. La percentuale di succo estratto è alta, ma non si può usare con frutta e verdure congelate. Occupa poco spazio in cucina.

–       Imetec SuccoVivo SJ 1000: riesce a mantenere il 95% di vitamine di frutta e verdura. È adatto anche per frutta e verdura dura e fibrosa ed è piuttosto silenzioso.

–       Kenwood PureJuice JMP601SI: è molto silenzioso ed ha un design accattivante. La manutenzione è facile, grazie alla funzione di pulizia automatica. Permette di ottenere succhi di consistenza uniforme, ma frutta e verdure devono esser inseriti già tagliate.

–       Classe Italy 70430190: è un estrattore a bassa velocità, permettendo così di non alterare le proprietà sensoriali e nutrizionali degli alimenti.

Non vi resta che scegliere l’estrattore più adatto a voi.



3 ricette natalizie da realizzare con il robot da cucina multifunzione
Elettrodomestici

3 ricette natalizie da realizzare con il robot da cucina multifunzione

Come apparecchiare la tavola a Natale
Arredamento

Come apparecchiare la tavola a Natale

Gli accessori indispensabili per un bagno in perfetto stile relax
Arredamento

Gli accessori indispensabili per un bagno in perfetto stile relax

Materasso gonfiabile, come sceglierlo
Consigli per la casa

Materasso gonfiabile, come sceglierlo

Cibo che fa male ai cani
Animali domestici

Cibo che fa male ai cani

Elettrodomestici

Scaldavivande: come funziona e i modelli più pratici per l’ufficio

Come arredare il salotto in stile retrò
Arredamento

Come arredare il salotto in stile retrò

Educare un gatto: come insegnargli dei comandi
Animali domestici

Educare il gatto: come insegnargli dei comandi

Arredamento anni 80: le regole da seguire
Arredamento

Arredamento anni 80: le regole da seguire

Linee decise, colori sgargianti, funzionalità e praticità. Sono queste alcune delle regole da seguire per riprodurre un arredamento anni 80!

Leggi di più