Come scegliere il ferro da stiro giusto

Stirare è forse una delle cose più noiose per la maggior parte delle casalinghe - e non solo! Meglio rendere più facile, veloce e “gradevole” questa attività munendosi di un ottimo ferro da stiro!

come scegliere il ferro da stiro

Tra le mansioni che spetta svolgere settimanalmente c’è quello di stirare la biancheria e, sempre che non si abbia una innata passione per questo genere di attività, per molte di noi risulta davvero stancante e noioso, soprattutto se non si utilizza un ferro da stiro impeccabile che permetta di dimezzare i tempi dando comunque un risultato soddisfacente!

Se siete in procinto di acquistare per la prima volta un ferro da stiro o se desiderate rottamare quello vecchio per prenderne uno migliore, allora dovete tener presente che non tutti i ferri da stiro sono uguali, che in commercio ce ne sono tantissimi e che le caratteristiche sono molto diversificate.

Ferro da stiro a caldaia o a vapore?

Innanzitutto diciamo che la primaria differenza che si deve valutare è la tipologia di ferro da stiro che volete comprare: a caldaia o tradizionale a vapore? Infatti se avete chiare le differenze fra questi due modelli siete già a buon punto per la scelta del ferro da stiro che fa per voi!

Il ferro da stiro a caldaia è più performante e professionale rispetto al classico a vapore, garantisce risultati migliori ed ha un serbatoio separato dal ferro con una maggiore capacità di acqua.
Se volete in poco tempo avere ottimi risultati con il minor sforzo il ferro da stiro a caldaia è l’acquisto ideale anche se il prezzo è molto più elevato rispetto ad  un ferro a vapore che, oltre ad essere più economico, non garantisce sempre alte performance…ma molto dipende dal marchio che si acquista.

Le caratteristiche di un buon ferro da stiro

Per essere certe di acquistare un ottimo prodotto si devono prendere in considerazione diversi aspetti del ferro da stiro: il peso, la capacità del serbatoio – ottimo è il sistema easy refill che permette di ricarica il serbatoio di acqua senza dover far raffreddare il ferro – , la potenza – un ferro potente si riscalda prima e mantiene costante la temperatura, ideale è una potenza tra i 1000 ed i 2000 watt– , la caratteristica dell’impugnatura – deve essere maneggevole, antiscivolo ed ergonomica-, il materiale della piastra – in acciaio o in teflon -, la forma della punta, che permette di ottenere una stiratura impeccabile e la potenza e le peculiarità del sistema  a vapore.
La potenza del vapore non deve essere inferiore ai 50 g/min e il ferro deve avere le funzioni microsteam e steam advance annesse, entrambe importanti perché conferiscono maggiore qualità alla stiratura grazie alla presenza di numerosi micro fori (concentrate soprattutto nella punta del ferro da stiro).
La possibilità di poter emanare vapore in verticale è un’altra importante caratteristica del ferro da stiro che permette di stirare il tessuto senza toccarlo col ferro, come nel caso di tende e capi delicati che vengono stirati solo con la forza del vapore emanato a distanza.

Accertatevi in fine che il ferro da stiro scelto sia idoneo al trattamento di capi super delicati come la seta e che sia dotato di un sistema antigoccia che impedisca l’accidentale fuoriuscita di acqua durante la stiratura che può macchiare il tessuto.


Vedi altri articoli su: Elettrodomestici |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *