Risciacquo acido per capelli, cos'è e come farlo a casa

Risciacquo acido per capelli, cos’è e come farlo a casa

Un trattamento che serve a donare morbidezza e lucentezza ai capelli: ecco come e quando eseguirlo a casa

Il risciacquo acido darà nuova vita ai capelli spenti e opachi. Ecco in cosa consiste il risciacquo acido, quando effettuarlo e come farlo in casa

Il risciacquo acido

Il risciacquo acido è un rimedio naturale, che si può anche realizzare in casa con semplici ingredienti, in grado di dare nuova vita alle chiome spente e opache. Grazie a questo trattamento, infatti, i vostri capelli risulteranno più morbidi, nutriti e splendenti. Risciacquare la chioma con una sostanza acida, infatti, serve proprio a darle una nuova lucentezza. Quando facciamo la doccia, l’acqua calda e il pH dei prodotti che utilizziamo possono aprire le squame del capello, lasciando la chioma crespa e opaca. Grazie al risciacquo acido, però, i capelli ritroveranno il loro splendore. Questo trattamento va effettuato su tutta la lunghezza e si esegue utilizzando prodotti naturali che tutti noi abbiamo in casa, come aceto di mele o limone, miscelati con l’acqua. Vi basterà applicare la soluzione dopo aver lavato i capelli per renderli di nuovo lucenti.

Cos’è il risciacquo acido

Risciacquare i capelli eseguendo questo trattamento consiste, in sostanza, nell’applicare una soluzione liquida a pH acido sulla chioma. Il risciacquo acido è quindi una procedura che consiste nell’eseguire l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo con acqua fredda leggermente acidificata, usando aceto di mele o limone. In questo modo si ripristina il pH naturale dei capelli e si elimina anche il calcare, presente nell’acqua corrente, che si è depositato sulla chioma durante il lavaggio. In questo modo si dona una morbidezza e una lucentezza nuova alla capigliatura. Questo trattamento va utilizzato solo dopo lo shampoo, versando la soluzione sui capelli e partendo dalla cute, per arrivare poi pian piano alle lunghezze. In alternativa, potete immergere i capelli in una bacinella con all’interno la soluzione e lasciarli qualche secondo in ammollo. Pettinate poi i capelli con un pettine a denti larghi, per far penetrare bene il preparato, e tamponate delicatamente, senza strofinare, prima di procedere con la normale asciugatura.

Quando fare il risciacquo acido

Potete effettuare il risciacquo acido dopo lo shampoo ed è consigliato soprattutto se usate il sapone per lavare i capelli. Questo perché la saponetta tende a increspare e rendere i capelli più opachi. In questo caso, il risciacquo acido andrebbe effettuato dopo ogni lavaggio. Potete fare lo stesso anche se usate il classico shampoo e il balsamo. Se però lavate i capelli molto spesso, non eseguite il risciacquo acido dopo ogni lavaggio: il rischio è di disidratare e di ossidare la chioma e favorire la comparsa delle doppie punte. Vi basterà farlo una volta a settimana. Lo scopo del risciacquo acido è quello di andare a chiudere le cuticole, che con l’acqua calda della doccia e l’uso di prodotti aggressivi possono aprirsi, rendendo la chioma crespa e spenta.

Per tutti i capelli?

Ma tutti possono fare il risciacquo acido? La risposta è: assolutamente sì. Solitamente certi trattamenti non vanno bene per alcune tipologie di capelli, come per esempio quelli grassi. Ma nel caso del risciacquo acido, questo trattamento è utile anche per i capelli grassi. In questo caso, alla soluzione di acqua e aceto o limone, aggiungete un rametto di rosmarino, dalle note proprietà sebo-regolatrici. Il procedimento resterà lo stesso, ma l’infusione di rosmarino rilascerà piano piano le sue sostanze benefiche aggiuntive.

Capelli tinti e capelli ricci

Il trattamento è adatto anche ai capelli tinti e ai capelli ricci. Per i primi, dovrete applicare sui capelli umidi e tinti la soluzione realizzata e lasciarla agire per qualche minuto. Questo trattamento non altera il colore, bensì lo esalta, rendendolo più splendente e ricco di sfumature. Nel caso dei capelli ricci, il risciacquo acido si può fare tranquillamente. Dopo lo shampoo classico, spruzzate o tamponate la soluzione sui capelli ancora bagnati. Lasciate agire per circa 30 minuti, massaggiando i capelli e la cute, senza strofinare. Poi procedete con l’asciugatura.  

I prodotti

In commercio esistono diversi prodotti cosmetici specifici e pronti all’uso. Ovviamente sono molto comodi sia da utilizzare a casa, quando avete poco tempo a disposizione per lavarvi i capelli, sia in viaggio o in palestra. Questi prodotti hanno il compito di ripristinare il pH dei capelli e aiutano la chioma a riacquistare la propria lucentezza. Ma se volete provare soluzioni naturali, esistono diverse ricette per preparare delle soluzioni fai-da-te semplici e veloci. Di seguito vi proponiamo qualche ricetta.

Soluzione acqua e aceto o limone

Una ricetta semplice e veloce è quella con aceto di mele o limone. Vi occorre mezzo litro di acqua non troppo calda. Se optate per la ricetta con il limone, all’acqua aggiungete il succo di mezzo limone e mescolate i due ingredienti. Poi versate la soluzione su tutte le lunghezze e sulle punte, oppure è possibile procedere con un panno imbevuto della soluzione acida da tamponare delicatamente sulla chioma. Un altro ingrediente per fare il risciacquo acido a casa è l’aceto di mele. Anche in questo caso basta semplicemente mescolare un cucchiaio di aceto con dell’acqua tiepida e applicarlo, dopo il classico shampoo, sulla chioma bagnata.

Risciacquo con acido citrico

Il risciacquo con acido citrico è una soluzione green ed ecologica. Vi basterà mettere un pizzico di acido citrico in una bottiglia vuota (la punta di un cucchiaino è sufficiente), poi riempite la bottiglia con mezzo litro di acqua tiepida e agitate bene, per far amalgamare i due ingredienti. Una volta pronta, applicate la soluzione liquida direttamente sui capelli bagnati dopo il lavaggio con shampoo e balsamo. Finito il risciacquo acido, non dovrete fare nient’altro. Procedete pure con l’asciugatura, senza stressare i capelli con spazzola e phon troppo caldo.

Altre ricette

Il risciacquo acido si può fare anche con altri ingredienti, come camomilla e birra. Gli antiossidanti e la vitamina B presenti nella birra sono ottimi alleati dei capelli secchi e sfibrati, perché li rinforzano dalle radici alle punte e donano una chioma lucente e nutrita. Inoltre, birra e camomilla hanno un potere schiarente: è meglio quindi usarli su capelli biondi o castani. Per fare il risciacquo con la birra, fatela bollire per circa 15 minuti per eliminare la componente alcolica. Poi mescolatela con un po’ di aceto bianco, agitate bene e il gioco è fatto. Per fare in casa il risciacquo acido con la camomilla, portate a ebollizione dell’acqua, mettete in infusione una bustina di camomilla e lasciate raffreddare. Aggiungete alla camomilla la parte acida, che può essere un cucchiaio di aceto di mele o di succo di limone, mescolate bene e applicate la soluzione sui capelli dopo averli lavati.



Biondo cenere
Hairstyle

Biondo cenere: tutti i consigli per capelli perfetti

Capelli corti 2021, i tagli più cool del momento
Hairstyle

Capelli corti 2021, i tagli più cool del momento

Hairstyle

Come funziona l’effetto Coanda di Dyson Airwrap

Collagene per capelli spenti, a cosa serve e come funziona
Hairstyle

Collagene per capelli spenti, a cosa serve e come funziona

Tendenze colore capelli estate 2021
Hairstyle

Tendenze colore capelli estate 2021: quali sono

I migliori shampoo solidi per capelli grassi
Hairstyle

I migliori shampoo solidi per capelli grassi

5 tendenze capelli estate 2021
Hairstyle

5 tendenze capelli estate 2021

Shampoo naturali per capelli di ogni tipo: i migliori in circolazione
Hairstyle

Shampoo naturali per capelli di ogni tipo: i migliori in circolazione

Sotto il sole do e don'ts
Skincare

Sotto il sole: do e don’ts

Sicure di sapere cosa fare e cosa no sotto il sole? Un ripasso non fa mai male soprattutto ora che la stagione della tintarella è alle porte

Leggi di più