Capelli tinti e sole, come proteggerli in estate

Capelli tinti e sole, come proteggerli in estate

Durante l’estate, esposti costantemente al sole, i nostri capelli hanno bisogno di protezione, soprattutto quando sono tinti. Ecco come proteggerli.

Durante l’estate il rapporto di amore-odio che abbiamo sempre avuto con i nostri capelli, si amplifica enormemente. In alcuni momenti ci sembrano spenti, arruffati e sfibrati, in altri amiamo la piega che prendono quando si asciugano all’aria e quel naturale effetto schiaritura che solo il sole estivo riesce a dare.

I capelli e l’estate

La verità è che l’estate è una stagione particolare per la nostra chioma. Proprio come noi, anche i nostri capelli, soprattutto se colorati, soffrono il caldo e gli altri fattori aggressivi esterni come l’umidità, la salsedine, il cloro e la sabbia. Durante la bella stagione poi, tendiamo a lavarli più spesso, a causa del sudore e dell’accumulo di sebo che li appesantisce e li rende spenti e opachi. Il colore potrebbe sbiadire o assumere riflessi indesiderati.

Ma soprattutto, i capelli hanno bisogno di un’adeguata protezione dal sole, proprio come accade per la nostra pelle che deve essere riparata dai raggi UV. La luce solare infatti, aggredisce la cheratina, la proteina filamentosa che si trova negli strati più esterni dell’epidermide e nelle unghie e che compone i nostri capelli per l’80%.

Come prenderci cura dei nostri capelli in estate

Niente paura! Ci sono molti modi per prenderci cura della nostra chioma in estate, sempre restando consapevoli che capelli tinti necessitano di una cura e di un’attenzione ancora maggiore rispetto ai capelli naturali. Con un po’ di pazienza i risultati si vedranno e i nostri capelli arriveranno al rientro dalle vacanze ancora pieni di vita e di salute!

Addio ferri, piastre e phon

È tempo di vacanze e prima di partire è necessario salutare e lasciare a casa anche le piastre, i ferri e il phon. Con tutti i fattori dannosi che abbiamo elencato qui sopra non vorrete mica sottoporre la vostra chioma ad ulteriori stress? Concedete ai vostri capelli una pausa dal calore estremo e dalla stiratura selvaggia, fate pace con le loro imperfezioni, almeno per 2 mesi.

Vi accorgerete presto di non averne assolutamente bisogno e che il caldo estivo è sufficiente a far asciugare la vostra chioma. Se invece non siete proprio disposte a fare a meno del phon nemmeno durante la bella stagione, ricordate di tenerlo al minimo del calore e di utilizzarlo ad almeno 15 centimetri di distanza dal cuoio capelluto. In questo modo proteggerete le lunghezze e soprattutto le punte, la parte del capello più sensibile al calore e più soggetta ai danni esterni.

Proteggili sotto il sole

Basta un cappello, un foulard, una bandana. Esistono mille modi per proteggere i nostri capelli dai raggi ultravioletti senza rinunciare all’eleganza e allo stile. I cappelli a tesa larga, meglio se di paglia, sono i più indicati per la spiaggia perché proteggono bene anche il viso. Ne esistono di tutti i tipi: dal borsalino al fedora, dalla paglietta al panama. Inoltre per riparare le lunghezze e le punte dai danni del sole, si può ricorrere a dei prodotti specifici.

Esistono molti spray, sieri e fluidi a base acquosa o oleosa che contengono filtri solari esattamente come quelli che usiamo sul corpo, da applicare dopo ogni bagno e con una frequenza di almeno 3 ore. Sceglietelo in base alla vostra tipologia di capelli: per quelli secchi preferite formulazioni nutrienti a base d’olio che idratano e proteggono le punte. Se invece avete i capelli tendenti al grasso, scegliete un prodotto leggero a base d’acqua, per evitare di appesantire ulteriormente il cuoio capelluto.

Risciacquali sempre

Appena usciti dal mare o dalla piscina, la tentazione è quella di tornare subito a sdraiarsi sul lettino e rosolare al sole dopo essersi rinfrescate con un bel bagno. Prima però, prendetevi un minuto per risciacquarvi con attenzione sotto la doccia facendo un movimento di frizione sul cuoio capelluto e sulle lunghezze. L’acqua dolce infatti, eliminerà gran parte del cloro o della salsedine che, depositandosi sui capelli potrebbero danneggiarli e renderli secchi, spenti e opachi. Anche dopo lo shampoo, un ultimo risciacquo con l’acqua fredda è sempre da preferire perché chiude le squame e rende i capelli più morbidi e lucidi.

La spuntatina prima di partire

Una visita dal parrucchiere a giugno ed una a settembre sono la regola aurea per avere una chioma sana e lucente in estate. Gli esperti consigliano la classica spuntatina ogni 6 settimane ma prima di partire per il mare è un vero toccasana! Serve ad eliminare le punte danneggiate e sfibrate rendendo i nostri capelli più facili da gestire e da pettinare, ma soprattutto regala un aspetto più sano e ordinato. I risultati si vedranno anche al rientro in città.

Parola d’ordine: idratazione

Un capello idratato è meno soggetto alle aggressioni esterne, si difende meglio dai danni del sole e trattiene più a lungo il colore della tinta. Per questo, è bene prendere l’abitudine di applicare una maschera idratante e nutriente almeno 2 o 3 volte la settimana. Dopo la doccia, prima dell’ultimo risciacquo se ne applica una dose sulle mani e si distribuisce in maniera uniforme sulle lunghezze e sulle punte lasciando agire per circa due minuti.

A questo punto si districano i capelli delicatamente, usando un pettine a denti larghi o una spazzola detangler. Dopo aver sciacquato accuratamente e tamponato i capelli con l’asciugamano, si passa allo styling. Evita accuratamente i prodotti a base d’alcool, come spume, lacche e fissanti aggressivi che potrebbero sbiadire e deteriorare la tinta. Via libera invece, ai tonici per capelli, ai sieri oleosi e ai prodotti naturali che idratano e proteggono il fusto.

Tienili legati

Tenere in ordine i capelli è una necessità assoluta in spiaggia, soprattutto quando c’è un caldo torrido. Importante è soprattutto la scelta dell’elastico. Meglio prediligere i traceless, ovvero i fermacapelli in silicone colorati o trasparenti che per la loro forma, ricordano il filo del telefono, oppure gli scrunchies, la tendenza anni ’90 tornata prepotentemente di moda per l’estate 2019. Meglio non stringere troppo l’elastico per consentire ai capelli di respirare e per non stressare troppo le punte e preservare il colore. Via libera dunque a trecce morbide e a messy bun allentati, code laterali e pettinature non troppo tirate. Il risultato sarà notevole: meno capelli spezzati e caduti. La vostra chioma ringrazierà!


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Estate e capelli ricci, tutti i tagli
Hairstyle

Estate e capelli ricci, tutti i tagli

5 hair look perfetti per il mare
Hairstyle

5 hair look perfetti per il mare

Onde da spiaggia
Hairstyle

Onde da spiaggia: le piastre da viaggio per avere capelli naturali ma sempre perfetti

Come riparare i capelli dal sale del mare
Hairstyle

Come riparare i capelli dal sale del mare

Chin-length bob: il caschetto ritorna alle origini
Hairstyle

Chin-length bob: il caschetto ritorna alle origini

Come portare la frangia: le tendenze del momento
Hairstyle

Come portare la frangia: le tendenze del momento

Accessori capelli: tutti i trend del momento
Hairstyle

Accessori capelli: tutti i trend del momento

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell'estate
Hairstyle

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell’estate

Trucco colorato
Make up

Make-up colorato: alcune proposte

Il trucco colorato è un must have con l’arrivo dell’estate: via libera alle nuance vitaminiche per gli occhi, ma anche ai toni pastello su guance e labbra. Ecco alcune proposte look assolutamente da copiare.

Leggi di più