Albero di Natale e addobbi

L'albero di Natale con i suoi addobbi non può mancare in queste feste. Vero, artificiale, eco, fai-da-te: qualche idea per lasciarci ispirare

09/12/2021

Più che un addobbo, più che un divertimento: l’albero di Natale è una vera e propria istituzione. Che l’abbiate già preparato, che siate indecise e un po’ in ritardo, che da tradizione aspettate ancora qualche giorno per dare sfogo alla vostra fantasia, ecco qualche suggerimento per il vostro albero di Natale, e una gallery per lasciarsi ispirare.

Albero di Natale: naturale o artificiale?

La scelta è sempre la stessa: meglio puntare su un albero vero o su uno artificiale? Quello che vi suggeriamo è di scegliere un abete vero solo se avete poi lo spazio – e la voglia – per occuparvene anche nel resto dell’anno. Altrimenti, varrà la pena ricorrere a un albero di Natale artificiale senza alcun timore: ne troveremo in commercio di ogni misura, altezza, prezzo e… perfino colore. Insomma, sì, come sempre Ikea e simili ci salveranno, tanto per l’albero quanto per gli addobbi, soprattutto se siamo in cerca di soluzioni d’effetto a basso budget.


Leggi anche: Albero di Natale finto (ma che sembra vero): dove comprarlo e quanto costa

Tendenze colori

albero di natale in appartamento
albero finto

Stanche del solito verde? Quest’anno avete di che sorridere. Se già negli anni passati erano stati sdoganati alberi di Natale rossi e dorati, tutti scintillanti, in questo anno il vostro albero potrebbe tingersi di viola, di blu, e soprattutto di bianco. Sì, perché è il total white la tendenza più cool per l’albero di Natale. A simulare una fitta nevicata nel vostro salotto, e su cui sbizzarrirsi con le decorazioni. Di gran classe la scelta di un solo colore, che il bianco dell’albero farà risaltare ancor di più, ma anche optare per palline, ghirlande e luci multicolore garantirà un effetto da favola.

Albero di Natale eco

Se poi siete appassionate di green – e, sì, anche di design – ecco la scelta originale che fa per voi. Un albero ecologico, fatto di materiale di recupero. L’ultimo tra quelli in commercio si chiama Treebox, e noi ce ne siamo innamorate. Perché è un albero in materiale riciclato, da costruire e decorare, che anziché tagliare un albero vero fa sì che ne venga piantato nel mondo uno a nostro nome. Insomma: divertirsi e fare una buona azione: secondo noi le renne e Babbo Natale avranno per noi un occhio di riguardo.


Potrebbe interessarti: Come mettere le luci sull’albero di Natale da veri pro

Albero di Natale fai-da-te

Se poi abbiamo un po’ di tempo a disposizione e ci piace sporcarci le mani, perché non realizzare un albero di Natale fai-da-te? Possiamo scegliere il materiale che preferiamo: legno, cartone, cartapesta, lana cotta e perfino fil di ferro – bé, è tutto quel che ci viene in mente, dalla plastica all’alluminio, per un albero mini o maxi, da pavimento o da appendere alla parete. C’è perfino chi l’ha realizzato con una pila di cuscini o di libri. Insomma, per chi ama il fai-da-te l’albero di Natale è, prima o poi, un campo di prova in cui cimentarsi assolutamente! E se ancora non vi sentite pronte per l’intero albero, perché non ricorrere al fai-da-te per qualche addobbo?

Candele e biscotti natalizi

Addobbi per l’albero di Natale

Certo, l’albero è importante… ma anche gli addobbi vogliono la loro parte. E noi, ammettiamolo, ci divertiamo tantissimo a sceglierli, abbinarli e appenderli. Perciò largo a lucine colorate, ghirlande, nastri, palline e altri addobbi.

Oro e bianco spadroneggiano, e sono i dominatori assoluti soprattutto in quegli addobbi di vetro che tanto sanno ricreare l’atmosfera natalizia. Ma tutti i colori sono i benvenuti nella casa di Natale: o optiamo per uno unico, o badiamo a creare il giusto equilibrio tra i vari toni.

E se stilisti e designer di mezzo mondo si danno da fare per partorire addobbi sempre più innovativi e alla moda – quest’anno pare andare per la maggiore la tenerezza di renne, orsetti, babbi natale e simili in stoffa – non dimentichiamo di appendere all’albero anche qualche lecca lecca natalizio e, cosa che tanto ci piace, qualche buon biscotto di Natale che abbiamo appena sfornato.

In nome del low cost, e della dolcezza. Anche negli addobbi, il fai-da-te ci piace molto e dona un tocco tutto personale al nostro albero di Natale. E per i più piccoli? Viva gli alberi di Natale da tagliare e colorare.

Amici che si scambiano i regali per Natale

Decorazioni di Natale per la casa: 5 mosse per non sbagliare

Il tempo che precede il Natale è un periodo in cui l’attesa dell’Evento che sta per arrivare si concretizza nel tentativo di rendere più bello, scintillante ed accogliente ogni ambiente che ci circonda. Decorare la nostra casa per il Natale è un altro modo per prenderci cura di noi stesse e della nostra famiglia, di affermare il nostro stile e di renderla più calda, anche in vista dell’inverno che bussa alle finestre.

Ma, tra decorazioni di famiglia e nuovi acquisti, cadere nel kitsch potrebbe essere più semplice di quanto immaginiamo… Ecco allora qualche consiglio per avere una casa natalizia elegante, raffinata e senza eccessi, proprio come quelle delle riviste.

Scegliere un tema

Il primo passo che dobbiamo compiere prima di iniziare a decorare la nostra casa è quello di scegliere un tema da seguire. Un aiuto in questo senso ce lo danno i vari villaggi di Natale allestiti un po’ in tutte le province in cui gli addobbi in vendita sono spesso raccolti per temi e stili e ci facilitano in questo modo la scelta. Possiamo a questo punto decidere che il nostro filo conduttore sia il lusso, fili di perle o di cristalli Swarovski potranno allora sostituire i classici festoni colorati sull’albero di Natale, palline di cristallo o dorate e soprammobili d’argento contribuiranno a rafforzare il tema e a rendere la nostra casa chic il giorno di Natale.

Albero di natale finto
Albero di natale finto

Se invece preferiamo uno stile shabby chic dovremo optare per addobbi dall’aspetto vissuto, il materiale non ha importanza, che sia legno, vetro o metallo, l’elemento fondamentale è la sembianza di usura conferita dalla patina del tempo. In questo caso i colori saranno le tinte naturali (beige, écru, panna) e i toni pastello. Ma anche un albero addobbato oltre l’immaginabile può avere il suo fascino, se decidiamo che lo stile da seguire è quello del colore e della decorazione sfarzosa allora non dobbiamo risparmiarci e possiamo esagerare davvero, la casa non deve esplodere di decorazioni, ma dobbiamo scegliere alcuni punti in cui focalizzare l’addobbo.

Scegliere i punti focali

Per decorare la casa con gusto dobbiamo evitare di distribuire in maniera indiscriminata gli addobbi per tutta la casa, ma identificare alcuni punti focali in cui concentrare le decorazioni più importanti. Sicuramente l’ingresso è un punto da valorizzare, magari con la classica ghirlanda natalizia che potrete scegliere di appendere anche all’interno dell’abitazione con il duplice vantaggio di poterla vedere ed evitare spiacevoli ruberie (nei film la mettono fuori, ma fate i conti con la zona in cui abitate: purtroppo non siamo nei film). Scegliete poi un punto per l’albero di Natale in cui non sia né troppo costretto né troppo nascosto e, se avete degli elementi particolari in casa come scale o camino ricordatevi di focalizzarli con qualche addobbo ad hoc.

Dopo aver sistemato tre o quattro punti focali, anche in relazione alle dimensioni della casa, potrete divertirvi a sparpagliare per l’abitazione dei piccoli richiami, candeline, angioletti, cuori; metteteli come se stessero strizzando l’occhio a chi li scova, come se quel posto fosse quello che abitualmente occupano durante tutto l’anno.

casa addobbata per natale

Rispettare le dimensioni della casa

Ovviamente le dimensioni e lo stile della casa influiscono molto sulla scelta della tipologia di addobbo. Se avete una casa piccola non invadetela con addobbi inutilmente ingombranti. Scegliete un albero piccolo da posizionare su qualche mensola, puntate tutto su decorazioni che devono essere appese o a parete, divertitevi a giocare con le luminarie (piccole anche quelle mi raccomando) e osate un po’ di più nel posizionare nei vari angoli della casa quei piccoli richiami di cui abbiamo detto prima. Un albero enorme in un piccolo salotto è un pugno in un occhio come un mini alberello in una sala gigante, insomma fatevi guidare anche in questo caso del buon gusto e dal colpo d’occhio.

Non dimenticare i particolari

I particolari sono forse l’aspetto decisivo su cui si gioca una decorazione natalizia della casa raffinata ed elegante. Se la casa deve essere vestita a festa non limitiamoci ad aggiungere, ma divertiamoci anche a sostituire; cambiamo ad esempio le federe dei cuscini con altre che abbiano qualche decorazione o che, anche solo con il colore, richiamino il Natale. Possiamo fare lo stesso anche con i tendaggi e i tessuti per la tavola.

Anche in cucina possiamo osare con strofinacci e presine, ma pure in questo caso non esageriamo: una tavola apparecchiata con gusto non è mai troppo dichiarativa, lasciate che sia solo un po’ ammiccante. E non dimentichiamoci di noi stesse e dei nostri familiari, scegliamo per ciascuno il look giusto per il giorno di Natale, a partire dal trucco per arrivare al grembiule che indosseremo in cucina per preparare il cenone. E mi raccomando, Bridget Jones insegna, impedite al vostro lui di presentarsi con le renne sul maglione!

Addobbare anche con i profumi

Infine ricordiamoci che la vera atmosfera delle feste deve appagare, oltre che la vista, anche l’olfatto. Per questo motivo non dimentichiamo di adottare per la nostra casa una gamma di profumi che ci rimandi immediatamente al clima natalizio. Gli aromi di mandarino e cannella sono senz’altro i più adatti e possiamo diffonderli grazie a candele o olii essenziali, ma anche distribuire dei rametti freschi di pino contribuisce a raggiungere lo scopo. In effetti servirebbe anche il buon profumo del camino, ma non si può avere tutto ovunque.

Insomma con un pizzico di buon gusto, evitando le esagerazioni e non trascurando i particolari si può ottenere una casa che emani l’atmosfera natalizia così com’è nell’immaginario di tutti; seguite le nostre cinque mosse  e non sbaglierete e, anche se volete osare, mi raccomando: la competizione con il vicino a chi ha più luminarie sul balcone è assolutamente vietata.