Storie di mamme: #ilpiùbelviaggio

Il percorso di una futura mamma, insieme a un prezioso compagno di viaggio

Le due lineette che si colorano, le lacrime, il timore, la felicità. La pancia che cresce, il far fatica ad allacciarsi le scarpe, a portare su le borse della spesa, a fare le faccende di casa. Le ecografie, da mandare al futuro papà, ai quasi nonni, agli amici, da condividere sui social con orgoglio ed emozione. I regali, i primi vestitini visti in quel negozio carino in centro, comprati con trepidazione e immaginati addosso al vostro bimbo, un bimbo che ancora non c’è, ma che si sente, eccome, scalpitante nella pancia, e prezioso nel cuore.

E poi, il viaggio continua con la valigia, quella per l’ospedale, con i primi body, le prime tutine, le microscopiche calzine e i buffi cappellini che lo proteggeranno una volta fuori dal vostro grembo. Le acque che si rompono, la corsa in ospedale carica di gioia e tensione, la mano stretta del papà che non vi lascerà neanche un momento.

E ora l’attesa, quella più lunga di tutte – nove mesi, tutto ad un tratto, sembrano niente in confronto alle ultime ore, quelle che vi separano dal vostro bimbo. Il dolore, la stanchezza, le carezze – e, finalmente, eccolo tra le vostre braccia.

Il miracolo delle mamme è proprio questo: vivere ogni minimo secondo del viaggio della gravidanza, #ilpiùbelviaggio, dalle lineette alla luce, sempre con il sorriso sulle labbra, con la speranza, l’amore e una forza che solo le mamme possono comprendere. Un viaggio che continua dopo l’ospedale, con l’aiuto del papà, dei nonni, degli zii e degli amici.

Ma per un viaggio così importante, ci vuole un altro compagno sicuro, affidabile, su cui si possa contare, come B-Max, l’auto di Ford che accompagna le sette mamme nel video, e perfetta per accompagnare tutte le mamme del mondo a comprare i pannolini prima che il negozio chiuda, per poter caricare il passeggino per la gita fuori porta o semplicemente per percorrere con il loro piccolo, in tutta sicurezza, #ilpiùbelviaggio di tutta la loro vita.


Articolo sponsorizzato


Vedi altri articoli su: Gravidanza |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *