Madre invadente: 5 modi per difendersi

Mamma, si salvi chi può dal suo atteggiamento ingombrante e invadente. Ecco come fare: essere sincere e dire le cose come stanno con garbo.

Se la mamma è invadente spiegaglielo e lei capirà.
Se la mamma è invadente spiegaglielo e lei capirà.

Se state combattendo questa battaglia, qui troverete 5 strategie difensive.

La mamma è sempre la mamma, certo, ma alle volte bisogna saperla contenere.

Le sue attenzioni possono rivelarsi esagerate e talvolta rasentare l’invadenza. Auspicate la moderazione, fatele capire con amore che la sua presenza è graditissima… quando espressamente richiesta.

Hai mangiato?

In pole position troverete questa domanda. La mamma usa informarsi sulla vostra alimentazione, non ammette trascuratezza o stenti nella vostra dieta alimentare. Perché essere impegnate a lavoro e sempre di fretta non vuol dire saltare il pranzo, fare a stento la cena e ridurre in modo vertiginoso la riserva di energie.

La state vedendo scuotere la testa? Sta già mettendosi ai fornelli per compensare la vostra mancanza di attenzione allo stomaco ululante? Ecco, ditele che siete adulte, che avete i vostri ritmi e che il fabbisogno energetico sapete bene come funziona. Il vostro è calibrato in base anche alle ore che passate sedute davanti ad un pc!

Tesoro, vengo a farti le pulizie?

Se vivete da sole, qualche volta la mamma farà capolino senza preavviso e guarderà l’intorno calcolando in modo rapido e non approssimativo a quando risale l’ultimo rassetto casalingo.

Spiegate con calma e senza perdere le staffe (!) che fate le pulizie nel week end e che, a volte succede, saltate l’appuntamento se avete un improrogabile aperitivo o brunch con l’amica. Ok, la casa e l’ordine ma la vita vale anche quella!

Il bucato

Fare le lavatrici a casa propria e da sole, può sembrare una cosa da nulla e invece è l’inizio del taglio ombelicale. Non osate affidare il vostro bucato alla mamma, sarà facile cadere nel loop del mutuo aiuto, in fondo il detersivo lava senza differenze: che siate delle pivelle o delle esperte in fatto di bucato, vi assicuriamo che la lavatrice si aziona facilmente e che il bucato è profumato in tutte le case. Forse, i bianchi delle mamme sono davvero “più bianco non si può” ma accontentatevi!

Ma quando fate un figlio?

Questa è un’altra nota dolente, quando sarete grandicelle o lo sarete secondo la media nazionale, la mamma potrebbe chiedervi quando intendiate vivere l’esperienza della maternità.

Certe domande non sono ammesse, magari volete rimandare o non ci pensate proprio, l’argomento non deve essere un tabù ma è bello se lo affrontate voi, di vostra iniziativa, non al contrario.

Io alla tua età…

L’invadenza può palesarsi con un paragone. Se state inseguendo il vostro sogno, se siete in ritardo con la tabella di marcia che altri hanno disegnato ma che voi non intendete osservare, siate ferme e decise!

Il lavoro, i figli, il modo in cui ci si abbiglia o si è femminili, non fate che nessuno, neanche vostra madre, metta naso su questo.
La vita è la vostra come diversi sono i modi di essere e di esprimere la propria unicità.

Dite alla mamma che la amate infinitamente, che è fonte di ispirazione e grande energia nei momenti di scoramento. Ma ditele anche che siete donne, anche se non ancora mamme, e che ve la sapete cavare esattamente quanto lei.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *