Il tema adolescenza vissuto da una mamma in prima persona

Adolescenza: tempo di cambiamenti per i ragazzi...e anche per le mamme. Come affrontare l'ondata di trasformazioni nel rapporto tra genitori e figli adolescenti?

Mamme di adolescenti

L’adolescenza: tempo di cambiamenti per i teenager…e anche per le mamme

L’adolescenza: il periodo della vita in cui in cambiamenti sembrano arrivare tutti insieme!
Se ne parla da sempre: sono in continuo aumento libri, forum, articoli dedicati al delicato mondo dei teen-ager e alle loro esigenze da tenere in considerazione.
E chi pensa ai cambiamenti che nello stesso periodo travolgono anche le loro mamme?
Figli a cui, insieme ai brufoli, spuntano all’improvviso esigenze, parole, modi di fare del tutto sconosciuti. Ragazzi e ragazze che sembrano diventare ogni giorno più alti e contemporaneamente più lontani, immersi in un “mondo a parte” in cui gli interessi e gli amici sembrano avere priorità assoluta rispetto alle consuete abitudini di famiglia.
Arriva all’improvviso il momento in cui a noi mamme sembra di non riconoscerli più:
Dov’é finita la mia bambina studiosa, affettuosa, rispettosa?”
Come è riuscito questo essere alieno ad impossessarsi della mia creatura?”

Mamme e figli adolescenti: nuovi equilibri da trovare

Il processo di trasformazione tipico dell’adolescente porta con sé la ricerca di una propria identità che innesca un forte bisogno di autonomia e indipendenza.  Gli amici diventano spesso il principale punto di riferimento e i genitori…sembrano esistere solo per essere messi in discussione. Ed ecco che si accendono conflitti, si iniziano discussioni infinite su orari di rientro, ci si appella a promesse sempre meno rispettate, fino all’isolamento sempre più frequente nelle camerette, che diventano roccaforti del silenzio.
Gli esperti ci dicono di pazientare, i genitori che hanno già superato questa fase ci rassicurano che gli accesi confronti quotidiani si placheranno, i libri ripetono che tutto questo è normale ed aiuta il processo di crescita e di distacco per definire il proprio sé adulto.
Eppure il cambiamento tocca nel profondo anche i genitori e abituarsi non è così semplice.

 

Adolescenti: maneggiare con cura

ragazze adolescenti al bar
Cosa fare dunque? Crescere anche noi, come persone e come genitori. Nell’immaginario collettivo la maternità è spesso una zuccherosa foto che ritrare un neonato sorridente, accoccolato tra le braccia della mamma. Un’icona che rispecchia solo una delle fasi della vita da genitori.
Essere madre di un adolescente significa imparare a percepire i propri figli in modo diverso, imparare a sentirsi importanti per loro in modo diverso, imparare nuovi codici per aprirsi al dialogo in modo più vicino al loro mondo.
Significa ad esempio capire cosa si faccia su Twitter o su Facebook, se è lì che loro passano le ore. Significa ascoltare insieme almeno una volta i testi di quelle canzoni rap, che magari a noi dicono poco.
Significa anche aspettare che un bacio torni ad essere un gesto normale come lo era quando erano teneri cuccioli.
E infine, ricordare sempre che gli adulti siamo noi.
La maggiore confusione la vivono loro, gli adolescenti nel pieno di una trasformazione, che noi abbiamo già superato e che ci ha reso ciò che siamo oggi!


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *