Come prevenire le smagliature in gravidanza

Fondamentale è applicare prodotti specifici ogni giorno cercando di controllare il peso ed evitando di prendere troppi chili.

smagliature
Per prevenire la formazione di smagliature su addome e seno in gravidanza è importante avere cura della propria pelle, applicando prodotti specifici mattino e sera

Tutte le donne in dolce attesa sono belle. La loro pancia, così avvolgente, è però soggetta a smagliature e questo indipendentemente dall’età della futura mamma. La pelle è costretta ad un forte stress e non sempre il collagene riesce a rispondere in modo adeguato al cambio di “taglia”. E così, molto spesso, capita che una gravidanza oltre alla gioia di portare in grembo un bambino regali anche delle smagliature, strisce rosse che col tempo diventano biancastre e che possono creare disagio alla donna ogni volta che deve indossare un bikini, soprattutto quando i segni lasciati sono evidenti e pronunciati. Tecnicamente si chiamano strie atrofiche, e sono paragonabili ad uno strappo dell’epidermide, che sottoposta ad eccessiva tensione per via dell’aumento di volume dell’addome in gravidanza, cede e perde di tonicità. I tessuti si sfaldano, e le striature che si presentano inizialmente di colore rosso violaceo con il processo di cicatrizzazione assumono invece il caratteristico colore biancastro lucido lasciando una ferita che difficilmente potrà scomparire del tutto. Ecco perchè giocare d’anticipo, avendo cura della propria pelle per tutti e 9 i mesi di gravidanza può essere fondamentale.

Quali prodotti usare per evitare la formazione di smagliature

Evitare e prevenire le smagliature è però possibile, anche in gravidanza. Il consiglio unanime – lo dicono le estetiste e addirittura le ginecologhe più attente alle donne e al loro benessere – è quello di distribuire sulla pancia, ma anche sui fianchi e sul seno, dell’olio naturale spremuto a freddo. Ottimo è quello alle mandorle, ma anche l’olio d’oliva è indicato per contrastare la formazione di smagliature, così come l’aloe vera, l’olio di rosa anca e quello di Argan, l’olio originario del Marocco conosciuto per le sue molteplici virtù. L’olio di Argan, infatti, oltre a rendere più lucidi i capelli, grazie al contenuto di vitamina E, A ed F, è ricco antiradicali e antiossidanti ed esercita una preziosa azione protettiva, ma anche idratante ed elasticizzante. Un buon rimedio è anche utilizzare mattino e sera del burro di cacao o del burro di karitè, sostanze grasse che mantengono la pelle elastica e sempre ben idratata. Insieme all’olio è importante anche applicare sulla pancia una crema specifica. Ottima per prevenire la formazione di striature permanenti è quella brevettata da Rilastil e specifica per smagliature, che può essere alternata alla crema Rilastil elasticizzante che, se usata con costanza, riduce visibilmente sia le cicatrici che le smagliature. Della stessa linea c’è anche la crema rassodante che può invece essere applicata ogni giorno dopo il parto per aiutare la pelle a tornare tonica e liscia in poche settimane. Dire addio alle smagliature in gravidanza è possibile anche applicando con regolarità Bepanthenol Smagliature Crema, una crema arricchita con ingredienti come la Centella asiatica, che stimola la produzione di collagene e fibre, il pantenolo (provitamina B5), l’olio di oliva e la glicerina, perfetti invece per rendere la pelle elastica. Creme, olii e massaggi possono essere insomma validi alleati nella battaglia contro le smagliatura, ma per evitarne la formazione è bene seguire anche altri due consigli. Il primo è quello di bere molta acqua, mantenendo idratato l’organismo e di conseguenza anche la pelle, il secondo è quello di evitare di aumentare troppi chili.Un aumento ponderale controllato, dai 9 ai 13 chili, è il modo migliore per non sottoporre la pelle ad ulteriore stress e per tornare velocemente in forma dopo il parto.


Vedi altri articoli su: Gravidanza |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *