Viaggi da non fare a settembre

Ogni Paese del mondo ha dei periodi migliori di altri per essere visitato: ecco le mete da evitare a settembre, soprattutto per ragioni climatiche.

26/06/2022

Chi ha le ferie in settembre è davvero fortunato: può infatti approfittare di offerte last minute, prezzi più bassi e mete poco affollate rispetto al mese di agosto. Ci sono delle mete, però, che a fine estate è meglio non visitare.

Ogni Paese del mondo ha la sua stagione ideale per essere visitato. Quindi prima di partire è bene informarsi se settembre è il mese giusto per recarsi in un posto. Vi renderete conto che alcune destinazioni, a fine estate, non sono il massimo soprattutto dal punto di vista climatico. Scopriamo quindi quali sono le mete da evitare a settembre.

Can’t wait to get on there

Penisola Arabica

Il periodo ideale per visitare la Penisola Arabica (comprendente Stati presi d’assalto dai turisti come gli Emirati Arabi, l’Oman e il Qatar) è l’inverno. I mesi che vanno da dicembre a febbraio offrono temperature piacevoli e giornate soleggiate.

L’estate, settembre compreso, è al contrario il periodo dell’anno peggiore dal punto di vista climatico: una cunicola di caldo avvolge l’intera penisola e le temperature possono anche sfiorare i 50°. Per fare il bagno, i mesi migliori sono marzo. Quando fa troppo caldo è un’impresa anche prendere il sole e l’acqua arriva a raggiungere anche i 30°. Più che rinfrescarvi in acqua, vi sembrerà di essere finiti in una pentola d’acqua bollente.

Sunset view of the Dubai Marina and JBR area and the famous Ferris Wheel and golden sand beaches in the Persian Gulf. Holidays and vacations in the UAE


Leggi anche: Meteo di fine giugno: Italia a due facce

Caraibi

I Caraibi sono il sogno di tutti. Ma da agosto a settembre, si apre la stagione delle tempeste e degli uragani. Questo fenomeno riguarda tutta l’area geografica:

  • i Caraibi in primis,
  • anche Cuba,
  • la Florida con Miami,
  • il Messico,
  • la penisola dello Yucatan,
  • l’America Centrale,
  • Venezuela.

In questo periodo dell’anno possono verificarsi anche tra le 10 e le 12 tempeste con un vento così forte da toccare i 60 chilometri all’ora. Molte di queste tempeste si trasformano poi in uragani, con venti che soffiano anche a 120 chilometri all’ora, causando danni di enormi proporzioni.

Gli uragani si verificano solitamente nel semestre giugno-novembre, con un picco tra agosto e settembre. Questi mesi, oltre a questo problema, sono anche i mesi più a rischio per temporali e caldo afoso. Se potete, quindi, scegliete un altro periodo dell’anno.

honeymoon couple snorkeling by tropical island in the Caribbean

India

L’India ha tre stagioni climatiche:

  • l’estate calda e afosa da aprile a giugno,
  • la stagione dei monsoni da giugno a settembre
  • l’inverno soleggiato da novembre a marzo.

Va da sé, quindi, che il periodo peggiore per visitare il Paese è proprio quello compreso tra giugno e settembre: la pioggia potrebbe rovinare le vostre vacanze. La stagione dei monsoni, in questa parte del mondo, può causare enormi disastri: la pioggia talvolta è talmente forte da inondare completamente le città.

Senza contare che i fiumi, nella stagione dei monsoni, possono straripare in tutte le zone che si sviluppano intorno al Gange. Se poi la vostra idea è quella di un viaggio on the road, sappiate che, quando ci sono i monsoni, diventa praticamente impossibile viaggiare e spostarsi. Il periodo migliore per un tour completo dell’India è certamente tra ottobre e marzo.

Indian women carrying water from stepwell near Jaipur

Vietnam

Il Vietnam gode di un clima subtropicale a nord e un clima tropicale nel centro-sud. Nella parte settentrionale si identificano due stagioni:


Potrebbe interessarti: Meteo di fine settembre: una perturbazione sull’Italia da mercoledì

  • l’inverno, freddo e piovoso, va da novembre ad aprile,
  • mentre l’estate, molto calda e umida, va da maggio a ottobre.

Le regioni centrali hanno invece un clima secco, con temperature elevate da giugno a ottobre. Nel sud, infine, da maggio a novembre il clima è umido, con massima piovosità da giugno ad agosto, mentre la stagione secca e soleggiata va da dicembre ad aprile. Se state pensando a un viaggio che coprirà l’intero Vietnam, il periodo migliore è tra i mesi di marzo e maggio: eviterete le piogge monsoniche e il vostro viaggio non verrà rovinato dal caldo afoso e dal concreto rischio dei tifoni, che si verificano soprattutto tra luglio e ottobre.

Vietnamese woman rowing a boat, Mekong River Delta, Vietnam

La stagione delle piogge in Birmania

La Birmania ha un clima tropicale, con una stagione umida caratterizzata da forti piogge che va da maggio a ottobre, e una stagione secca con temperature elevate e precipitazioni praticamente assenti. Il periodo ideale per un viaggio in Birmania va da dicembre a febbraio. Nelle zone settentrionali, in questo periodo le temperature sono un po’ più fresche, soprattutto di notte.

Da evitare, al contrario, i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. Questo periodo, infatti, è caratterizzato dai monsoni. Se proprio volete visitare questo Paese e avete a disposizione solo i mesi estivi, evitate la costa e concentratevi sulle aree più interne, meno piovose. Da metà aprile a inizio dicembre, inoltre, c’è il concreto rischio che su formino i cicloni: Yangon e aria costiera sono zone più attenzionate.

Sunrise landscape view with silhouettes of old temples, Bagan

Thailandia: poco affollata, ma a rischio tifoni

Dal punto di vista climatico, il periodo migliore per visitare la Thailandia va da novembre a febbraio. Questo è infatti il periodo meno piovoso e meno afoso. Se volete visitare soltanto il sud, i mesi più indicati sono invece marzo, aprile e maggio, quando nel resto del Paese si soffoca per il caldo.

I mesi peggiori per esplorare Bangkok e i dintorni sono aprile, quando la città diventa una fornace, e settembre-ottobre, quando inizia la stagione delle piogge. Tra dicembre e agosto, la Thailandia viene presa d’assalto dai turisti. Da settembre, a causa delle piogge torrenziali, il Paese è meno affollato. I mesi con il minor numero di visitatori sono maggio, giugno e settembre. Ma questo mese, per l’appunto, è da evitare: oltre alle piogge, c’è un caldo afoso soffocante e il clima è molto ultimo. Bisogna poi mettere in conto il rischio concreto di tifoni e cicloni.

Couple boating on a quiet lake