prendere appunti con carta e penna è più efficace

Scrivere a mano nell’era di internet. Vale ancora la pena?

Anche i “nativi digitali” memorizzano e imparano di più se scrivono e prendono appunti a mano! E voi, usate ancora carta e penna?

Prendere appunti: cominciamo a scuola e continuiamo a farlo al lavoro, nelle riunioni, durante una conferenza, quando leggiamo qualcosa di cui vogliamo tener traccia o quando ci coglie l’urgenza di trascrivere un pensiero, un’ispirazione o anche solo la lista della spesa.

Ma come annotiamo tutto nell’era di Internet, degli smartphone, dei tablet completi di app per la scrittura a mano? Sempre più spesso l’unica scrittura quotidiana è quella digitale.

Prendere appunti sui tablet: più efficace o solo più veloce?

Prendere appunti con il tablet
Prendere appunti con il tablet
Scriviamo a mano sempre meno dunque. Cosa comporta questo cambiamento?
Uno studio condotto da 2 psicologi americani,  Pam Mueller di Princeton e Daniel Oppenheimer dell’Università UCLA,  ha comparato i risultati di studenti suddivisi in  classi diverse. Per alcuni gli unici strumenti di scrittura erano digitali, per altri erano a disposizione quaderni per appunti. Tutti hanno assistito alla stessa lezione e dopo circa mezz’ora sono stati sottoposti a test di verifica sulla memorizzazione e sulla comprensione concettuale.
Cosa è emerso dai test’?
Gli studenti che avevano preso appunti digitali avevano riportato più fedelmente le esatte parole del relatore e preso molti più appunti, ma chi aveva scritto a mano riusciva a ricordare i dati con più esattezza, aveva un livello di comprensione più elevato, con maggiori capacità di argomentare le risposte e rielaborare il testo.


Prendere appunti a mano aumenta dunque la qualità dell’apprendimento.
Scrivere a mano stimola quindi maggiormente il cervello. Tracciare il segno delle singole lettere e veder formarsi piano il segno finale accende più aree cerebrali rispetto ad un veloce clic sulla tastiera.

Scrivere a mano: un vantaggio per tutti

A scuola e in generale durante i momenti di apprendimento è quindi più utile prendere note ed appunti su carta. Eppure sull’onda dell’entusiasmo per un futuro solo digital, si fanno anche esperimenti diversi. Ad esempio nelle scuole dell’Indiana (USA) da due anni la scrittura a mano non è più tra le materie obbligatorie.

Ma non sono solo i bambini a trarre vantaggio dallo scrivere a mano. Secondo uno studio riportato dal Journal of Cognitive Neuroscience anche gli adulti che studiano una lingua straniera ricordano meglio le parole se le scrivono a mano, piuttosto che riproducendole alla tastiera.

E se la scrittura è anche bella, oltre che comprensibile, attiva meccanismi di creatività e visual thinking preziosi in ogni campo ed ad ogni età.
Luca Barcellona, grafico e insegnante presso l’Associazione Calligrafica Italiana, è intervenuto al Festival della Mente di Sarzana parlando della sua personale sfida a tener viva la calligrafia perché la scrittura può essere anche una forma d’arte.

5 buoni motivi per usare carta e penna

carta e penna per memorizzare meglio
Carta e penna per memorizzare meglio
Unmana Datta, esperta di Marketing e  co-fondatrice di Markitty, un tool per il marketing online, sostiene in un articolo che  usa tutti gli strumenti digital, ma non rinuncia a carta e penna perché:

1. Aiuta a rimanere focalizzati. Nessun tweet e nessuna email in arrivo catturano l’attenzione mentre si scrive a mano su carta.

2. Dà la soddisfazione di spuntare le liste e buttarle via quando tutto è completato.

3. La carta è più versatile.  Si può cominciare scrivendo e poi finire invece con un disegno, senza dover conoscere Photoshop o l’ultima versione di Powerpoint.

4. Ogni momento sottratto ad uno schermo è un vantaggio, visto che trascorriamo la maggior parte della giornata davanti ad un pc.

5. La carta è “portatile”.  Se non si ha voglia di scrivere lunghi post al telefono quando si è in giro, carta e penna sono gli strumenti più facili da portare con sé. E anche se si dimentica il quaderno degli appunti, si trova sempre un tovagliolo da qualche parte.

Attenzione quindi: usate forse la penna solo per firmare documenti? E’ ora di cambiare ed esercitarsi a scrivere più spesso a mano!



Chi è la figlia di Uma Thurman interprete in Stranger Things 3
Celebrity

Chi è la figlia di Uma Thurman interprete in Stranger Things 3

Guida Michelin 2020: ristoranti e stelle regione per regione
Attualità

Guida Michelin 2020: ristoranti e stelle regione per regione

Shopping

Come trovare le migliori offerte del Black Friday

Black Friday: consigli di acquisti per la casa
Shopping

Black Friday: consigli di acquisti per la casa

Attualità

Riscaldamento 2020: date avvio e spegnimento regione per regione

Viaggi

11 mete alternative per viaggiatori temerari

Cultura

San Martino: usi, costumi cosa si mangia e tradizione

Attualità

Seggiolini antiabbandono, obbligo dal 7 novembre

Black Friday: consigli di acquisti per la casa
Shopping

Black Friday: consigli di acquisti per la casa

Inizia la grande attesa per il Black Friday 2019. Dal 29 Novembre parte l’evento punto di riferimento dello shopping pre-natalizio. Ecco cosa acquistare per la casa.

Leggi di più