parlamento europeo
Lifestyle

Risoluzione Europea: la prostituzione è un’offesa della dignità della donna

È stata votata al Parlamento Europeo e per la prima volta condanna nettamente e senza appello la prostituzione come lesiva della dignità, forma di violenza ed incompatibile con l’uguaglianza della donna

Il 26 febbraio scorso il Parlamento Europeo ha votato un’importante risoluzione che segna finalmente un passo decisivo nella difesa della dignità della donna, tanto più rilevante in questo periodo in cui ci si appresta a festeggiare il Women’s Day. Con una importante maggioranza, infatti, il consesso di Strasburgo ha finalmente indicato come la prostituzione sia “in sé” una forma di violenza contro le donne e la compravendita del sesso, a prescindere dal fatto che sia volontaria o forzata, sia da considerarsi in qualunque caso “incompatibile con la dignità della donna” e “segno di una evidente disparità di genere“.
Si tratta di una presa di posizione non vincolante per i singoli stati ma di grande importanza politica e civica, in un ambito dove in molti Paesi, Italia compresa, il dibattito è sempre stato controverso e le posizioni non delineate. Qui, al contrario, l’Europa prende posizione nettamente indicando come linea-guida da seguire la politica adottata già in Svezia, Francia, Norvegia ed Islanda, dove i clienti delle prostitute sono perseguiti dalla legge.

Sfatato senza possibilità di appello anche il mito per cui la legalizzazione della prostituzione possa contrastare la tratta delle donne ad essa indirizzata: le esperienze dell’Olanda, della Germania e della Grecia, dove la prostituzione è legalizzata, indicano chiaramente come non solo questi siano la prima destinazione delle vittime della “schiavitù” provenienti dai Paesi più poveri, ma come tale misura non abbia minimamente intaccato gli introiti delle organizzazioni criminali che fanno di tale sfruttamento il loro business. Certo, la presa di posizione è stata da più parti criticata e, in parte, anche messa in discussione. Me resta un segnale, finalmente, assai importante nella lotta per la difesa dei diritti delle donne, contro la loro mercificazione e la disparità. Un primo passo cui speriamo ne seguano altri.

Il Parlamento di Strasburgo
Il Parlamento di Strasburgo

Credit: Alina Zienowicz Ala z



Celebrity

Aurora Ramazzotti attacca (di nuovo) Leonardo Maini Barbieri

Celebrity

Alessia Marcuzzi: auguri al marito in isolamento

Celebrity

Aiello arrestato? Lo scherzo finito male

TV

Giulia Salemi: furiosa con la naufraga Valentina Persia

Celebrity

Tommaso Zorzi si sfoga: stanco di essere single

Celebrity

Diletta Leotta e Can Yaman in crisi: perché?

Lifestyle

Scontro tra Selvaggia Lucarelli e Mario Biondi

Cosa si festeggia il 1 maggio
Attualità

Cosa si festeggia il 1 maggio

Celebrity

Dayane Mello e Mario Balotelli sono tornati insieme?

Secondo le indiscrezioni del settimanale Chi, Dayane Mello e Mario Balotelli sarebbero tornati insieme. Complice il loro incontro nella casa del Grande Fratello Vip 5.

Leggi di più