Rio 2: il trailer ufficiale dell’atteso sequel di Carlos Saldanha

Le rarissime are Blu e Gioiel fanno scoprire ai loro figli le loro origini in Amazzonia in Rio 2: il film al cinema in Italia dal 17 aprile

Rio 2

Tornano sugli schermi italiani il 17 aprile le rarissime are Blu e Gioiel, il tucano Rafael e tutti i simpatici protagonisti di Rio, il film di animazione del 2011 di Carlos Saldanha e della 20th Century Fox Animation che già tanto successo aveva riscontrato in tutto il mondo, diventando il più redditizio prodotto dei Blue Sky Studios.

Rio 2
È infatti in programma il lancio dell’atteso sequel Rio 2 – Missione Amazzonia, di cui sono stati divulgati il trailer ufficiale italiano e le locandine. Il film, che è uscito in anteprima solo in Brasile a fine marzo, ha vissuto la sua première mondiale a Miami ed esce l’11 aprile negli Stati Uniti.

Un sequel, quello di Rio, tutt’altro che scontato data la scomparsa nel novembre 2012 dello sceneggiatore del primo film Don Rhymer, stroncato a 51 anni da un cancro proprio mentre stava lavorando su Rio 2, fatto che ha inevitabilmente ritardato la produzione.
La storia, che narra l’avventuroso ritorno della famiglia di ara nella foresta amazzonica dove incontreranno la propria “tribù” di origine, vede nella versione americana la conferma dell’intero cast di star che ha dato voce ai personaggi: da Anne Hathaway a Jesse Eisemberg, dal rapper Will I Am a Jamie Foxx, da Leslie Mann a Rodrigo Santoro, cui a questo giro si aggiungono altri grandi nomi di Hollywood come quello di Andy Garcia che doppia Eduardo, il padre ritrovato di Gioiel e conseguentemente suocero brontolone di Blu.
Le aspettative sono alte per un film che, già nella sua prima versione, ha avuto oltre che nelle animazioni curatissime e spettacolari, anche nella colonna sonora un suo punto di forza che lo portò alla conquista dell’Oscar per la miglior canzone originale. Appuntamento al cinema il 17 aprile 2014 con Blu e la sua famiglia, dunque.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme | Spettacoli | Trailer |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *