Meteo di fine maggio: da mercoledì sole e caldo

Continua l'altalena, specialmente al nord: piogge e freddo lunedì ed in parte martedì, caldo estivo da mercoledì. Bel tempo costante al centro sud.

Meteo del week-end 28-29 maggio

Piogge intense con possibilità di grandine, violenti temporali e addirittura trombe d’aria: un menu piuttosto poco invitante che sarà purtroppo servito nella giornata di domenica a tutti gli amici che abitano nelle regioni del centro-nord. Responsabile di questa situazione la violenta ed improvvisa perturbazione atlantica che arriverà sulle nostre latitudini nella notte fra sabato e domenica, “spazzando via” il bel tempo diffuso che aveva caratterizzato tutte le giornate precedenti piacevolmente pre-estive.

Una situazione con non vivranno coloro i quali si troveranno nelle regioni del centro-sud che continueranno a godere di un clima ampiamente soleggiato e, al più, poco nuvoloso, con assenza totale di precipitazioni. Insomma, una domenica movimentata che vedrà l’Italia decisamente “tagliata in due…”

meteo tendenze

Scendiamo dunque nel dettaglio dell’ultimo week-end di maggio: sabato 28 si configura come una giornata decisamente dal sapore estivo. Sole e caldo saranno predominanti in tutta la penisola con la sola eccezione della fascia alpina-occidentale – dove si verificheranno sporadici rovesci ed annuvolamenti – e della Sardegna che, pur sena pioggia, avrà il cielo già coperto dagli avamposti della perturbazione in arrivo. Le temperature saranno decisamente in aumento: spiccano in questo senso i 30 gradi “sfondati” nelle zone di Trento e Bolzano e sfiorati in gran parte delle grandi città. Addirittura 37 gradi la massima prevista in alcune zone della Sicilia.

Forse proprio per questa situazione di estate anticipata che il risveglio per domenica mattina su Piemonte, Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna, Toscana Settentrionale sarà piuttosto “traumatica”. In queste zone, infatti, l’attesa massa ciclonica di provenienza atlantica porterà una ondata di maltempo condita da una repentina diminuzione della temperatura, anche nell’ordine dei 10 gradi, per quanto concerne le massime. Qualche pioggia sporadica, specie nel pomeriggio, lambirà anche alcune regioni del centro come le Marche, l’Umbria e le zone più settentrionali del Lazio. Continua invece il sereno o poco nuvoloso sul resto delle regioni, Sardegna compresa, senza particolari eccezioni e senza soluzione di continuità. Il maltempo, sebbene circoscritto al solo nord, coninuerà anche nella giornata di lunedì.

 

Meteo della settimana dal 23 al 27 maggio

Il bello della primavera è che è imprevedibile. E forse questo quello che avrà pensato fra sé e sé chi lunedì mattina, per esempio a Milano, ha avuto la ventura di uscire di casa ricordandosi i 27 gradi del pomeriggio di domenica, e si è scontrato non senza sorpresa con i 15 scarsi del lunedì, una constatazione magari accompagnata da qualche brivido di freddo ed una corsa indietro verso casa per prendere qualcosa di “più pesante”. Insomma, al di là di tutto la nuova settimana, già l’ultima del mese di maggio, si è aperta con un “ritorno” all’inverno accompagnato da una tanto rapida quanto intensa perturbazione che ha riportato il freddo e la pioggia su tutto il centro-nord, lasciando invece il bel tempo  dal Lazio in giù e sulle isole. Una situazione che, dopo aver vissuto già lunedì il suo culmine, inizierà a stemperarsi gradatamente fino a scomparire del tutto a partire da mercoledì, giornata nella quale si aprirà una nuova, piccola, ondata di caldo che durerà qualche giorno.

meteo tendenze

Cominciamo il nostro dettaglio con lunedì 23, giornata nella quale fin dalle prime ore del mattino, la nuova perturbazione atlantica è arrivata sull’Italia, portando pioggia intensa e temperature sensibilmente in calo su tutto il nord, la Toscana, l’Umbria e l’Emilia e le Marche. In queste zone non mancheranno temporali intensi ed improvvisi con il rischio di qualche nubifragio. Già dal pomeriggio le precipitazioni saranno più rarefatte e circoscritte ad aree più contenute, anche se il cielo resterà comunque coperto.

Sole e bel tempo in continuità con domenica, invece, su tutte le altre regioni, isole comprese, dove le piogge saranno assenti e le temperature calde e stazionarie. Martedì 24 il grosso della perturbazione sarà già sul centro Europa, lasciando solo strascichi secondari sullo Stivale. Il bel tempo tornerà pieno sul nord-ovest e sulla Liguria, nonché sul litorale tirrenico. Ancora “sacche” di pioggia e cieli più coperti, invece, sulle Venezie e sul versante adriatico con qualche rovescio possibile anche su Abruzzi e Puglia.

Le piogge scompariranno in maniera praticamente definitiva ovunque nella notte fra martedì e mercoledì 25. A partire da quel giorno e lungo il resto della settimana, fra giovedì 26 e venerdì 27, e anche per il week-end successivo, l’ago del barometro tornerà stabilmente sul bello su tutte le regioni senza eccezioni e senza soluzione di continuità. Cieli tersi o al più poco nuvolosi accompagneranno le nostre ore con temperature in nuovo e sensibile aumento specialmente al nord, dove torneranno ai livelli conosciuti nello scorso fine settimana.

Meteo del week-end 21-22 maggio

Week-end all’insegna del bel tempo e nuova perturbazione a partire da lunedì. Il prossimo fine settimana segnerà una tregua metereologica sulla nostra beneamata Penisola, dopo il maltempo dei giorni scorsi ed il freddo inatteso che, specie nelle ore serali e mattutine, ci ha talvolta sorpreso troppo “leggeri” alle prese con venti gelidi e pioggia insistente.

Sabato e domenica, invece, salvo qualche lieve eccezione di entità, il bel tempo regnerà sovrano sulla totalità della penisola e le temperature torneranno stabilmente ad essere piacevolmente calde e, a tratti, quasi estive. La nuova settimana si aprirà invece con una nuova, sebbene rapida, perturbazione che porterà pioggia al nord lunedì e sulle regioni del centro martedì. Ma, come sempre, ce ne occuperemo a tempo debito…

meteo tendenze

 

Dettaglio semplice da tratteggiare dunque per sabato 21 e domenica 22 maggio. Bel tempo ed ampio soleggiamento su tutto lo Stivale con rarissime eccezioni nell’arco delle 48 ore. Qualche piovasco isolato al centro-sud un po’ più insistente sulla Calabria e sulla Sicilia Orientale nel pomeriggio di sabato, nuvole e pioggia intermittente sulle Alpi piemontesi con lo scorrere delle ore domenica. That’s all, folks. Questo è tutto.

Le temperature massime si manterranno abbondantemente al di sopra dei venti gradi con punte addirittura di 26-27 gradi su Milano, Bologna e sul Trentino, ma anche le minime saranno sensibilmente in ascesa rispetto agli ultimi giorni.

 

Meteo della settimana 16-20 maggio

Una settimana movimentata con numerosi cambi di situazione. E’ questa la situazione che ci attende nella settimana che ci proietta nella seconda metà del mese di maggio che, come tradizione, sta volando via con velocità sorprendente. Se infatti il week-end scorso è stato caratterizzato da una instabilità intermittente e non uniforme, anche la prossima settimana vedrà un movimentato susseguirsi di situazioni e condizioni diverse che ci permetteranno ora di gustarci una primavera tiepida e piacevole, ora a dover ricorrere repentinamente all’ombrello, riposto magari da qualche giorno fuori dall’uscio.

Ecco dunque cosa ci dobbiamo aspettare dal prossimo meteo…

meteo tendenze

Lunedì 16 è giornata ancora caratterizzata, specialmente al centro sud, dall’instabilità conosciuta nei giorni precedenti. La pioggia accompagnerà tutta la giornata specie sull’intera dorsale appenninica, dalla Liguria fino alla Basilicata con locali temporali ed acquazzoni anche intensi. Sereno o poco nuvoloso il tempo sulle altre regioni con in particolare un sole splendente e praticamente pre-estivo sulle Isole maggiori. Situazione in progressivo miglioramento a partire dalla serata.

Martedì 17 il bel tempo tornerà stabile soprattutto sul centro-nord, fino a Toscana, Emilia e Marche comprese. Decisa prevalenza del sole anche su Sicilia e Sardegna e mentre la pioggia e i temporali rimane compagni di viaggio nelle restanti regioni a partire dalla fascia Lazio-Abruzzi fino alla Puglia e alla Calabria. Al nord temperature in aumento, stazionarie altrove.

Mercoledì 18 nuova situazione: sulla Penisola sarà decisamente prevalente il bel tempo su tutte le regioni compreso il centro-sud che ritroverà ovunque il sole. L’eccezione a questa situazione generale sarà costituita dall’arco alpino che sarà colpito dalle estreme propaggini di una perturbazione che staziona sul nord Europa e che porterà piogge e temporali su Piemonte, alta Lombardia e Triveneto, con qualche interessamento anche della Liguria nella notte.

Tale perturbazione nella giornata di giovedì 19 entrerà repentinamente sul nord delle Penisola portando una nuova ondata di pioggia su oltre metà dell’Italia che si sveglierà fin dal mattino sotto la pioggia e ci resterà per tutto il resto della giornata. Il maltempo sconfinerà nella seconda metà della giornata anche verso sud, raggiungendo sebbene con una intensità meno forte la Campania, la Calabria e la Sicilia Occidentale. In funzione di ciò le temperature saranno in leggero calo.

Infine venerdì 20, nuovo giorno, nuova situazione: l’intero centro-nord compresa la Sardegna e la Sicilia saranno ancora baciate dal sole, sostanzialmente senza soluzione di continuità e con un clima primaverile e mite. La zona interessate dalla pioggia si sposterà soprattutto sul versante adriatico e jonico a partire dagli Abruzzi ed arrivare fino alla Calabria e alla Sicilia orientale. La variabilità continuerà anche nel week-end con un sabato che sarà migliore della domenica in gran parte dell’Italia… Ma questa è storia che approfondiremo nel nostro prossimo appuntamento.

 

Meteo del week-end 14-15 maggio

Continua la fase di instabilità sabato mentre la situazione tenderà a migliorare domenica. Questa in sintesi la situazione climatica sull’Italia nel prossimo week-end, anche se occorre subito dire che tale descrizione “generale” viene poi “interpretata” diversamente nelle diverse aree della Penisola che saranno più o meno in linea con essa a seconda dell’insistenza delle correnti cicloniche diversa regione per regione. Ecco perché per questo fine settimana non perdiamo tempo in chiacchiere e passiamo subito al dettaglio di ciascuna giornata…

meteo tendenze

Sabato 14 sarà una giornata ancora segnata dal maltempo su molta parte dell’Italia. La pioggia che ha accompagnato la settimana uscente resterà compagna stabile per i nostri amici che abitano nell’intero centro-nord dello Stivale, dalla Valle d’Aosta fino agli Abruzzi e alla Campania senza soluzione di continuità. I rovesci saranno più intensi e spesso temporaleschi soprattutto sulla Lombardia e le Venezie, sulla Toscana e sull’Emilia e sul Lazio, soprattutto sul versante Tirrenico.

Piogge e cieli coperti saranno costanti tutto il giorno anche in Sardegna. Sulle altre regioni del sud, ovvero su Puglia, Lucania, Calabria e Sicilia sarà invece protagonista il bel tempo con cieli in massima parte soleggiati o poco nuvolosi. Temperature sostanzialmente stazionarie.

A sera si registrerà un tendenziale miglioramento della situazione sulle aree del nord-ovest che “anticipa” un po’ il trend per la giornata di domenica 15: su Piemonte, Lombardia, Liguria, Sardegna e Toscana Tirrenica, infatti, ci sarà un deciso miglioramento del tempo con ampie schiarite ed una sempre più “decisa” prevalenza del sole. Resteranno ancora per gran parte della giornata sotto la pioggia il nord-est e le regioni del centro-sud, dove la pioggia nel pomeriggio arriverà a lambire la Calabria, la Basilicata e la zona del Gargano.

La situazione sarà in miglioramento deciso a sera con un repentino “ritiro” dell’aera di maltempo che resterà confinata ad alcune zone sulla dorsale appenninica e sul versante adriatico. Sempre sole sulla Sicilia e temperature in aumento.

 

Meteo della settimana dal 9 al 13 maggio

Sapete com’è, due indizi fanno una prova. Il fatto che questo mese di maggio avesse perso “l’abbrivio” rispetto al bel tempo che aveva accompagnato tutto il primo scorcio di primavera – e pure gran parte della fine dell’inverno – era un sospetto che già avevamo avuto. Ma adesso, con l’arrivo dell’ennesima perturbazione che viene a “guastare” le nostre giornate, la cosa diventa da dubbio diventa certezza.

Saranno infatti la pioggia ed il maltempo a caratterizzare il clima dell’Italia su gran parte della Penisola praticamente lungo tutto l’arco della settimana, iniziando subito da lunedì e dal nord-ovest per coinvolgere poi praticamente tutte le regioni fino al prossimo week-end che si preannuncia già come meteorologicamente travagliato.

meteo tendenze

Scendiamo subito nei dettagli delle singole giornate, dal momento che, purtroppo, c’è molto da dire. Lunedì 9 è la giornata dell'”ingresso” della perturbazioni nei radar dell’Italia. Il maltempo partirà dal mattina dalle zone del nord-ovest dove da subito si manifesteranno le prime piogge. Lo spostamento progressivo dell’area instabile con traiettoria da nord-ovest verso sud-est porterà un graduale coinvolgimento delle altre regioni a partire dalla Pianura Padana, dalla Liguria e dalla Toscana.

Cieli coperti e nuvolosi comunque su tutto il centro-nord con una “sacca” di bel tempo che resta solo sul sud, comunque in lieve peggioramento. Martedì 10 l’avanzare del maltempo avrà un leggero rallentamento che lascerà la situazione abbastanza invariata rispetto alla giornata precedente. Sarà anzi percepibile quasi un miglioramento con qualche schiarita in più specie sulle regioni centrali. Sereno o poco nuvoloso il tempo sul centro-sud.

Mercoledì 11 è il D-Day dell’irrompere della perturbazione con tutta la sua “capacità”: la situazione sarà da subito “assai bagnata” su tutto il nord fin dal mattino e gradualmente – ma rapidamente – coinvolgerà poi gran parte dello Stivale fino alle porte della Campania e della Puglia. Su queste zone le piogge saranno persistenti e continue ed in alcune aree – come la Lombardia, il Friuli e la Liguria – non mancherà il rischio di nubifragi. Sarà coinvolta anche la parte settentrionale della Sardegna, mentre il cagliaritano “seguirà” la tendenza delle regioni del su mantenendo una situazione di sereno o poco nuvoloso. Anche giovedì 12 dominerà il maltempo che raggiungerà anche la Puglia, la Lucania e la Calabria, mentre un leggero miglioramento si avrà soprattutto sullo regioni del centro e del versante tirrenico. Continua invece il maltempo su tutto il centro-nord, fino alla “frontiera” Lazio-Umbria-Marche. Una situazione che resterà sostanzialmente analoga anche per venerdì 13, giornata già di per sé sinistra e che si confermerà all’insegna del maltempo con una situazione generale sostanzialmente analoga a quella delle giornate precedenti.

 

Meteo del week-end 7-8 maggio

Meno buona rispetto alle attese. Sembra essere questa la situazione metereologica che si avrà sull’Italia nel corso del prossimo fine settimana, il primo interamente “figlio” del mese di maggio. La stabilità del clima che sembrava assicurata dalla “sparizione” della forte perturbazione che ha colpito soprattutto il centro sud a cavallo dello scorso week-end e della prima parte della settimana uscente, è un po’ a sorpresa minacciata da una nuova, sebbene meno intensa, area di alta pressione che attraverserà lo stivale fra sabato e domenica.

I suoi effetti saranno molto più circoscritti ma comunque sensibili soprattutto sulla dorsale appenninica, specie sul versante tirrenico, sulle Alpi orientali e su alcune aree del nord-est e principalmente nella giornata di sabato rispetto a domenica. Attenzione alle previsioni, quindi, prima di decidere il modo migliore per sfruttare il week-end: se siete nelle “zone fortunate” nessun problema, altrimenti un acquazzone improvviso potrebbe essere da mettere in conto…

meteo tendenze

Sabato 7 si aprirà con una situazione di sostanziale bel tempo su tutta la penisola. Ma fin dal mattino un lembo di maltempo spinto dalle correnti atlantiche, prima “sfiorerà” le isole maggiori passando da Sardegna e Sicilia e portando sullo stivale le prime piogge. Nel primo pomeriggio la situazione tenderà a peggiorare soprattutto sul Trentino e sul nord del Veneto e sugli Appennini lungo la Toscana, l’Umbria, il Lazio e la Campania dove si verificheranno rovesci progressivamente più insistenti e di tanto in tanto anche intensi. Non mancherà qualche isolato temporale. Qualche nuvola in più con l’andare delle ore, si accumuleranno su Piemonte, Sicilia e Calabria. Soleggiato o poco nuvoloso sulle altre regioni con temperature sostanzialmente stazionarie.

Domenica 8, Festa della Mamma, la situazione sarà sostanzialmente immutata con una probabile maggiore prevalenza del bel tempo rispetto  a quanto accaduto sabato. In mattinata qualche residuo rovescio si potrà manifestare specialmente sul Piemonte, sulle aree interne di Toscana, Umbria e Lazio e sulla Sardegna, ma nel corso della giornata la pioggia sparirà quasi completamente per lasciare posto, in serata, ad una generale situazione di sereno.

 

Meteo della settimana dal 2 al 6 maggio

Doveva proprio rovinarci il week-end, dunque. Ebbene sì: la chirurgica precisione con cui l’ultima perturbazione atlantica è arrivata sulla nostra Penisola proprio in concomitanza con il fine settimana del 1° maggio è stata indubbiamente sorprendente, come una classica nuvola di Fantozzi grande come l’intera Penisola.

Ma dalla settimana che ci apprestiamo a vivere la situazione tornerà, seppur gradatamente al centro sud e più repentinamente al nord, a volgere verso il bel tempo, con il progressivo spostarsi a sud-est della zona di bassa pressione che finirà per “liberare” via via tutte le regioni dalla pioggia compagna di queste ore. Sarà in particolare la notte fra mercoledì e giovedì a spazzare via definitivamente gli strascichi del maltempo e ad introdurre tutti gli italiani verso una “sequenza” di giornate dominate dal sole primaverile e da una temperatura piacevole e, in alcuni casi, quasi estiva.

meteo tendenze

Iniziamo al solito da lunedì 2, giornata nella quale il miglioramento si vedrà soprattutto sul nord-ovest e, gradatamente nel corso della giornata, sul nord-est. In queste regioni i cieli saranno dapprima nuvolosi e poi sempre più tendenti a regalare schiarite e sprazzi di sole. Nelle altre regioni, invece, persisterà la pioggia: anche se l'”epicentro” della perturbazione è ormai collocato sulla Grecia, le sue propaggini porteranno ancora acqua su tutto il centro-sud, in particolare sul versante adriatico – con l’area Romagna-Marche particolarmente colpita anche da forme temporalesche – sulla zona jonica fra Puglia e Calabria e sulla Sicilia orientale. Non si salverà nemmeno la Sardegna, per buona parte della giornata minacciata da nuvole e piovaschi. Le temperature rimarranno stazionarie.

Martedì 3 gran parte degli effetti della perturbazione saranno alle spalle: la pioggia residua ed in tendenziale diminuzione sarà circoscritta soprattutto sulla dorsale appenninica a partire dall’Umbria fino alla Calabria e nella metà orientale della Sicilia. Sulle altre regioni situazione in netto miglioramento e temperature che iniziano ad aumentare. Mercoledì 4 la perturbazione batterà gli ultimi colpi prima di dileguarsi: le zone interessate dalle ultime piogge saranno le medesime elencate riguardo alla giornata precedente, ma con situazioni molto più blande e sempre meno frequenti, tanto che a sera il sereno dominerà praticamente incontrastato su tutta la penisola.

Con giovedì 5 e successivamente venerdì 6, quindi, il maltempo sarà un ricordo dietro alle spalle. Cieli sereni, ampiamente soleggiati o al più poco nuvolosi saranno generalmente diffusi su tutta l’Italia dalla Valle d’Aosta a Lampedusa, con pochissime e locali eccezioni di rilevanza assai scarsa e persistenza breve e con una temperatura in costante aumento che tornerà stabilmente ed abbondantemente oltre i 20 gradi in previsione di un week-end che si annuncia ideale e…primaverile.

 

Meteo del week-end 30 aprile- 1 maggio

Una festa dei lavoratori… sotto l’acqua. Una forte perturbazione proveniente dall’Atlantico e carica di pioggia ed aria umida, attraverserà l’Italia da capo a piedi nelle giornate di sabato, domenica e lunedì mantenendo un moto da nord-ovest a sud-est. Nei diversi momenti di questi tre giorni, dunque – progressivamente a partire dal Piemonte sabato, su tutti i quadranti domenica, ed in progressiva diminuzione sempre a partire dal nord-ovest lunedì – la pioggia sarà protagonista, inaugurando così all’insegna dell’ombrello il mese di maggio che, almeno in queste primissime battute, non si presenta esattamente come il mese “delle rose”.

Anche le temperature, di pari passo con il passaggio della corrente instabile, finirà per essere in ulteriore leggero calo o, al più, stazionaria dove già aveva raggiunto punte piuttosto basse nei giorni scorsi. Anche la festa dei Lavoratori, dunque, che quest’anno cade di domenica, sarà piuttosto bagnata e poco incline a suggerire gite fuoriporta…

meteo tendenze

Cominciamo dunque da sabato 30, ultimo giorno di aprile. Il ciclone atlantico sarà in piena marcia di avvicinamento verso l’Italia, lambendo fin dal mattino il Piemonte, la Valle d’Aosta e la fascia alpina lombarda e proseguendo poi la sua progressiva “conquista” della Penisola: nel pomeriggio il maltempo avrà raggiunto anche la Sardegna e le prime avvisaglie di pioggia si manifesteranno anche sulla Liguria, sulla Toscana, sulla Lombardia e, verso sera, sulle regioni centrali fino a raggiungere la dorsale appenninica all’altezza del Lazio. Sulle altre regioni, e segnatamente sul nord-est, il versante adriatico e il sud, la situazione sarà di generale sereno, con un aumento però progressivo della nuvolosità “effetto collaterale” della perturbazione.

Nella notte fra sabato e domenica 1° maggio, la presa di possesso dell’Italia da parte del maltempo sarà completata. Per tutto il giorno piogge anche intense e non di rado segnate da fenomeni temporaleschi si manifesteranno sull’intero Stivale con pochissime eccezioni: la Sardegna – ma non completamente – le coste ioniche di Puglia e Calabria e la Sicilia più meridionale. Per tutti gli altri ombrelli aperti da mattina a sera. Prevista anche la neve sulle Alpi a partire dai 1300 metri. Lunedì, per la cronaca, la perturbazione prosegue la sua corsa “liberando” il nord-ovest, dove tornerà il sole, ma tenendo ancora sotto scacco tutto il centro-sud, alle prese con una altra giornata assai piovosa.


Vedi altri articoli su: Meteo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *