Facebook Dating: gli appuntamenti nell’era dei social

Facebook si approprierà presto anche del nostro cuore con la nuova app di incontri: Dating.

Dating: l'app di Facebook
Dating: l'app di Facebook.

Presto Facebook introdurrà una nuova funzionalità di dating che farà concorrenza ad applicazioni come Tinder o Meetic.

Non c’è da stupirsi, dopotutto il social network più famoso al mondo era nato dalla mente dell’universitario Zuckerberg proprio con l’obiettivo di rimorchiare le ragazze del college e sapere a colpo sicuro se queste erano fidanzate o meno.

È arrivato il momento per Facebook di lanciarsi nuovamente e in modo più maturo in questo mercato… fans di Tinder, state in guardia!

Come funzionerà l’app dedicata agli incontri sentimentali? Gli sviluppatori assicurano che si tratterà di una funzionalità completamente indipendente dal proprio profilo pubblico, pertanto gli amici social non sapranno mai con chi stiamo flirtando.

Inoltre, non si potrà in automatico passare al chatting su Messenger o Whatsapp per garantire la Privacy ovviamente. Il vantaggio di Dating rispetto ad altre piattaforme sarà che questa attingerà al bacino utenti Facebook, ottenendo così un forte vantaggio rispetto alle altre dating app che l’utente deve scaricare in autonomia sul proprio dispositivo mobile.

Dating vorrà favorire rapporti e relazioni importanti: non si adatterebbe insomma a chi è alla ricerca del cosiddetto mordi e fuggi. L’aspetto più curioso che giustifica questo approccio? Non sarà possibile scambiarsi foto ma solo file testo… quindi niente foto a luci rosse sottobanco.

Le connessioni saranno integrate al sistema di partecipazione agli “Eventi” in maniera da favorire, almeno per quanto riguarda i sentimenti, l’incontro offline e connettere persone che frequentano gli stessi posti e hanno gli stessi interessi.

È strano come modello di business che Facebook punti a queste app, ribaltandone i paradigmi che reggono in piedi i concorrenti, che sono basati sul concetto più semplice di facilità e promiscuità.

Chissà che il social più famoso al mondo non sia precursore ancora una volta di un nuovo trend digitale che i più non hanno ancora intuito!


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *