Come pulire l’auto?

Qualche consiglio per lavare la macchina senza ricorrere all'autolavaggio: risparmiando soldi ed ottenendo un risultato migliore…

Pulire l'auto

Come pulire la macchina? Ma che domanda, direte voi… Ovviamente portandola in un autolavaggio automatico ed aspettando che esca dal “tunnell” sorseggiando un caffè – in inverno – o mangiando un gelato – d’estate. O se proprio siamo in vena di spese folli, portandola in un autolavaggio che pratica la pulizia a mano. Tutto vero, per carità. Ma è chiaro che se si vogliono risparmiare un bel po’ di soldi e se si vuole un risultato accurato e soddisfacente senza spendere un patrimonio, la soluzione ideale è sempre la stessa: olio di gomito e fai-da-te. Oltre a qualche piccolo accorgimento per facilitare il lavoro e garantirne i risultati…

Come pulire l’esterno dell’auto

Qualche consiglio per lavare la macchina senza ricorrere all'autolavaggio: risparmiando soldi ed ottenendo un risultato migliore…
Le macchine da pulire si dividono in due grandi categorie. Quelle nere e quelle bianche. In mezzo, tutta la gamma di colori che si avvicinano ora all’una ora all’altra categoria a seconda della rispettiva tonalità. Non siamo impazziti: le carrozzerie bianche e nere rappresentano gli “estremi” delle condizioni in cui effettuare il lavaggio e quindi, da prendere come parametro.
L’auto bianca, per forza di cose, si sporca molto facilmente ed ogni contaminazione è subito visibile tanto da richiedere lavaggi frequenti. Per contro, l’auto bianca non conosce quasi per nulla il problema dei graffi, incubo invece di chi ha scelto una livrea nera per il proprio bolide. L’auto nera, infatti, si segna facilmente anche durante il lavaggio e per questo richiede grande attenzione, come quella di verificare che gli “strumenti” per pulirla siano assolutamente privi da sporco pregresso o residui di polvere. In generale, nel lavare l’auto è importante posizionarsi in uno spazio adeguato, abbastanza grande e che permetta all’acqua di scorrere via senza infastidire nessuno. È importante scegliere uno shampoo adatto, meglio se anti-aloni, e cambiare frequentemente l’acqua della bacinella non appena inscurisce. Non lasciare mai la macchina ad asciugare al sole ma utilizzare un panno di camoscio e, successivamente uno in microfibra, sempre accuratamente puliti. La cera va applicata solo su una superficie pulita e sempre seguendo attentamente le istruzioni fornite dal produttore. Per i cerchi in lega è utile utilizzare uno sgrassante a spruzzo.

Qualche consiglio per lavare la macchina senza ricorrere all'autolavaggio: risparmiando soldi ed ottenendo un risultato migliore…

Come pulire l’interno dell’auto

Iniziamo dai vetri che, per la loro posizione, possono essere considerati interni od esterni a seconda di come li si guarda: per detergerli va benissimo qualunque prodotto per la casa, asciugandoli poi con la carta da giornale. Per gli interni veri e propri, il primo ed essenziale passo da compiere è quello della aspirazione della polvere accompagnato, se necessario, da una bella sbattuta ai tappetini che in genere sono ricettacoli di ogni sorta di sozzura. I tappetini si possono anche lavare e in quel caso costituiscono l’unica parte della macchina che è necessario far asciugare al sole. Se l’interno è in pelle, i sedili si possono passare con un panno umido – solo acqua, senza alcun sapone – e devono essere subito asciugati, per evitare che la pelle si secchi, tamponando con un secondo panno assai delicato. Per il cruscotto utilizzare un panno di daino e, se lo si desidera, un prodotto specifico che non può mai essere lo stesso shampoo usato per gli esterni.


Vedi altri articoli su: Auto & Tech |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *