Animali in vacanza, la soluzione tra cat café e pet sitter

Portare i propri amici a quattro zampe in vacanza si può! Scoprite come tra siti internet, servizi creati ad hoc, le novità dei treni italiani e una simpatica idea che viene dal Giappone: il bar dei gatti

Animali in vacanza
Gita sulle Dolomiti con il cane Argo

Si avvicina l’estate e le tante sognate ferie. Ma a qualcuno di voi sorgerà un dubbio: come faccio con il cane/gatto? Quel dolce ammasso di pelo che ci ha tenuto tanta compagnia d’inverno potrebbe essere un problema. Non c’è bisogno di abbandonarlo, la soluzione esiste!

Animali in vacanza
Non abbandonarmi!

Strutture Pet Friendly

Animali in vacanza
Se non potete lasciare il vostro cane/gatto da amici e parenti in Italia e all’estero ci sono sempre più strutture “a quattro zampe”. I siti migliori per orientarsi sono vacanzeanimali.it e vacanzebestiali.org. Sul primo troverete i last minute e l’elenco degli hotel, B&B, campeggi, case vacanze, spiagge, villaggi e ristoranti pet friendly. Sul secondo, in aggiunta, avrete itinerari consigliati, leggi e informazioni per viaggiare in treno, moto, aereo, nave.
A proposito di treno, sapete che dall’anno scorso con Trenitalia è possibile viaggiare anche sull’alta velocità con il proprio cane di taglia grande? Basta comprare un biglietto scontato del 50%, tenere l’animale al guinzaglio e con la museruola, avere il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e libretto sanitario. Stessa possibilità sui treni Italo.

Pet sitter e pensioni

Animali in vacanza
I gattini amano giocare e stare in compagnia ©Andrea Montebelli
Se pensate di trascorrere fuori casa solo qualche giorno, potete approfittare dei pet sitter, baby sitter per ogni tipo di animale domestico. Possono soggiornare nella vostra casa per offrire assistenza 24/24 oppure passare, far passeggiare il cane, pulire le lettiere di gatti e conigli, controllare cibo e acqua. Famosa in Italia per questi servizi è la Pet Pro, i cui pet sitter hanno l’obbligo di mandarvi periodicamente foto del vostro amico a quattro zampe per farvi vedere che sta bene.
Non volete avere gente estranea per casa? In questi casi si può ricorrere a una pensione per animali, un servizio altrettanto diffuso sul suolo nazionale. Controllate prima che il luogo sia idoneo.

Animali in vacanza
Come fare senza questo musino?

Cat Café, bar dei gatti

In generale, prima di prendere un animale bisogna essere sicuri di potersene prendere cura per tutta la sua vita. Se non siete certi al 100% di potervi prendere questo impegno, invece che abbandonare poi i vostri amici a 4 zampe, meglio ricorrere ai cat caffè. Si tratta di locali in cui bere una tazza di tè, accarezzare i mici che sono lì, giocare con loro e, chissà, magari, anche decidere di adottarli.

Cat café a Tokyo
Due ragazze giocano con un gatto in un Cat Café a Tokyo
I cat café sono nati a Taipei (Taiwan), ma è grazie al Giappone, dove la maggior parte dei regolamenti di condominio proibiscono di tenere animali in casa, che questi posti sono diventanti famosi. Si chiamano Neko (gatto in giapponese) Café e solo a Tokyo se ne contano 39.
Ora i Cat Café si stanno diffondendo anche in Europa. Il primo è stato aperto l’anno scorso a Vienna, creato dalla giapponese Takako Ishimitsu. I prossimi saranno a Londra e a Parigi. Gli ideatori stanno raccogliendo i fondi grazie a piattaforme di finanziamento collaborativo (crowdfunding). Le “café des chats” parigino dovrebbe inaugurare già ad agosto. Viste le proteste degli animalisti che dicono che i gatti sono stressati dal troppo contatto con gli umani, la proprietaria del café des chats, Margaux Gandelon, assicura: “Un veterinario visiterà i felini ogni tre mesi”.

Gatto al Neko Café di Vienna
Gatto al Neko Café di Vienna


Vedi altri articoli su: Attualità | Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *