campioni olimpici che hanno vinto più titoli
Lifestyle

I 5 campioni olimpici che hanno vinto più titoli

Da Michael Phelps a Mark Spitz: i campioni olimpici che hanno vinto più titoli di sempre.

Il premio più ambito da uno sportivo è senza dubbio quello di vincere una medaglia alle Olimpiadi. Quali sono i campioni olimpici che hanno vinto più titoli? Nella storia dello sport sono tanti gli atleti che hanno sfidato i propri limiti per entrare nel mito.

La memoria dei giochi Olimpici, come è noto, si perde nell’antichità. Era il 776 a.C. quando Corebo ebbe l’onore di veder erigere una statua per ricordare la sua grandiosa corsa. All’epoca le Olimpiadi venivano organizzate nell’Antica Olimpia, una zona posizionata nell’area occidentale del Peloponneso, in Grecia, ed erano per lo più una cerimonia religiosa per onorare Zeus.

Dopo il 776 a.C. le Olimpiadi vennero organizzate ogni quattro anni per circa 12 secoli, sino a quando l’imperatore romano Teodosio decise di abolirle. Nel 1894 però Ditrios Vikelos e Pierre de Coubertin decisero di far rinascere i Giochi Olimpici. Fondarono Il Comitato Internazionale Olimpico, e due anni dopo ad Atene si svolsero i primi Giochi Olimpici moderni.

Le Olimpiadi sono un avvenimento di importanza mondiale. Un evento a cui partecipare è un privilegio e vincere regala fama e immortalità. Chi sono gli atleti che si sono distinti vincendo più medaglie d’oro nel corso di questa manifestazione?

Michael Phelps, nuotatore (Stati Uniti)

Nuotatore originario di Baltimora, negli Stati Uniti, Michael Phelps è nato nel 1985 ed è l’atleta più decorato nelle Olimpiadi. Lo sportivo è stato l’unico a battere il record che in precedenza era stato abbattuto da Larissa Latynina nelle Olimpiadi di Melbourne nel 1956, di Roma nel 1960 e di Tokyo nel 1964.

Considerato come il migliore nuotatore di tutti i tempi, Phelps ha vinto 6 ori e 2 bronzi durante i Giochi Olimpici di Atene 2004, 8 ori partecipando ai Giochi di Pechino e 4 ori e 2 argenti alle Olimpiadi di Londra 2012. Si è ritirato nel 2016 dopo aver vinto nelle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 la sua 28esima medaglia. Phelps dopo il ritiro ha raccontato di aver sofferto di depressione e ha iniziato una battaglia per diffondere maggiore consapevolezza riguardo i problemi mentali.

“In molti pensano che un atleta debba avere la forza per affrontare qualsiasi cosa – ha confidato a Today -. Io in carriera sono stato bravo a nascondere certi problemi, poi ho capito che l’unico modo per superarli davvero è parlarne”. Lo sportivo oggi ha tre figli, ma non sa ancora se seguiranno le sue orme in vasca: “Voglio solo che i miei figli trovino la loro strada e siano a proprio agio con sé stessi – ha confessato parlando del loro futuro -. Forse gli capiterà nuotando, ma non credo che sia giusto farli vivere seguendo le mie orme. Io e mia moglie Nicole daremo loro tutto il nostro sostegno per aiutarli a scoprire le loro passioni. Potrebbero anche non essere sportive”.

Larissa Latynina, ginnasta (Russia)

Larissa Latynina è un’ex ginnasta sovietica classe 1934. Originaria dell’Ucraina, ha vinto 4 ori, 1 argento e 1 bronzo durante i Giochi Olimpici di Melbourne 1956. In seguito ha conquistato 3 ori, 2 argenti e 1 bronzo ai Giochi di Roma del 1960 e 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi in occasione delle Olimpiadi di Tokyo del 1964. Dopo essersi ritirata dalle gare ha avuto il ruolo di allenatrice della nazionale sovietica di ginnastica artistica sino al 1977, scoprendo talenti come Nelli Kim e Olga Korbut. Nel 1989 è stata premiata da Juan Antonio Saramanch con l’Ordine Olimpico.

Paavo Nurmi, fondista (Finlandia)

Paavo Nurmi è un atleta finlandese, classe 1897. Lo sportivo, scomparso nel 1973, ha trionfato nelle discipline del fondo e mezzofondo. Ai Giochi Olimpici di Anversa del 1920 ha vinto 3 ori, in seguito ha ottenuto 5 ori e 1 argento ai Giochi di Parigi del 1924 e 1 oro e 2 argenti nel corso delle Olimpiadi di Amsterdam nel 1928. Paavo è entrato nella storia grazie alla performance realizzata nel 1924 alle Olimpiadi quando, in una sola ora, riuscì a trionfare nei 1500 metri e nei 5000 metri.  Conosciuto anche come “la furia del Baltico” e “l’uomo cronometro” è considerato fra i più grandi atleti di sempre.

Mark Spitz, nuotatore (Stati Uniti)

Originario di Modesto, in California, Mark Spitz è nato il 10 febbraio 1950 da padre statunitense e madre portoricana. Ha preso parte a 2 Olimpiadi, vincendo 2 ori, 1 argento e 1 bronzo ai Giochi Olimpici di Città del Messico nel 1968 e 7 ori ai Giochi di Monaco di Baviera nel 1972. Spitz è stato il primo atleta a conquistare 7 medaglie d’oro nella stessa olimpiade. Si è ritirato dalle gare subito dopo le Olimpiadi del 1972 quando aveva raggiunto l’apide della carriera sportiva, a soli 22 anni. Anche se ha ottenuto molti record nello stile libero, Spitz è conosciuto per aver rilanciato lo stile della farfalla o del delfino.

Dopo il successo alle Olimpiadi e il ritiro si è laureato in chirurgia dentaria e ha lavorato in tv come commentatore. “Mi sono ritirato semplicemente perché all’epoca non esisteva il concetto di professionismo nello sport olimpico, perciò non potevo campare nuotando – ha raccontato in seguito -. E poi avevo bisogno di finire i miei studi e di lavorare. Allora, comunque, non era molto comune come lo è oggi, continuare a nuotare dopo i 22-23 anni”.

Carl Lewis, velocista (Stati Uniti)

Carl Lewis è un atleta statunitense, saltatore e velocista che ha ricevuto il soprannome de “Il figlio del vento”. Classe 1961, è nato in Alabama, negli Stati Uniti, ed è considerato l’erede di Jesse Owens, grande volto dell’atletica leggera. Ha vinto 4 ori ai Giochi Olimpici di Los Angeles nel 1984, 2 ori e 1 argento ai Giochi di Seul nel 1988, 2 ori ai Giochi Olimpici di Barcelona nel 1992 e 1 oro alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996. L’ultimo salto della sua carriera, ai giochi Olimpici di Atlanta resterà per sempre nella storia. In quell’occasione vinse la sua quarta medaglia d’oro olimpica nel salto in lungo.

Photo Credit Agenzia Fotogramma



TV

Tale e Quale Show: la dedica di Giulia Salemi a Pierpaolo

Lifestyle

GF Vip 6: Katia Ricciarelli a rischio squalifica?

Celebrity

Can Yaman, disperato: cosa è successo?

Celebrity

Stefano De Martino ha una nuova fiamma?

essere gay
Lifestyle

Cosa significa crescere vergognandosi di essere gay

Celebrity

Guendalina Tavassi: le rivelazioni sull’aggressione

TV

Anna Tatangelo: il messaggio di Silvia Toffanin

i castelli più belli in Francia
Viaggi

Castelli francesi: i castelli più belli in Francia