Orchidee cura e manutenzione
Giardinaggio

Orchidee: cura e manutenzione

Per gli appassionati del giardinaggio e delle piante, ecco tutti i consigli per prendersi cura e mantenere sane le orchidee.

Le orchidee sono fiori dal significato davvero molto profondo. Per diversi secoli, esse hanno rappresentato eleganza, amore, armonia. Ancora oggi, sono molto diffuse per diverse destinazioni d’utilizzo. Scopriamo insieme tutto ciò che riguarda la cura e la manutenzione delle orchidee, con la prospettiva di usufruire dei punti di forza di questi fiori senza alcun tipo di limitazione.

Cosa c’è da sapere sulle origini e sul senso delle orchidee

Le orchidee sono conosciute anche con la denominazione di orchidacee. Si intitolano così perché fanno parte della famiglia delle Orchidales e sono piante erbacee perenni, dall’aspetto che si avvicina molto ad una sorta di perfezione. In linea di massima, crescono tra Asia, Centro e Sud America, ma nel corso degli ultimi anni hanno acquisito un enorme diffusione anche nelle aree montuose e collinari dell’Italia. Riescono a vivere senza alcuna difficoltà in zone piuttosto fresche, solo all’esterno.

Ad ogni modo, non mancano le orchidee che riescono a sopravvivere con tranquillità in zone abbastanza calde. Stiamo parlando delle orchidee di origine tropicale, in grado di adattarsi ad ogni tipologie di ambiente. Che si scelgano per decorare una camera o come regalo per una persona molto apprezzata, ciò che conta è sapere come muoversi in un determinato contesto, mettendosi alla ricerca di fiori dalla qualità sopraffina. A questo punto, scopriamo come portare avanti la cura e la manutenzione di fiori così straordinari.

Una corretta manutenzione delle orchidee

Cosa bisogna fare per seguire passo dopo passo cura e manutenzione di ogni orchidea? Ciascun aspetto assume una propria rilevanza in un simile contesto, con la prospettiva di avere a propria disposizione fiori adeguati per ogni esigenza. Vediamo come ci si deve muovere in determinate situazioni per orchidee pronte all’uso e sempre al massimo della loro bellezza.

L’importanza della luce per ogni orchidea

Il primo aspetto da tenere in considerazione al fine di salvaguardare il fascino di un’orchidea riguarda la luce. Un fiore del genere non va messo a contatto diretto con i raggi del sole, dato che la luce e il calore troppo potenti possono dare luogo a violente scottature, specialmente nei momenti più caldi di ogni giorno. Per ovviare ad un inconveniente potenziale davvero pericoloso, è sufficiente posizionare l’orchidea nei pressi di una finestra, ma evitando qualsiasi spiffero o fonte di calore.

Magari, è possibile porla nei pressi di una tenda dalla tonalità non molto scura per ottenere i risultati desiderati. La situazione cambia nel caso di un fiore a foglia caduca, che continua a vivere senza alcuna difficoltà in punti dalla scarsa illuminazione durante la sua fase di riposo vegetativo. In caso contrario, è il bianco a dover dominare su ogni altra gradazione di colore.

Come innaffiare le orchidee

Un altro fattore che non può essere dimenticato nella cura di un’orchidea riguarda il suo innaffiamento. Come già accennato in precedenza, questo fiore rende al meglio in condizioni di temperatura compresa tra i 20 e i 25 gradi, con scarsa escursione termica e clima sufficientemente umido. Ad ogni modo, l’orchidea va riempita d’acqua con una certa frequenza, ogni quattro giorni almeno. Il terreno va reso umido con dell’acqua demineralizzata tiepida, lasciando il substrato secco. Se quest’ultimo viene bagnato in maniera eccessiva, la pianta diventa soggetta ad un pericoloso stato di marciume.

Un vaso con l’orchidea va lasciato nell’acqua per una ventina di minuti e poi sgocciolato, evitando che il calcare possa iniziare a depositarsi al suo interno. Inoltre, è molto importante svolgere una frequente opera di vaporizzazione per mantenere il clima umido. In questo modo, la pianta può essere immersa in un’atmosfera costante, senza particolari variazioni. Di conseguenza, l’umidità ambientale non varia in alcun modo, specialmente se il vaso viene posizionato in un ampio contenitore con argilla espansa o piccoli ciottoli.

Come scegliere il miglior tipo di terreno

Quando si parla di cura e manutenzione di un’orchidea, bisogna saper scegliere il tipo di terreno perfetto per simili attività. Una pianta tropicale come questa si contraddingue per le sue radici esterne, e quindi ben visibili. Va quindi inserita in un vaso trasparente o in plastica per facilitare la sua fotosintesi radicale. Un terreno ideale è estremamente soffice e morbido per evitare che le radici sprofondino, aggiungendo frammenti cortecce, di fibre di cocco o polistirolo.

Come aggiungere il giusto concime

Un’orchidea al massimo del suo splendore deve essere ben nutrita. Si tratta di una caratteristica comune ad ogni genere di pianta, ma per quella in questione forse ancora di più. Bisogna saper inserire una quantità contenuta di concime per consentire alla pianta di crescere a dovere. Esso deve essere formato da liquidi o idrosolubili da spargere sull’intera pianta. Se quest’ultima è in fase di ripresa vegetativa, va aggiunto dell’azoto per velocizzare la crescita. Se l’orchidea è in fase di riposo, va prediletto il potassio per emettere al meglio gli steli dei fiori.

Come far rinascere al meglio le orchidee

Cosa bisogna fare per garantire una seconda vita ad un’orchidea il cui ciclo vitale sembra ormai concluso? Se la pianta non possiede più alcun fiore, è consigliabile tenerla ad una temperatura che si aggiri sui 13 gradi per sottoporla ad uno sbalzo termico, in grado di darle nuova linfa sotto l’aspetto vegetativo. In secondo luogo, è possibile procedere alla sua potatura, aiutandosi con guanti e forbici. Dopo aver disinfettato ciascun attrezzo, bisogna rimuovere le parti secche della pianta e fare in modo che possa velocemente tornare al massimo del proprio splendore.

In conclusione, per garantire alle orchidee una vita lunga e rigogliosa, è consigliabile posizionarle in vasi trasparenti, che siano in vetro o in cristallo. L’acqua non è sufficiente per far sopravvivere queste piante stupende, ma deve essere unita ad una luce costante. Ciò che conta è seguire i consigli citati in precedenza e fare in modo che un’orchidea possa raggiungere uno splendore fuori dal comune, assumendo quell’aspetto meraviglioso tanto apprezzato da parte di un pubblico trasversale.



Bouganville cura e manutenzione
Giardinaggio

Bouganville: cura e manutenzione

Come creare un giardino zen
Giardinaggio

Come creare un giardino zen

Curiosità sul baobab: quanto vivono queste piante
Giardinaggio

Curiosità sul baobab: quanto vivono queste piante

Kit da giardinaggio: gli attrezzi che non devono mancare
Giardinaggio

Kit da giardinaggio: gli attrezzi che non devono mancare

Giardinaggio

Vasi low cost: come creare un orto in casa

Terrazzo con piante.
Giardinaggio

Piante per arredare il terrazzo

Giardino fiorito
Giardinaggio

Giardino fiorito: qualche consiglio

Serra: come rendere l'orto chic
Giardinaggio

Serra: come rendere l’orto chic

I 5 migliori asciugacapelli rapporto qualità prezzo
Elettrodomestici

I 5 migliori asciugacapelli rapporto qualità prezzo

Per asciugare i capelli in modo corretto e non rovinarli, è necessario un asciugacapelli con determinate caratteristiche. Ecco i 5 migliori!

Leggi di più