Come lavare i sintetici

Alcuni sopportano le alte temperature, altri prediligono lavaggi delicati. Tutto quello che c'è da sapere.

Lavare i sintetici

Si potrebbe pensare il contrario, ma anche il lavaggio dei tessuti artificiali e sintetici richiede dei passaggi ben precisi e ad hoc che vanno seguiti alla lettera se ci teniamo al nostro bucato. Ovviamente leggiamo sempre con attenzione le istruzioni sulle etichette.

Le fibre artificiali

Appartengono a questo gruppo tutti gli indumenti fatti di viscosa, rayon, acetato, insomma quelle sostanze naturali trasformate con agenti chimici. Vanno lavati a una temperatura che si aggira sui 30°, senza candeggiarli e utilizzando un detersivo specifico. I vestiti fatti di fibre artificiali non vanno lavati con quelle naturali perché le prime attraggono l’unto liberato dalle seconde, il che evidenzierebbe le macchie.

Le fibre sintetiche

Qui troviamo poliammide, poliestere, acrilico, poliuretano, polipropilene, clorofibre, sovente unite a fibre naturali. Dobbiamo lavarli alla temperatura raccomandata per i capi più delicati, mai oltre i 60°, e con un detersivo altrettanto delicato. Da considerare che si asciugano molto rapidamente perché non trattengono l’umidità e che si stropicciano poco.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *