Rossetto naturale giapponese: il Komachi Beni

Rossetto naturale giapponese: il Komachi Beni

Estratto dai petali del fiore di Benibana, il Komachi Beni è il tradizionale rossetto naturale utilizzato dalle donne giapponesi sin dall'antichità.

-
26/12/2019

La cosmesi naturale e la tradizione orientale si sublimano nel concept del rossetto naturale giapponese Komachi Beni. In molte ne avranno già sentito parlare. Si tratta, in sostanza di un rossetto completamente naturale, i cui pigmenti vengono ricavati dai petali di Benibana.

Il culto della bellezza

Ma procediamo con ordine. Da sempre, le donne giapponesi e orientali vivono il culto della bellezza come un vero e proprio rituale. In particolar modo, la cura della pelle – basti pensare alla skincare routine coreana e ai suoi tantissimi step! – e il make-up rivestono un ruolo fondamentale nella cultura giapponese e nell’estetica del Sol Levante.

Tutto parte dalle geishe e dal loro aspetto impeccabile e affascinante. Chi non ha ben chiaro in mente il viso di porcellana delle geishe? Film, letteratura e serie TV ci raccontano da anni di queste donne dalla pelle perfetta, con il volto incipriato e le labbra rosse. Rappresentano, ancora oggi, con la loro innegabile bellezza un punto di riferimento e un modello a cui ispirarsi.

Il trucco delle donne giapponesi di oggi prende le mosse proprio da quello delle geishe, seppure con le dovute modifiche. Le labbra, per esempio, sono ancora prevalentemente rosse e spiccano sui visi pallidi, truccate con effetto sfumato a partire dal centro verso l’esterno.

Ed è a questo punto che entra in gioco il rossetto naturale giapponese Komachi Beni, un cosmetico naturale estremamente performante e con innumerevoli vantaggi, assolutamente da provare.

Curiose? Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo prodotto cult della tradizione beauty orientale, dove trovarlo, come si utilizza e come si prepara.

Rossetto naturale Komachi Beni: cos’è

L’utilizzo del rossetto Komachi Beni si è diffuso a partire dal 1600, ha conosciuto un periodo di grande successo nel 1800 e oggi è pronto a vivere una seconda giovinezza grazie ai tantissimi brand orientali che hanno deciso di farne il prodotto di punta delle loro collezioni.


Leggi anche: Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere

Ma di che si tratta? Il rossetto naturale Komachi Beni è ottenuto dall’estratto dei petali di Benibana, pianta conosciuta anche come cartano, che contiene pigmenti color rosso e arancio. Si tratta, quindi, di un vero e proprio rossetto naturale, un prodotto cosmetico dalla tradizione antichissima che, ancora oggi, riscuote moltissimo successo in Giappone e non solo.

Come anticipato, il rossetto è sempre stato parte fondante del make-up delle donne giapponesi. La tradizionale vernice per le labbra adoperata dalle geishe si chiamava proprio Komachi Beni, perché Beni è il nome del pigmento di colore rosso che si ricava dai petali di Benibana. Questa pianta è originaria della valle del fiume Nilo, in Egitto, ma grazie alla via della Seta venne esportata prima in Medio Oriente e di seguito in Giappone.

Oggi, la pianta Benibana viene coltivata nella prefettura Yamagata e il suo utilizzo ha vissuto negli ultimi anni un vero e proprio boom. Sin dalle origini, il rossetto naturale Komachi Beni è connotato da una forte valenza simbolica: pare, infatti, che il suo colore sia legato alla fortuna e che tenga lontane le malattie.

Com’è fatto il Komachi Beni?

Il Komachi Beni è un oggetto esteticamente molto gradevole. Si presenta come una ciotola di piccole dimensioni a forma di conchiglia (Ochoko), che consente di ottenere circa 50 applicazioni. Da conservare e collezionare (anche negli anni!), il suo più grande vantaggio è quello di non seccarsi e asciugarsi mai, poiché completamente naturale e privo di ingredienti chimici.


Potrebbe interessarti: I rossetti nude più belli dell’autunno

Come mettere il rossetto naturale Komachi Beni

Il rossetto naturale Komachi Beni va inumidito per essere utilizzato e applicato sulle labbra. Il colore di partenza è il rosso, ma è possibile stratificare il prodotto ottenendo così tantissime sfumature di colore diverse, dal rosa chiaro al rosso intenso.

Pare che abbia un’ottima durata sulle labbra e che non le secchi assolutamente come i normali rossetti a lunga tenuta, poiché il suo effetto è più simile a quello di una vernice che a quello di una tinta.

Per applicarlo, consigliamo di partire dal centro delle labbra, caricandole maggiormente di pigmento, e di sfumare con il dito man mano che ci si avvicina al contorno, che non è mai perfettamente delineato e netto ma sfumato. In questo modo è possibile ottenere l’effetto gradient tipico del trucco labbra delle donne giapponesi e coreane che molto spesso vediamo sui social.

Perché provare il rossetto Komachi Beni

Sono tanti i motivi per cui tutte dovremmo provare almeno una volta il rossetto Komachi Beni. Prima di tutto, si tratta di un prodotto completamente naturale e questo è un valore aggiunto senz’altro importante per tutte le donne che tengono a utilizzare esclusivamente prodotti green per la propria beauty routine.

Secondariamente, è un cosmetico ricco di storia. Un modo per sentirsi vicine a una tradizione antichissima, quella delle geishe, che continua ancora oggi a esercitare un indiscusso fascino su tutti noi.

Inoltre, il trucco ombré lips che è possibile ottenere con il rossetto Komachi Beni è di grande tendenza, e le passerelle delle ultime stagioni ce lo dimostrano.

Come anticipato, poi, questa tipologia di rossetto naturale non secca e può essere conservato anche molto a lungo. Per ultimo, ma non meno importante, si tratta di un oggetto da collezione, molto gradevole esteticamente oltre che funzionale.

Rossetto Komachi Beni: dove si compra?

Il rossetto Komachi Beni oggi è un vero e proprio must have per tutte le estimatrici del beauty coreano e giapponese. Moltissimi brand includono questa tipologia di rossetto nella propria gamma di prodotti ed è possibile reperirlo facilmente online.

Il rossetto Komachi Beni si trova anche su Amazon, ma purtroppo a prezzi maggiorati rispetto a quelli con cui solitamente questo prodotto viene venduto in Giappone.

Insomma, il rossetto Komachi Beni presenta tantissimi vantaggi e, a onor del vero, non ha nessun tipo di contro a suo sfavore. Forse, il fatto che non sia ancora facile da reperire negli store fisici in Europa – o perlomeno in Italia – può rappresentare un ostacolo, ma il recente boom di negozi di cosmetici coreani e orientali fa ben sperare sull’arrivo imminente del rossetto Komachi Beni anche da noi.

Che ne pensate? Conoscevate già il rossetto Komachi Beni, la sua antichissima storia e queste curiosità sul suo utilizzo?

Maria Teresa Moschillo
  • Scrittore e Blogger