Manicure: trucchi per non rovinarla con acqua salata e sabbia

Come fare per evitare che la manicure si rovini al mare? I nostri consigli per avere delle mani curate anche in estate.

Sfoggiare mani curate e in ordine dovrebbe essere un vero e proprio biglietto da visita, e questa regola non viene meno neppure in estate. Quando si è al mare, con la pelle baciata dal sole e abbronzata, scegliere lo smalto giusto può davvero fare la differenza. Il sogno di ogni beauty addicted di avere unghie perfettamente limate e colorate in una tonalità che intercetta le vibes più modaiole di stagione, però, rischia di infrangersi se non si segue una routine adeguata e non si presta attenzione ad alcuni semplici ma importantissimi accorgimenti che consentono di preservare la bellezza della manicure nonostante agenti esterni come sabbia e acqua salata. Al mare, infatti, è inevitabile che lo smalto si rovini più velocemente del solito: colpa dell’azione abrasiva della sabbia e nondimeno della salsedine, che fa sollevare lo strato colorato di smalto dalle unghie. Persino il sole è un nemico della manicure, in quanto fa sbiadire il pigmento del nostro smalto, e anche l’applicazione della crema solare può essere “pericolosa” perché, a mo’ di solvente, a lungo andare rimuove lo strato di smalto più superficiale.

Come preparare le unghie al mare

Come per il make-up – che necessita di un processo di preparazione della pelle adeguato per essere impeccabile – anche l’applicazione dello smalto richiede alcune fasi preliminari che riguardano la cura delle unghie.
Prima di partire per il mare, è opportuno realizzare apposite maschere per unghie e mani, trattamenti intensivi che ne idratano la superficie e che consentono di rimuovere con più facilità eventuali cuticole. Ricordiamo che è preferibile, infine, lasciare le unghie libere per qualche giorno tra un’applicazione di smalto e l’altra, in modo tale da renderle meno deboli e fragili. Quindi di conseguenza anche meno soggette ai rischi che derivano dall’esposizione all’acqua salata, al sole e alla sabbia.

Il tip in più? Realizzare una maschera per unghie fai da te facile e veloce dall’azione intensiva e d’urto, perfetta per chi vuole correre ai ripari subito prima di partire per le vacanze. Occorrono solo la polpa di un avocado, del succo di limone e un cucchiaio di olio di oliva, ingredienti facili da reperire e dalle tante virtù benefiche per la nostra bellezza.
Dopo aver miscelato tra loro tutti gli ingredienti, ottenendo una sorta di crema, applicare l’impacco sulle unghie e sulle mani, lasciandolo agire per un minimo di 30 minuti. O ancora meglio, aiutandosi con dei guantini in cotone, per tutta la notte. Al risciacquo, le unghie saranno pronte per l’applicazione di una base rinforzante e dello smalto. Con costanza e pazienza, i risultati non si faranno di certo attendere.

Come rendere lo smalto più resistente al mare

Non tutte amano rivolgersi all’estetista per la manicure e sono tante le donne che ricercano escamotage per poter sfoggiare uno smalto duraturo senza lampada. Lo smalto tradizionale, quello che comunemente acquistiamo in profumeria e che possiamo applicare comodamente a casa in totale autonomia, difficilmente resiste per più di pochi giorni, specialmente se si è al mare.

Tuttavia, prestando attenzione è possibile renderlo più resistente. Come anticipato, è fondamentale trattare le unghie con prodotti idratanti che ammorbidiscano le cuticole e le nutrano in profondità. Così facendo, la superficie delle nostre unghie garantirà allo smalto una performance di gran lunga superiore alle aspettative.

I nostri consigli

Consigliamo di utilizzare sembra una base trasparente, preferibilmente curativa con azione idratante e protettiva dell’unghia. La scelta dello smalto è focale: meglio preferire prodotti specifici a lunga tenuta, smalti che garantiscono una performance professionale a lunga durata. Tanto vale investire in un solo smalto high-end, anche se più costoso della media, e utilizzarlo per tutta la durata delle vacanze.
Sono da prediligere gli smalti con formulazioni prive di sostanze come ftalati e formaldeide, in quanto più ossigenanti per le unghie.
Quando si applica lo smalto, la fretta è nostra nemica! Cercate di vivere la manicure fai da te come una coccola di bellezza, cui dedicare il giusto tempo. Lo smalto va applicato partendo dalla parte inferiore dell’unghia, per poi stenderlo ai lati. Consigliamo di effettuare anche 2-3 passate di prodotto, ma molto sottili, in modo da garantire un’asciugatura ottimale.

Il top coat è l’alleato che non dovrebbe mai mancare nella trousse di chi parte per le vacanze. Da scegliere effetto gel, lucidante o rinforzante, protegge lo smalto e lo “sigilla” facendolo durare più a lungo. Consigliamo di riapplicare il top coat ogni giorno.

Smalto semipermanente al mare: i vantaggi

Chi ricerca un risultato perfetto a prova di sbeccature, solitamente sceglie lo smalto gel o lo smalto semipermanente. In entrambi i casi, la manicure resiste con più facilità agli attacchi di salsedine, sabbia e sole, ma in termini di durata le performance sono differenti. Lo smalto semipermanente ha, di norma, una durata massima di circa 2 settimane. Attenzione, però: anche il semipermanente può sbiadirsi o addirittura rovinarsi al mare. Specialmente se si tende a stare molto in acqua, lo smalto semipermanente potrebbe non essere quindi la soluzione più adatta: questa tipologia di manicure, infatti, non rende le unghie più forti o resistenti, né le protegge da eventuali urti o dall’azione di agenti esterni. Soprattutto se le unghie sono per loro natura fragili e soggette a rompersi, il semipermamente non rappresenta una scelta oculata.

Unghie gel al mare

Le unghie gel, invece, assicurano una resa migliore. Se ben fatto, lo smalto gel è sicuramente l’opzione ottimale per chi ha in programma di trascorrere svariate settimane al mare. La durata, in questo caso, è nettamente superiore: una ricostruzione con smalto gel non ha bisogno di ritocchi e può durare anche più di 1 mese. L’unico problema è, come normale che sia, la ricrescita. Per ovviare anche a questo inconveniente, suggeriamo di scegliere in estate colori chiari e neutri, che non mettano troppo in evidenza lo stacco tra lo smalto e l’unghia naturale. Via libera, quindi, a tutti i colori lattiginosi come il rosa candy e il bianco latte, ma anche alle varie sfumature nude del beige. Sono funzionali, di grande tendenza e, inoltre, sono perfette per valorizzare ed enfatizzare la tintarella. Pronte a sfoggiare una manicure al top per tutta l’estate?


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Smalto rosa: effetto nude
Manicure

Nail art nude: la tendenza 2019 da copiare

Unghie a mandorla
Manicure

Unghie a mandorla corte: gel o semipermanente?

Smalti KIKO
Manicure

KIKO: smalti in gel, opachi, adesivi e fluo

Gel nero
Manicure

Unghie in gel: scopriamo i trend dell’autunno 2017

Moda unghie estate 2017
Manicure

Smalti estate 2017

Vaniday
Manicure

Manicure last minute? L’appuntamento si può prenotare online

Base coat
Manicure

I 15 migliori base coat del 2016 da applicare prima dello smalto

Smalti glitter
Manicure

10 top coat effetto glitter

Skincare

Come evitare di spellarsi dopo una scottatura

Come evitare di spellarsi dopo una scottatura? Vediamo alcuni rimedi per evitare di spellarsi dopo una scottatura.

Leggi di più