Tipiak, dalla Francia gli esperti dei cereali

Tante ricette veloci e gustose pronte in pochi minuti grazie ai prodotti Tipiak come cous cous o tabouleh

Cous cous TIPIAK

Cous cous, bulgur, crostini, piatti pronti dolci e salati. Tutto questo è Tipiak, l’azienda francese specializzata nei cereali, nata nel 1967 dalla fusione di due storiche realtà d’oltralpe, la Billard e la Groult. Il nome Tipiak viene da lontano, dall’Amazzonia dove, nella lingua delle popolazioni locali, serve a indicare il succo utilizzato per produrre tapioca, un vegetale, spesso utilizzato nella preparazione di farine precotte e che veniva impiegato da entrambe le aziende fondatrici di Tipiak.

TIPIAK COUS COUS
Il cous cous è la referenza di punta della società sia in Francia che in Europa. Lo potete trovare sia classico che integrale certificato biologico, sempre pronto in 5 minuti, così come il tabouleh già aromatizzato con menta e limone. Il tabouleh è un piatto tipico della cucina mediorientale a base di bulgur. Di solito si serve con prezzemolo, menta, cipollotti, cetriolo e pomodoro a pezzetti, condito con una emulsione di succo di limone e olio d’oliva. Con Tipiak avrete il vostro tabouleh già pronto e a cui potrete aggiungere altri sfiziosi ingredienti a vostra scelta. Lo chef Michele Rinaldi, per esempio, suggerisce di aggiungere calamari e gamberi scottati e un gazpacho di pomodoro. Nella foto, un’altra proposta dello chef con i prodotti Tipiak: cous cous con crema di asparagi e vitello al marsala, una ricetta facile e veloce per portare in tavola un piatto unico davvero delizioso. E perché non provare a realizzare un dolce come i cioccolatini di cous cous?

Quest’anno la gamma Tipiak si è arricchita di un nuovo interessante prodotto, l’express cous cous pronto in meno di due minuti! La confezione presenta quattro buste da 100 grammi l’una che potrete immergere direttamente in acqua bollente. Dopo un minuto e mezzo scolate, lasciate raffreddare per 30 secondi, aprite la busta e condite a piacere, magari con delle fresche verdure di stagione.


Vedi altri articoli su: Attualità | Consigli di cucina |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *